Meteor Storm (2010)

Meteor Storm ITA

Il canale satellitare Syfy è da sempre affamato di filmacci economici e cialtroneschi da dare in pasto ai suoi spettatori di bocca buona, e non si tratta di cattivo gusto americano: tutte le porcate di Syfy arrivano regolarmente in Italia, spesso trasmesse da Sky!
Nel 2010 affida alla Marvista Entertainment il compito di creare il solito filmetto di apocalisse meteorologica, scritto senza impegno dallo sceneggiatore televisivo Peter Mohan.
La produzione va all’ospizio dei poveri più vicino e trova Tibor Takács, bravo regista ungherese che dagli anni Ottanta sta provando a sfondare ma è riuscito solo a sfondare se stesso: chiede poco, mangia poco e non sporca, quindi è assunto.
Il risultato è Meteor Storm, andato in onda in patria il 30 gennaio 2010 e arrivato lo stesso anno in una rarissima edizione DVD Eagle Pictures, diventata (immotivatamente) oggetto di collezione.

Sembra un beota, invece è Michael Trucco: l'eroe del film!

Sembra un beota, invece è Michael Trucco: l’eroe del film!

L’antipatica Michelle (Kari Matchett) è un’astronoma con una scopa infilata nel deretano che spiega tutto a tutti, anche ai passanti. Non riesce a trasformare in persona seria l’ex marito Tom (Michael Trucco), che va in giro vestito di pelle su una motona rombante: non lasciatevi ingannare, è un colonnello un po’ eccentrico!
Già questi due personaggi, interpretati malamente da due attori televisivi vistosamente svogliati, fanno capire che ’sto filmaccio farà male… molto male!

Ecco l'infernale caduta di meteoriti... Ma so' du ghiande!!!

Ecco l’infernale caduta di meteoriti… Ma so’ du ghiande!!!

Guarda lassù, in cielo, cos’è? È un uccello? È un aereo? È il buon gusto? No: è un meteorite!
Cominciano a cadere breccole spaziali e la Terra è in pericolo… Ehm no, l’America è in pericolo… ah no, solo l’America del Nord… Nemmeno: le breccole spaziali colpiscono solo la baia di San Francisco! Ammazza che mira!
Mentre piove indaco dagli occhi del cielo (come canta Zucchero) assistiamo a scene apocalittiche con folle oceaniche… di Michelle che cerca i figli e Tom che cerca la sorella di Michelle…

«Pronto, hai visto i miei figli?» «Guarda che sono dietro di te!»

«Pronto, hai visto i miei figli?» «Guarda che sono dietro di te!»

Quando il film diventa imbarazzante, ci si rende conto che è solo l’inizio del cattivo gusto. Cosa c’è di peggio di un prodotto buffonesco? Un prodotto buffonesco che cerca di far ridere.
Così entrano in campo il giornalista d’assalto Kyle (Eric Johnson) e la sua camerawoman, protagonisti di siparietti che dovrebbero alleggerire la tensione (ma quale tensione?) e che invece mettono addosso tanta tristezza e voglia che i meteoriti li ammazzino all’istante!

L'unica scena decente del film!

L’unica scena decente del film!

Intanto i figli dementi di Michelle salgono su un palazzo usando l’ascensore – ammazza che geni! – e iniziano tutte quelle situazioni stupide e odiose e fastidiose che rendono tutti i film di apocalisse meteorologica inutile diarrea televisiva.
Piange il cuore a vedere un bravo professionista come Tibor Takács dirigere ’sta porcata immonda dove scacciano i meteoriti con la forza della stupidità. Ci manca che alzino tutti gli stereo del mondo per creare un’onda che li respinga, con Max Gazzè che dice «Non sapete cosa una musica può fare!» Allora sì che sarebbe stato un filmone!
Se qualcosa distruggerà la Terra, non saranno i meteoriti… saranno filmacci come questo!

L.

– Ultimi post simili:

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Meteo Apocalypse e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a Meteor Storm (2010)

  1. Cassidy ha detto:

    “È un uccello? È un aereo? È il buon gusto?” Mi ha fatto morire 😀 La locandina e la scena del ponte mi sa che è davvero l’unica cosa interessante, ma davvero a quello con quella faccia hanno fatto fare il protagonista? 😉 Cheers!

    Liked by 2 people

  2. Denis ha detto:

    Tibor Takàcs è il regista di Non aprite quel cancello.
    Sorpresa Ticking Clock è un buon film!!!!
    Ieri sera c’era Swamp Shark su rai 4 in pratica Kristy Swanson era la final milf.

    Liked by 2 people

  3. Giuseppe ha detto:

    Peccato per Tibor Takàcs e anche per il “Cylone” Michael Trucco… Perché più che la paura dei meteoriti, questo capolavoro può al massimo far venire il meteorismo 😀

    Liked by 2 people

  4. Pingback: MosquitoMan (2005) | Il Zinefilo

  5. nicholas ha detto:

    pure canale 5 italia 1 e rete 4 l’hanno trasmesso in estate

    Liked by 1 persona

  6. Pingback: Super Eruption (2011) Vulcano nel tempo | Il Zinefilo

  7. Pingback: Collision Course (2013) Terrore ad alta quota | Il Zinefilo

  8. Pingback: Stonados (2013) L’urlo della Terra | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...