Lake Placid 2 (2007) Il terrore continua

Lake Placid 2Il successo di Lake Placid (1999) è lento a crescere, e in realtà nessuno sembra interessato a girarne un sequel. Passano gli anni e i filmacci con bestiacce aumentano di numero, tutti girati in fretta e in furia per sfamare le orde di spettatori di Sci-Fi Channel prima e Syfy poi. Tutti filmacci da due soldi ma ormai, dopo il Duemila, gli unici che le grandi major possano permettersi: un solo blockbuster l’anno e poi via di spazzatura!
Mentre tutte le grandi case vedono crollare il proprio impero, le piccole – le case che si nutrono di escrementi e li vendono agli spetttori – nascono e prosperano: come per esempio la UFO (Unified Film Organization). Comincerà a produrre filmacci su ogni genere possibile: dal catastrofico come Uragano (1999) e Deep Core. Al centro della terra (2000), dal fantascientifico come Progetto Mindstorm (2001) al dittico Epoch (2001) ed Epoch Evoluzion (2003), senza dimenticare Antibody (2002), il remake moderno (e cialtrone) del celebre Viaggio allucinante. Non manca la ghost ship con Ritorno dalle acque maledette (2001) ma soprattutto i filmacci con bestiacce: il mitico Python. Spirali di paura (2000) ma anche Shark Hunter (2001) e via dicendo.
Decisamente la UFO è la casa migliore per produrre una porcata con bestioni, e incredibilmente la Sony Pictures e la 20th Century Fox fanno a botte per aiutarla a produrre Lake Placid 2.
Il film esce in patria il 28 aprile 2007, e la Sony Pictures lo porta in DVD dall’11 dicembre dello stesso anno, con la ridicola aggiunta del sottotitolo Il terrore continua.

Che bello fare lo sceriffo al lago, soprattutto con queste ridicole luci: ma chi è il direttore della fotografia?

Che bello fare lo sceriffo al lago, soprattutto con queste ridicole luci:
ma chi è il direttore della fotografia?

Nel maggio 2006 gli sconosciuti esordienti Todd Hurvitz e Howie Miller presentano la sceneggiatura del film: il fatto che dopo i due siano diventati produttori, abbandonando il grande mondo della sceneggiatura, la dice lunga.
Come regista viene scelto David Flores, montatore promosso regista che ha esordito dirigendo il geniale Boa vs Python. Nelle spire del terrore (2004): il film che trasforma in realtà l’espressione “caccia grossa”.
Però il povero Flores non ha a disposizione gli stessi elementi, anzi in mano ha il nulla più totale e non è proprio in grado di fare miracoli…

Che siano squali o coccodrilli, la tipa in costume c'è sempre!

Che siano squali o coccodrilli, la tipa in costume c’è sempre!

Me li immagino, i due sceneggiatori, a scervellarsi: ci serve un’idea nuova per raggruppare un po’ di personaggi sulle rive di un lago. Mumble mumble. Mumble mumble. Trovato! Dei giovani ragazzi in vacanza: ammazza che colpo di genio! Non mi viene in mente neanche un film horror che abbia dei giovani in vacanza protagonisti…
Mentre i giovani protagonisti dementi fanno i gggiovani intorno al lago, i fieri tutori dell’ordine hanno il sospetto che qualcosa non vada: i pezzi di cadavere che galleggiano sull’acqua sono un indizio abbastanza chiaro.
Lo sceriffo James Riley (John Schneider) e la sua ex Emily Warner (Sarah Lafleur) decidono così di fare l’unica cosa in loro potere: passeggiare in giro e sparare frasi senza alcun senso compiuto.

Cloris Leachman è la nuova arzilla vecchietta sfama-coccodrilloni

Cloris Leachman è la nuova arzilla vecchietta sfama-coccodrilloni

Non ci sono i soldi per richiamare la mitica Betty White ad interpretare Delores Bickerman, l’amabile vecchina che alleva coccodrilloni nel lago, così facciamo finta che è morta e a casa sua è arrivata sua sorella: Sadie Bickerman (interpretata dalla celebre caratterista Cloris Leachman).
L’adorabile vecchina continua la tradizione di famiglia e regala ai suoi amati cuccioli i vari turisti di passaggio – senza che apparentemente nessuno si accorga della gran quantità di gente che scompare nel lago! – e integra il tutto con grandi quantità di carne. Per risparmiare, usa il manzo scartato dalle industrie alimentari, troppo carico di ormoni della crescita: bang!, ecco perché i coccodrilli sono diventati gitanti. Ammazza che sceneggiatori!

Effetti speciali a go go!

Effetti speciali a go go!

Ci son tre coccodrilli, uno sceriffo incapace, un cacciatore pasticcione, e ragazzi dementi in vacanza: non manca più nessuno, solo non si vede… un po’ di buon gusto!
Max, sempre affamato; George jr., come il Presidente perché è altrettanto ottuso; Martha Stewart, una testa dura: ecco i tre coccodrilli protagonisti che mangiano ogni forma di vita del lago, e anche qui nessuno sembra accorgersi di niente.

Non sono capaci neanche a regolare la luce nelle sovrapposizioni...

Non sono capaci neanche a regolare la luce nelle sovrapposizioni…

«La smetti di toccarmi i piedi?» dice la ragazza prima di essere mangiata dal coccodrillone a partire dai piedi.
La ricerca di siparietti di umorismo nero è lodevole e qualcuno è anche simpatico, ma è molto più potente l’umorismo involontario: cioè la cialtronesca regia e la ridicola sceneggiatura.

Il grande sparapalle Jack Struthers (Sam McMurray) e il suo fido Ahmad (Joe Holt)

Il grande sparapalle Jack Struthers (Sam McMurray) e il suo fido Ahmad (Joe Holt)

Simpatico il rapporto tra il cacciatore fanfarone Jack Struthers (Sam McMurray) e il suo aiutante Ahmad (Joe Holt), che in realtà fa tutto compreso uccidere i coccodrilloni.

Ora della pappa!

Ora della pappa!

Rispetto al primo film la qualità è mostruosamente crollata e il contrasto è di quelli che bruciano gli occhi. I coccodrilli fatti al PC di casa sono imbarazzanti e invece di ovviare a questo difetto il regista che fa? Li inquadra il doppio delle volte rispetto al precedente film, dove invece erano stupendi.
Non promette bene per questa saga…

L.

amazon

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Coccodrilli e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Lake Placid 2 (2007) Il terrore continua

  1. Cassidy ha detto:

    L’Espediente della carne con contorno di ormoni lo ricordo, devo dirti che Martha Stewart è un colpo di genio 😉 Il film è pessimo, molto meglio leggere la tua recensione 😉 Cheers!

    Piace a 1 persona

  2. Pingback: Lake Placid 3 (2010) | Il Zinefilo

  3. Pingback: Python – Spirali di paura (2000) | Il Zinefilo

  4. Pingback: Boa vs Python (2004) Nelle spire del terrore | Il Zinefilo

  5. Atroxsaurus ha detto:

    Se lo hai notato nello stesso hanno esce il migliore Rogue, magari hanno fatto questo sequel per cavalcare l’onda di successo del primo film citato.

    Piace a 1 persona

  6. Pingback: Super Eruption (2011) Vulcano nel tempo | Il Zinefilo

  7. Pingback: Sniper 4 (2011) Bersaglio mortale | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.