SharkMan (2005) Una nuova razza di predatori

SharkmanLa terribile casa sudafricana Nu Image Films nel 2005 freme e si agita: squali… vogliamo altri squali! Abbiamo fatto Shark Attack 1 (1999), 2 (2001) e 3 (2003), Shark Zone (2003) e Shark Invasion (2005)… ma ne vogliamo di più!
Piomba in stanza Kenneth M. Badish e grida «Vi ricordate di me? Sono il pazzo che ha scritto Metamorphosis, MosquitoManSnakeMan e mi scappa un’altra sceneggiatura: non ne posso proprio più, io la faccio qui!» Deposto fumante il nuovo copione, la Nu Image Films si chiede chi mai potrà dirigere qualcosa di così disumano e intollerabile. Piomba nella stanza Michael Oblowitz e grida: «Ho appena diretto Steven Seagal in The Foreigner e Il vendicatore: farò tutto quello che volete, ma vi prego di tenere quell’essere lontano da me!»
Tutto è pronto per l’abominevole Hammerhead, defecato negli USA il 18 giugno 2005 e la MHE (Mondo Home Entertainment) lo lancia in DVD italiano il 6 febbraio 2008 con il titolo SharkMan. Una nuova razza di predatori: l’edizione DVD è (giustamente) scomparsa nel nulla!

Che brutta fine, per Jeffrey Combs, eterno scienziato pazzo sin dal 1985

Che brutta fine, per Jeffrey Combs, eterno scienziato pazzo sin dal 1985

Ve lo ricordate Jeffrey Combs, mister Re-Animator? Da quel fortunato horror del 1985 ha campato di rendita per più di cento film, interpretando sempre il mad doctor o il mad e basta. Vediamo se indovinate in questo film che ruolo interpreta… Bravi! Il mad doctor.
«Lo sapevate che gli squali non muoiono mai per malattia? Non c’è nessun caso documentato di cellule cancerogene negli squali»: sapevàtelo, su SharkMan Channel!
Così lo squinternato dottor Preston King (Jeffrey Combs) intrattiene i suoi sovvenzionatori, una losca compagnia farmaceutica gestita dalla ridicola Amelia Lockhart (Hunter Tylo) e dal suo amante, l’ancora più incredibile (William Forsythe): due attori letali che quando si muovono in video mostrano occhi vuoti come squali…
Lo conoscete voi il mistero delle staminali? Conoscetelo, su SharkMan Channel!
Dopo un imbarazzante ma obbligatorio siparietto di supercazzole pseudoscientifiche, il dottor King ci svela il motivo per cui ha voluto tutti insieme i suoi sovvenzionatori: si sono opposti al proseguimento dei suoi esperimenti… quindi meritano la morte!

Non c'è film bulgaro senza Velizar Binev!

Non c’è film bulgaro senza Velizar Binev!

Il dottor King ha trovato la cura per il cancro, e questo è un bene. Però la cura ha un piccolo effetto collaterale: trasforma il paziente in uno squalo martello. E questo non è proprio un bene…
Il folle scienziato allaga la stanza dei suoi ospiti e libera in essa il figlio Paul, trasformato ormai in uno squalo assassino, ma il dottor King non ha pensato l’impensabile: William Forsythe nascondeva nell’ano un Ak-47! (Non si spiega altrimenti la sua presenza in video.)

Apocalypse Forsythe!

Apocalypse Forsythe!

Inizia la più meravigliosa scena della cinematografia contemporanea: un vecchio attore panciuto, fallito e distrutto nell’anima, prende a mitragliate sott’acqua un uomo-squalo fatto con il Commodore64! È una scena talmente assurda che non puoi far altro che alzarti e battere le mani…

Effetti speciali a go go!

Effetti speciali a go go!

I fuggiaschi fuggiascano nella foresta bulgara (eh be’, mica abbiamo palanche da buttare!) e qui si pone il dilemma: come può uno squalo aggredire della gente nella foresta? Tre quarti di film sono incentrati sui protagonisti che corrono tra una betulla e un’altra, come può il mostro della storia colpirli? Semplice: non ce n’è bisogno, visto che i vari ebeti muoiono da soli…
Con una successione imbarazzante di attorucoli che inciampano ovunque e muoiono di polmonite, in mancanza di un vero nemico mortale, il film procede stancamente tanto che pure lo squalo martello si annoia.

Vi prego uccidetemi, che non ne posso più di 'sto film!

Vi prego uccidetemi, che non ne posso più di ‘sto film!

Nel solito capannone bulgaro dove girano tutti ’sti filmacci, abbiamo la conclusione spernacchiante del film, dove il dottor King cerca di inseminare la Lockhart così da dare al figlio squalo una progenie di squaletti martello. Strano a dirsi, non funziona e tutto va a schifìo.
Per fortuna la Nu Image Films nuclearizza il sito e fa finire il film, ma non temete: il faccione gonfio di Forsythe tornerà… e tornerà… e tornerà… A questo punto non è meglio lo squalo-martello-uomo?

L.

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Bestiacce, Squali e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

23 risposte a SharkMan (2005) Una nuova razza di predatori

  1. Cassidy ha detto:

    Ma è palesemente la stessa locandina di Snake Man! Indentitca! 😉 il concetto di “fumante il nuovo copione” rende al meglio l’idea, questo è veramente una trashata senza possibilità di recupero 😉 Cheers!

    Piace a 2 people

  2. Pingback: MosquitoMan (2005) | Il Zinefilo

  3. Pingback: Crocodile (2000) | Il Zinefilo

  4. nicholas ha detto:

    questo è il film piu brutto mai prodotto dalla NU IMAGE che abbia mai visto è veramente penoso inguardabile

    Piace a 1 persona

  5. Pingback: Larva (2005) Metamorphosis | Il Zinefilo

  6. Pingback: Summer Shark Attack (2016) SharKapolavoro! | Il Zinefilo

  7. Atroxsaurus ha detto:

    Un’altro film girato in Bulgaria. Mi andrebbe bene pure la Sardegna ma per favore, girate in posti un po’ più esotici e non noiosi come la Bulgaria. Se proprio dovete farli in Bulgaria fate un horror con degli orsi, non squali umani, Anaconde giganti o Idre! Giuro che se continuano a fare questo genere di film in Bulgaria io prende un aereo e la bombardo.

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      La Sardegna neanche Hollywood se la può permettere! Le location e gli studi costano, e paesi come l’Italia hanno fatto talmente i gargarozzoni che alla fine gli americani sono andati altrove. La Bulgaria offre prezzi concorrenziali – e personale qualificato – come negli anni Novanta li offriva il Sud Africa, quindi qualsiasi genere di film è girato lì, da Seagal ad Aliens vs Predator…

      "Mi piace"

      • Atroxsaurus ha detto:

        Perché il Sudafrica ha smesso?

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Perché sono arrivate mete più economiche, come Cinecittà: ricordi Cliffhanger? Poi gli italiani hanno cominciato a chiedere troppo e via, tutti in Bulgaria/Romania. Sono davvero rari i film girati per l’home video che non sfruttino quegli studios, ma anche grandi produzioni che non possono più affrontare i costi di location hollywoodiane. Giusto Batman e gli Avengers possono permettersi di girare a New York, ma se ricordi anche Avengers va in un paese dell’est Europa…

        "Mi piace"

      • Atroxsaurus ha detto:

        Almeno in Alien Vs Predator non hanno fatto vedere le irritanti foreste della Bulgaria. Se ti riferisci al secondo ha senso, sono foreste dell’America Del Nord.

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Anderson ha raccontato che lo stesso identico set in patria sarebbe costato venti volte di più!
        E comunque i filmacci con bestiacce amano anche i laghi bulgari 😀

        "Mi piace"

  8. Atroxsaurus ha detto:

    Spero che il Sud Africa torni a offrirci i suoi paesaggi esotici.

    Piace a 1 persona

  9. Pingback: Alien Tornado (2012) Tornado Warning | Il Zinefilo

  10. Pingback: Chuck Norris 26. The Cutter (2005) | Il Zinefilo

  11. Pingback: Arachnoquake (2012) Aracnosisma | Il Zinefilo

  12. nicholas ha detto:

    ricordo ancora quando andavo a scuola alle superiori e una mia compagna di classe mi aveva regalato 2 DVD con gli squali uno era Blu Profondo e l’altro è questo film qua dovo averli visti tutti e due ricordo che Blu Profondo mi era piaciuto mentre questo orribile SHARKMAN l’ho buttato nel cestino ho fatto bene dato che era un film schifoso

    Piace a 1 persona

  13. Pingback: [Eroi Z in TV] Jeffrey Combs | Il Zinefilo

  14. nicholas ha detto:

    questo film è schifezza allo stato puro non c’è niente da salvare è un film orribile pessimo con una trama e sceneggiatura orrenda non è nemmeno TRASH questo è uno dei film peggiori della NU IMAGE per me è da dimenticare persino Yotobi ha fatto la recensione di questo film

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.