Torpedo Run (1958) Inferno sul fondo

Inferno sul fondoNegli anni Cinquanta la Metro-Goldwyn-Mayer sta sfruttando in modo vergognoso il successo dell’attore Glenn Ford facendogli interpretare qualsiasi ruolo possibile e immaginabile: a parte Padre Pio, gli hanno fatto fare di tutto!
I generi che però vendono di più sono i western – La pistola sepolta (1956), Quel treno per Yuma (1957), Cowboy (1958) e La legge del più forte (1958) – e guerra: dopo Il falso generale (1958), Ford non fa in tempo a togliersi la giacca che si ritrova già sul set di questo Torpedo Run.
Come fa la MGM a far fare tutti questi film ad un solo attore? Semplice: sceglie solo trame che si svolgano tutte su una stessa location e riempie le sceneggiature di chiacchiere infinite…
Debuttato a New York il 24 ottobre 1958, Torpedo Run arriva nei cinema italiani l’11 marzo 1959 con il titolo Inferno sul fondo. Non si conoscono uscite in homevideo finché la A&R Productions lo presenta in DVD il 13 febbraio 2015.

Il comandante Barney Doyle (Glenn Ford) a Manila

Il comandante Barney Doyle (Glenn Ford) a Manila

Ispirato a quanto pare ai romanzi di guerra di Richard Sale, il film ci porta nel Sud Pacifico del 1942, dove il comandante Barney Doyle (Glenn Ford) è a capo di uno dei sommergibili più ardimentosi della guerra, noto per aver distrutto molte navi nemiche. Però l’uomo è tormentato: quando ha lasciato Manila sua moglie Jane (Diane Brewster) ha insistito per rimanere lì, e visto che i giapponesi hanno preso possesso della città… il destino della donna non sembra roseo. Dopo mesi di insopportabile silenzio, finalmente Doyle riceve la notizia che la moglie e la figlia sono vive… ma riceve anche l’ordine di distruggere la nave giapponese in cui si trovano.
I giapponesi hanno diffuso apposta la notizia: vogliono che il comandante non esegua l’ordine per salvare la propria famiglia… ma non conoscono la fibra moral-militare del comandante Doyle. E soprattutto ignorano il moralismo spicciolo dei film americani…

Doyle (Glenn Ford) e il suo secondo Sloan (Ernest Borgnine)

Doyle (Glenn Ford) e il suo secondo Sloan (Ernest Borgnine)

Finita la parte intrigante nei primi 15 minuti, il resto del film è una noiosa buffonata all’americana con il comandante ossessionato dalla portaerei Shinaru – che in fondo gli è costata moglie e figlia! – e descrive i suoi tentativi di affondarla. Il che vuol dire che non succede nulla se non Glenn Ford che fa le faccette mentre gli altri attori descrivono a voce quello che costerebbe troppo mostrare in video.
Di film così se ne potrebbero fare pure dieci in un anno: un paio di modellini nella vasca da bagno sono le navi giapponesi, un pugno di attorucoli impegnati in dialoghi ridicoli e la grande star che gigioneggia… Era meglio se i giapponesi li affondavano!

L.

amazon– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Sottomarini, Warmovie e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Torpedo Run (1958) Inferno sul fondo

  1. Cassidy ha detto:

    I modellini nella vasca da bagno li ricordo anche io 😉 In ogni caso anche questo, visto circa 27 volte… Cheers! 😉

    Piace a 1 persona

  2. Lucius Etruscus ha detto:

    ahahahah ma eri d’accordo a vederlo così tante volte o ti ci hanno obbligato? 😀

    "Mi piace"

  3. Pingback: Mare caldo (1958) | Il Zinefilo

  4. Pingback: Inferno sul fondo (1958) | IPMP – Italian Pulp Movie Posters

  5. Kuku ha detto:

    Oddio, non lo conosco. Ma perché la moglie voleva restare a Manila durante la guerra? Era originaria del posto? E Ford bombarda sul serio la nave??

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.