Swelter (2014) Vendetta e redenzione

SwelterPiccole case produttrici e piccoli distributori portano in giro per il mondo Swelter (schiumare dal caldo, traducendo alla buona), scritto e diretto dal quasi esordiente Keith Parmer che per fortuna non sembra nelle condizioni di fare altri danni nel cinema.
Si tratta di un piccolo western moderno che fonde i più classici dettami del genere con la totale inutilità fastidiosa che solo i filmacci contemporanei riescono ad ostentare con orgoglio.
È uscito in patria in DVD il 12 agosto 2014, e la Eagle Pictures lo porta in DVD italiano solamente dal 1° febbraio 2017.

Il film è disponibile su Prime Video.

Lennie James nei panni dello sceriffo Bishop

Lennie James nei panni dello sceriffo Bishop

Parmer torna a volere Lennie James come protagonista – i due hanno lavorato insieme a Tic, film d’esordio del regista – e qui il bravo attore britannico interpreta Bishop, sceriffo di un paesino sperduto nel deserto del Nevada ricreato in California.
Fra piccoli problemi di un piccolo paese con un piccolo sceriffo, un giorno arrivano i grossi problemi: un gruppo di evasi violenti e male intenzionati, capeggiati da Cole (Grant Bowler) e dal catorcio Stillman (un Jean-Claude Van Damme più ebete e bradipo del solito, non a caso il suo personaggio si chiama “uomo fermo”: per fortuna la sua presenza è totalmente inutile ai fini della trama).

Un Jean-Claude Van Damme più inutile che mai

Un Jean-Claude Van Damme più inutile che mai

I quattro galeotti non sono arrivati per caso nel paesino: vogliono sapere dove il loro ex complice ha nascosto la refurtiva del colpo messo a segno dieci anni prima, per il quale hanno passato tutto quel tempo in galera. Con grande sorpresa dei paesani, esce fuori che l’ex complice è proprio il buon sceriffo Bishop: durante un colpo a Las Vegas, dieci anni prima, è stato colpito da una pallottola e ha perso la memoria, così che non ricorda più non solo il suo passato criminale… ma neanche dove ha nascosto la refurtiva.
Riuscirà Bishop a sconfiggere da solo i quattro criminali e a riscattare il suo passato?

Distintivo e pistola: la più classica delle inquadrature western!

Distintivo e pistola: la più classica delle inquadrature western!

Trama da western puro, gradevolissima colonna sonora con i pezzi dei Gangstagrass (resi celebri per la sigla del telefilm western moderno Justified) ma il tutto è talmente noioso e banale, e scontato e ridicolmente stucchevole che davvero il divertimento ne soffre.
Da vedere mentre pulite le grondaie…

L.

amazon

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Western e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Swelter (2014) Vendetta e redenzione

  1. Cassidy ha detto:

    Confermo è un film che inizia bene, il classico topoi dei criminali che tornano per recuperare il bottino della rapina finita male I personaggi sono anche interessanti, Lennie James è un caratterista che sa come mangiarsi lo schermo, abbiamo anche Alfred Molina (se non ricordo male, ho visto il film l’anno scorso) E poi c’è il nostro Jean-Claude che in pratica fa il pacifista, quando ti aspetti che esploda e meni tutti, tifa un paio di pugni e si limita a fare alcune battute (mi pare stenda uno con una bottigliata in testa e una freddura tipo non reggi l’alcool, o qualcosa così…). Il regista è esordiente e si vede, voelva fare un pò troppo il Guy Ritchie della situazione, il risultato è deludente… Però dopo ti ritrovi con delle grondaie pulitissime 😉 Cheers!

    Piace a 2 people

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Anch’io l’ho visto l’anno scorso (sto recuperando materiale ^_^ ) ma il ricordo corrisponde a quando scrivi: proprio quando sembra che ora s’alza Van Damme e mena a tutti… casca come un sacco di patate! Trovo misteriosa la sua partecipazione: forse è amico del regista…

      "Mi piace"

  2. Ivano Sato ha detto:

    Sembra una fusione tra “Una calibro 20 per lo specialista”, senza prete ma con sceriffo, e la pubblicità di Trivago dove il bambino perde la memoria e non ricorda dove sono i soldi 🙂 Comunque grazie Lucius, ora dovrò vedermi questo capolavoro. Grazie mille amico 😉

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      ahahahah mi spiace averti costretto alla visione, ma in effetti è davvero un western classico anche se ambientato ai giorni nostri: con tanto di cappello, distintivo e pistola!
      E al posto del classico vecchietto inutile del Far West… Van Damme! 😀

      "Mi piace"

  3. Denis ha detto:

    Pensavo che Van Damme sparasse calci volanti a ripetizione!!
    Ti consiglio I cavalieri dalle lunghe ombre di Hill quello si un western moderno.

    Piace a 1 persona

  4. Pingback: Uscite home video febbraio 2016 | Il Zinefilo

  5. Pingback: Friday Action Heroes (Spike 2020) | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.