[Asylum] 40 Days and Nights (2012)

40days

«Piove, Madonna come piove, senti come piove, Madonna come viene giù, uuuh». Jovanotti avrebbe potuto tranquillamente scrivere la colonna sonora di questa versione alternativa del film Noah (2014) targata The Asylum.
La celebre casa artefice di titanici filmacci ha voluto raccontare la propria versione del diluvio universale e, con le dovute proporzioni, personalmente l’ho trovata molto più intrigante del noioso pippone con Russel Crowe!
40 Days and Nights di Peter Geiger esce in patria il 27 novembre 2012 e la nostrana Minerva Pictures lo presenta in DVD con il titolo 40 Days and Nights. Apocalisse finale l’8 luglio 2014.

La grande capacità espressiva di Alex Carter

La grande capacità espressiva di Alex Carter

Un grande pregio dei filmacci Asylum è che, al contrario dei noiosissimi blockbuster americani, non ci obbligano a indigeste spiegazioni farraginose (e buffonesche) di come si è arrivati alla situazione critica: il film inizia che già siamo nei guai, da dove arrivino poco importa.
Vogliamo perdere due terzi del film a spiegare perché c’è il diluvio universale? Ovviamente no: il film si apre che c’è il diluvio universale. Oooooh, brava Asylum: e basta con ’sti preliminari…
Vogliamo perdere altre decine di minuti a vagliare le soluzioni? Neanche per idea: c’è il diluvio? Tirate fuori l’arca di Noè!

Monica Keena e... boh?

Monica Keena e… boh?

Il pregio di questo filmaccio è che ipotizza un’arca davvero piccola, in confronto non solo ai filmoni epici ma rispetto al concetto stesso che abbiamo di “arca”. Questo perché lo sceneggiatore H. Perry Horton – autore del divertente 2-Headed Shark Attack (2012) – ha una trovata geniale: è ridicolo stare a mostrare gli sforzi di far salire gli animali «che vennero a due per due, urrah! urrah!», come dice la canzone, molto più sensato portare… il loro DNA!
Raccogli qualche muffa e un secchiello di insetti e hai almeno il 90% del patrimonio genetico terrestre: falli portare a qualcuno e hai pure un umano!
Idea geniale che forse in mani migliori avrebbe creato un gioiellino di film.

Pubblicità occulta mediante un QR Code: geniale!

Pubblicità occulta mediante un QR Code: geniale!

Una curiosità. Scopro un modo geniale di fare pubblicità nascosta nei film: altro che sigarette e bottiglie in bella vista, stavolta si va direttamente ai QR Code!
Come vedete dall’immagine qui in alto, ad un certo punto l’inquadratura mostra chiaramente un codice a barre in bacheca… ma che diavolo ci fa lì? Il Zinefilo, curiosone di natura, l’ha scansionato con un lettore di codici QR ed è uscito fuori il link ad angelcityflyers.com, un sito che organizza corsi di volo! Dalle foto del sito è plausibile supporre che l’intero film sia girato nella loro struttura.
Un’idea davvero graziosa 😉

L.

amazon

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Meteo Apocalypse, The Asylum e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a [Asylum] 40 Days and Nights (2012)

  1. Cassidy ha detto:

    I ragazzi dell’Asylum sono dei bei matti, questo mi manca, ma l’idea del codice è una figata! 😉 Cheers!

    Piace a 1 persona

  2. Giuseppe ha detto:

    Beh, ma un’arca del genere quasi quasi me la faccio anch’io, appena si mette a diluviare 😉
    A dire il vero, la trovata del DNA mi suscita qualche ricordo della nathanneveriana saga Atlantidea, dove appunto i Signori della Guerra senza tempo avevano preservato dall’antica catastrofe il codice genetico umano e animale (oltre all’artiglieria pesante e tutta l’ipertecnologia indispensabile per riconquistare il pianeta, s’intende, e ripopolarlo poi)…

    Piace a 2 people

  3. loscalzo1979 ha detto:

    praticamente, la trama di Interstellar spostata in chiave biblica sulla terra per problemi di budget.

    Piace a 1 persona

  4. Giuseppe ha detto:

    Non penso di diventare socio così, alla leggera, perché poi mi toccherebbe passare le giornate a sfuggire dai fan… che NON mi cercherebbero per gli autografi, ma per pretendere dal sottoscritto il totale rimborso dei biglietti (i soldi non basterebbero mai) 😀 😀

    "Mi piace"

  5. marcomarco ha detto:

    l’attrice che hai indicato con “boh?” (quella specia di soldatina in tuta blu) dovrebbe essere Emily Sandifer.

    Piace a 1 persona

  6. Pingback: Shark Week (2012) | Il Zinefilo

  7. nik96 ha detto:

    pure Cielo ha trasmesso questo film certo che al nostro canale televisivo gli piace propio la ASYLUM.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.