Mr Crocodile Dundee 1 (1986)

Mr Crocodile Dundee 1 (7)

Il mese scorso un tale nel Territorio del Nord è stato attaccato da un coccodrillo, che con un morso gli ha staccato una gamba e l’ha lasciato lì a morire a centinaia di miglia dalla civiltà.
Dopo sei giorni quello si trascina fuori dalla boscaglia, si fa rattoppare e sparisce. Nessuna íntervísta, nessuna foto, níente.
Io l’ho scovato: gestisce una compagnia di safari in un posto che si chiama Giroingiro Creek. E lui sí chíama, senti questa… Michael J. Coccodrillo Dundee.

Il mito è servito: dopo tanti filmacci con coccodrilli, è il momento di conoscere l’uomo che sussurrava ai rettiloni squamosi: Mr. Crocodile Dundee, uno dei più grandi miti pop degli anni Ottanta.
Se non ne avete mai sentito parlare, vuol dire che siete stati ibernati nel 1985 e vi siete risvegliati vent’anni dopo!

Certi titoli colorati fanno subito Anni '80!

Certi titoli colorati fanno subito Anni ’80!

Quando nel gennaio 1987 la 28enne polacca Linda Kozlowski venne in Italia come ultima tappa del tour promozionale del film, affermò che il suo ruolo era così ambito che per ottenerlo ha dovuto chiedere l’intercessione di Dustin Hoffman. Va be’, prendiamola così come viene, questa informazione, ma trovo più interessante il fatto che all’epoca Paul Hogan era descritto come testimonial negli USA per promuovere il turismo in Australia, e le sue apparizioni in TV – dove lanciava coltelli e ballava il tip tap – erano così amate che ci fu il boom di vacanzieri verso l’isolona australe.
Il film gira qua e là per i cinema italiani dalla fine del 1986, mietendo consensi grazie all’eco della stampa e diventando un mito. Dopo la VHS Fox e una fortunata carriera televisiva, la Paramout lo presenta in DVD dal 15 febbraio 2002.

Michael J. "Crocodile" Dundee e... Cirillo!

Michael J. “Crocodile” Dundee e… Cirillo!

C’è chi dice che il 47enne australiano Paul Hogan abbia sorpreso tutti con questo esordio, ma in realtà in Occidente ci si dimentica spesso del “The Paul Hogan Show”: un travolgente successo televisivo che dal 1973 al 1984 ha invaso di comicità la TV australiana.
E chi (come me) è cresciuto a forti dosi di “Drive In” si ricorda bene le comiche di Hogan, che la trasmissione alternava a quelle storiche di Benny Hill: il giovane biondino, che all’epoca nessuno in Italia conosceva, adottava lo stesso stile velocizzato di Benny Hill per comiche divertentissime.

Nel 1986, chiuso lo show e smessi i panni da caratterista, Hogan si lancia in un altro ruolo caratteriale, che stavolta lo segnerà a vita.

La newyorkese e l'australiano, coppia perfetta!

La newyorkese e l’australiano, coppia perfetta!

Ci ritroviamo catapultati nella mitologica Walkabout Creek, casa di Mick Dundee che il doppiaggio italiano rese con “Giroingiro Creek”.
Con la scusa che la giornalista di grido Sue Charlton (Linda Kozlowski) sta scrivendo un pezzo di colore locale sullo strano “Crocodile” Dundee, inizia un viaggio nel deserto australiano che assomiglia più a una cartolina che a una sceneggiatura.
Paul Hogan gioca con il suo personaggio a metà tra il serio e il faceto, facendo il duro a volte per finta a volte sul serio. Ogni aspetto della flora e della fauna locale trova il suo spazio giusto, e poi scatta l’ovvia proposta: perché il rude selvaggio non fa un viaggio a New York?

I'm an Australian in New York

I’m an Australian in New York

Sette milioni di persone che vogliono vivere tutte insieme. Dev’essere il posto più affettuoso della Terra.

Oggi può sembrare scontatissimo il gioco del campagnolo nella grande città, e onestamente lo era anche all’epoca, ma non conta: Paul Hogan era divertente e tutti ridevamo alle sue mitiche battute.

Una delle battute da Dizionario del Cinema!

Una delle battute da Dizionario del Cinema!

Qualche allocco ha messo due cessi, qua dentro.

Il doppiaggio italiano fa i salti mortali per rendere la stranezza dello slang coccodrillesco di Hogan, che chiama la ragazza “svinfera” (sheila), il cibo “stragozzo” (tucker) e si rivolge a chiunque chiamandolo “il mio” (pal).
Erano gli anni in cui credevamo ai doppiatori ed eravamo abituati a mille mostruosità, quindi non ci stupivamo dell’assurdità delle parole.

92 minuti di applausi...

92 minuti di applausi…

Quello è un coltello? Questo è un coltello!

In un dizionario delle frasi che hanno influenzato l’umanità, Hogan che brandisce mezzo metro di lama e dice «Questo è un coltello» ha un posto assicurato. Le citazioni posteriori si sprecano e almeno metà del successo del film risiede in quella gag di pochi secondi.
Perché Mr. Crocodile Dundee è in fondo solo questo: uno scrigno di battute e situazioni divertenti tenute insieme alla meno peggio. La trama è in pratica inesistente, lineare all’eccesso e scontatissima, eppure è ancora un film che regge bene la sua età grazie unicamente alla simpatia del protagonista.

Per il potere del Ragazzo dal Kimono d'Oro, io ho il potere!

Per il potere del Ragazzo dal Kimono d’Oro, io ho il potere!

Ah, una curiosità: la scena in cui Hogan ammansisce il bufalone con la sola imposizione della mano… assomiglia in modo imbarazzante alla scena similare interpretata un anno dopo da Kim Rossi Stuart ne Il ragazzo dal kimono d’oro (1987) di Ludman/De Angelis. Giusto per sottolineare quanto Mr. Crocodile Dundee fosse penetrato in ogni fibra pop italiana.

Purtroppo ogni mito ha i suoi sequel, come vedremo la prossima settimana…

L.

amazon

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Coccodrilli e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a Mr Crocodile Dundee 1 (1986)

  1. Cassidy ha detto:

    Uno dei film che ha dato il via alla Ozplotation negli stati uniti, un film talmente mitico da fare il giro su se stesso (due volte!) ancora oggi mi scappano espressioni del doppiaggio come “Giroingiro”, però concordo con te, era un modo abbastanza atroce per cercare di rendere le differenze tra l’inglese Americano e quello degli ‘Aussie’. Bellissima rubrica non vedo l’ora di leggere anche dei sequel… Hai trovato il modo migliore per concludere l’argomento coccodrilli 😉 Cheers!

    Liked by 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Non riesco a trovare altri croc movies, ma non è escluso che ne appaiano in futuro. Ovviamente quelli Asylum, che ho già recensito nel vecchio blog, verranno ripescati nella rubrica dedicata alla mitica casa, di solito il giovedì 😉

      Mi piace

  2. Giuseppe ha detto:

    Il “The Paul Hogan Show” all’interno di Drive in me lo ricordo anch’io, così come ricordo quanta gente ancora c’era in sala a una proiezione di Mr. Crocodile Dundee in lingua originale (già oltre, quindi, una prima o anche un proseguimento di prima visione, come si usava ai tempi) 😉
    Peccato che poi Hogan non abbia praticamente fatto altro di rilevante (e avrebbe potuto eccome, se non avesse deciso di legarsi vita natural durante al ruolo del buono a tutto tondo)…

    Liked by 1 persona

  3. Denis ha detto:

    Ha fatto storia ma non l’ho mai guardato della Kozlowski c’era una pornodiva nostrana con nome simile mi sembra Orlowski,questa e un coltello lo diceva anche Mick dopo aver tagliato le dita a una ragazza in Wolf Creek.

    Liked by 1 persona

  4. Pingback: Mr Crocodile Dundee 2 (1988) | Il Zinefilo

  5. Pingback: Mr Crocodile Dundee 3 (2001) | Il Zinefilo

  6. Pingback: 21 Facts About Humanity That Sound Made-Up But Are Completely True |

  7. Pingback: Weggl | 21 Facts About Humanity That Sound Made-Up But Are Completely True

  8. Pingback: 21 Facts About Humanity That Sound Made-Up But Are Completely True - Uplifting Daily

  9. Pingback: Il grande Joe (1998) | Il Zinefilo

  10. Pingback: 12 Fakten über die Menschheit die erfunden klingen aber komplett wahr sind |

  11. Pingback: Mr. Crocodile Dundee (1986) | IPMP – Italian Pulp Movie Posters

  12. Pingback: These 21 facts about humanity sounds made up but are completely true – The Conscious Mind

  13. Pingback: Croc (2007) Caccia al predatore | Il Zinefilo

  14. Pingback: 12 Fakten über die Menschheit die erfunden klingen aber komplett wahr sind

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...