Croc (2007) Caccia al predatore

CrocNel 2007 dalla Thailandia giunge in Occidente un grido accorato: «Anche noi sappiamo fare filmacci con bestiacce!»
Nasce così l’incredibile Thai Occidental Productions, che in quello stesso anno invade il mondo con tre super-filmacci: Caccia al ragno assassino (col mitico Lance Henriksen signore dei ragni!), Le scimmie assassine e questo assurdo Croc.
Che non si dica in giro che l’Italia si fa scappare l’immondizia che gira per il mondo: i film buoni e di bravi registi li schifa, ma la scolatura dei secchi dell’immondizia se la pappa subito! Così un canale molto attento alle porcate come Sky Cinema MAX – che per ogni prima visione costosa si compra pure dieci filmacci a due soldi – trasmette il film con il titolo Croc. Caccia al predatore, la cui data di trasmissione è forse quel 5 luglio 2009 riportato da IMDb.

Un attore che farà strada... nel senso che lavorerà per l'ANAS!

Un attore che farà strada… nel senso che lavorerà per l’ANAS!

Jack McQuade (Peter Tuinstra) è il classico americano in Asia, che cazzeggia sentendosi un dio tra i primati. Gestisce un piccolo zoo locale dove organizza i classici show coi coccodrilli tipici del luogo, ma anche partite di calcio con gli elefanti. Manca solo la lotta tra serpenti ed anziani come il Ratto di Leo Ortolani!
Un boss locale lo minaccia di far chiudere bottega e gli manda esattori più o meno violenti, mentre Jack e suo nipote Theo (Scott Hazell) se la spassano a rimorchiare le ragazze del posto.

Ok, il suo ruolo è inutile, però Sherry Phungprasert fa la sua bella figura

Ok, il suo ruolo è inutile, però Sherry Phungprasert fa la sua bella figura

Come se non bastassero i guai, Jack riceve la visita dell’ufficio d’igiene nella persona di Evelyn Namawong (la bella Sherry Phungprasert che poi ha scelto lo pseudonimo anglofono Sherry Edwards), che minaccia di far chiudere baracca e coccodrillini se non vengono rispettate almeno le basilari condizioni igieniche.
In mezzo a tutti questi casini, sarebbe la ciliegina sulla torta… se arrivasse pure un coccodrillo assassino!

Il più fiacco dei coccodrilli assassini

Il più fiacco dei coccodrilli assassini

Lo sceneggiatore Ken Solarz – che negli anni Novanta firmava ottimi prodotti televisivi come Crime Story e Miami Vice – non è stata una buona scelta. A fine carriera, Solarz spara a casaccio pezzi di trame presi da altri filmacci con bestiacce e crea un guazzabuglio che va da tutte le parti senza muoversi di un passo.
L’elemento quasi obbligatorio di questi film è che appena appare il mostrone arriva pure il Grande Cacciatore Bianco, un beota che dice cose stupide, che fa finta di essere esperto e poi fa cose che neanche un bambino di due anni farebbe.

Ammazza che paura fa, 'sto coccodrillo...

Ammazza che paura fa, ‘sto coccodrillo…

Essendo arrivato nelle acque locali un coccodrillone australiano – tipo quello che abbiamo incontrato in Krocodylus (2000) – la genialata sarebbe chiamare un Crocodile Dundee, un rozzo cacciatore australiano esperto nel trattare questi bestioni: si opta invece per un attore di Chicago, Michael Madsen.
In effetti la scelta è decisamente migliore: solo l’attore meno espressivo della storia può cacciare un coccodrillo fantoccio. I due infatti condividono lo stesso sguardo vacuo…

Tutta la potenza espressiva di Madsen è servita per mettersi la fascia in testa...

Tutta la potenza espressiva di Madsen è servita per mettersi la fascia in testa…

Stancamente e rubando i pezzi sbagliati ai film giusti, Croc spara a casaccio e non si capisce cosa accada in video. È un puzzle di filmacci con coccodrilli il cui momento topico lo si raggiunge quando il coccodrillone minaccia di mangiarsi la bambina Cagna.
Scusa, come hai detto che ti chiami? Cagna. Scusa, puoi ripetere il tuo nome? Cagna. Meraviglioso…
L’attore cane Madsen dà la caccia al coccodrillo che ghermisce Cagna: e il cerchio della vita si chiude…

L.

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Coccodrilli e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Croc (2007) Caccia al predatore

  1. Cassidy ha detto:

    Voglio il film sulle scimmie assassini! 😉 la citazione a Rat-Man mi ha fatto rotolare, una delle gag più divertenti di Ortolani… Mi sa che Sahrry Phuncosa resta il punto più alto del film, però ha fatto bene a cambiare il nome, troppe consonanti 😉 Madsen ormai è perduto nella produzioni Asylum, dove recita con la faccia di un malato terminale che chiede l’eutanasia… Tarantino salvalo tu! 😉 Cheers!

    Piace a 1 persona

  2. Ciccio Russo ha detto:

    Non sapevo che il filone dei coccodrilloni fosse così fecondo!

    Piace a 1 persona

  3. Pingback: Blood Monkey (2007) | Il Zinefilo

  4. nik96 ha detto:

    se la Thai Occidental Productions ha fatto 3 filmacci con creature be devo dire che questo film è l’unico dove il coccodrillo in questo film compare molto invece in scimmie assassine non compaiono affatto in tentacoli di paura il calamaro compare poco secondo me questo è l’unico dei 3 film che si salva.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.