L’alba del pianeta delle scimmie (2011)

L'alba del pianeta delle scimmieServono almeno dieci anni per far dimenticare al pubblico le scimmie di Tim Burton – e Tim Burton stesso – ma alla fine i film con le scimmie sono come l’influenza: prima o poi… ritorna sempre!
Girato tra l’estate del 2010 e quella del 2011, Rise of the Planet of the Apes del quasi esordiente Rupert Wyatt esce nei cinema americani il 5 agosto 2011. Il titolo scelto inizialmente era il decisamente più epico Caesar: Rise of the Planet of the Apes, ma si è optato per togliere il nome del “condottiero”.
Con il titolo L’alba del pianeta delle scimmie arriva nei cinema italiani il 23 settembre 2011 (fonte: ComingSoon.it) e in DVD Fox dal 25 gennaio 2012. Il relativo Blu-ray appare il 24 luglio 2014.

Il famoso gioco di abilità detto Dei Tre Peni!

Il famoso gioco di abilità detto Dei Tre Peni!

Certi incontri cambiano la vita. Per esempio quando Amanda Silver, che ha esordito scrivendo il mitico La mano sulla culla (1992), incontra Rick Jaffa, che adattava romanzi per il cinema negli anni Novanta, inizia una collaborazione davvero ricca. Jaffa e Silver hanno scritto Jurassic World (2015) e hanno in cantiere tre super-blockbuster – Heart of the Sea. Le origini di Moby Dick (2015), Avatar 2 (2017) e Avatar 3 (2018) – e tutto questo piatto ricco lo devono solo al dittico di film di scimmie che scrivono e producono.
Peccato che noi spettatori non ci abbiamo guadagnato alla stessa maniera…

Dai ragni alle scimmie... grande carriera!

Dai ragni alle scimmie… grande carriera!

Il bel dottorino Will Rodman, interpretato dagli occhioni strizzati di James Franco, conduce una ricerca per curare l’Alzheimer perché – indovinate un po’? – della terribile malattia ne soffre suo padre Charles (il mitico John Lithgow). Se suo padre avesse avuto la gonorrea, il film sarebbe andato in ben altra direzione…
Una delle sue scimmie sembra reagire bene al virus creato per combattere il male, e Will se la cresce a casa propria studiandone gli sviluppi. Perché questo virus in laboratorio rende geniale la scimmietta di nome Caesar…

Vedi, Caesar, quelle si chiamano "bocce"....

Vedi, Caesar, quelle si chiamano “bocce”….

Come si capisce se una scimmia è intelligente? Basta guardare se porta i pantaloni, e Caesar li porta per tutto il film… senza alcuna motivazione apparente se non la premura della Fox di evitare di mostrare il sederino peloso del suo protagonista.
Caesar è geniale e risolve le parole crociate con una zampa sola, è così geniale da comportarsi come il più beota americano medio: reagendo cioè alle provocazioni dell’idiota di turno.
Ma se Caesar è così intelligente… che ci fa in questa cretinata di film?

Sono digitale e ti mangio il dito. E ringrazia che non sono analogico...

Sono digitale e ti mangio il dito. E ringrazia che non sono analogico…

Il virus in laboratorio fa bene alle scimmie ma malino agli uomini, che cominciano a morire. Nel giro di un paio d’ore le scimmie sono diventate “cervelli in fuga” e gettano le basi del Pianeta delle Scimmie, quando anche la più claudicante delle sceneggiature anni Settanta prevedeva almeno vari decenni per cambiamenti così radicali.
Nel boschetto dietro casa Caesar diventa King of Jack and Shit – e Jack ormai sta morendo. (Questa la capiscono solo i fan persi di Army of Darkness!)

Tutta qui la reazione umana alla rivolta delle scimmie?

Tutta qui la reazione umana alla rivolta delle scimmie?

La reazione umana è titanica: un tizio – solo uno – si presenta con un bastoncino e cerca di fermare uno scimpanzé che potrebbe strappargli le braccia con uno sbadiglio. E quando questi lo afferra, grida:

Togli quella zampa puzzolente, lurida maledetta scimmia

Ennesima reinterpretazione del doppiaggio italiano della mitica «Take your stinking paw off me, you damn dirty ape!» di charltonhestiana memoria.
Il pathos del momento è di quelli che fanno esplodere il cuore, e Caesar davanti agli ordini dell’idiota ha una spinta evolutiva e… grida la parola «NO!»
Cioè l’unica parola che le scimmie espressamente non dicevano mai nel precedente ciclo…

Io James Franco, tu Cita!

Io James Franco, tu Cita!

Quindi se uno è tanto intelligente gli crescono le corde vocali? E se è più intelligente degli stupidi umani, perché gli viene da parlare con la stessa lingua?
Quindi le scimmie vanno tutte a vivere assieme malgrado le differenze di specie? Ma i due sceneggiatori hanno mai visto un documentario in TV? Le scimmie si trappano le braccia anche se solo appartengono a cespugli diversi, figuriamoci a razze!
Insomma, con la solita dabbenaggine e buffoneria tipica delle grandi sceneggiature americane si dipana un film imbarazzante e ridicolo in ogni fotogramma: una vomitata di luoghi comuni riversata su schermo senza alcun criterio.
Però le scimmie sono fatte bene al computer… Ci mancherebbe che le avessero pure fatte male!

L.

amazon

– Ultimi post simili:

IL COMMENTO DEL BLOG “DOPPIAGGI ITALIOTI”

VEDI IL FILM A € 2,99

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Scimmie e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a L’alba del pianeta delle scimmie (2011)

  1. Cassidy ha detto:

    Mi è sempre sembrato un film squilibrato, la prima metà spiega, enfatizza, sottolinea, come per il gas che rende intelligenti le scimmie, la seconda metà, a corto di minuti, accelera, esagera a butta tutto in caciara. Perché le scimmie dello Zoo di San Francisco seguono Cesare senza fiatare? Perché si ribellano agli umani e non, che so, si mettono a fare quello che fanno le scimmie di solito (spulciarsi e lanciare palle di cacca contro gli umani)? Poi ha i suoi momenti, quel “NO!” è intenso, Andy Serkis è un grande, però per metà è quasi un film riuscito, poi… Boh! 😉 In compenso quello successivo è peggio, aspetto di leggere il tuo commento 😉 Cheers!

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Mi fa paura il fatto che due sceneggiatori così semplicistici abbiano in mano film così grandi, e infatti ho visto il loro Jurassic World a bocca aperta: tutto qui? Il dino-filmone attesissimo con una storia che non andrebbe bene neanche per un film TV? Rido al pensiero di ciò che faranno con Avatar 2 e 3 😀

      "Mi piace"

  2. Denis ha detto:

    James Franco da lezioni all’università di recitazione(gulp)John Lightnow pensavo che gli facevano fare l’assassino di scimmie,Andy Serkis l”ho visto in Burke e Hare di Landis,dal vero e uguale a Gollum,quella roba che strappano braccia è vero una teneva in casa una scimmia che strappò braccia,occhi,naso alla sua amica, per legge poteva tenerla anche Tyson aveva una tigre.
    Infine stanotte ti segnalo Codice Omega con due idoli dello Zinefilo ;Casper Van Dien,Micheal Ironside(chissà se perde le braccia nel film)

    Piace a 1 persona

  3. loscalzo1979 ha detto:

    Sei un masochista, non ho altre spiegazioni XD

    Piace a 1 persona

  4. Giuseppe ha detto:

    Con tutto il più che meritato rispetto per Lithgow, Serkis e Franco ma ritenendo che le scimmie evolute (qui realizzate superbamente, d’accordo) abbiano con tutta probabilità ormai fatto il loro tempo, non ho mai provato entusiasmo o curiosità per questo ennesimo remake…
    P.S. Sul versante erotico effettivamente esiste un “Play-Mate of the Apes” del 2002, se proprio vuoi continuare a far ballare la scimmia 😉

    Piace a 1 persona

  5. Pingback: Apes Revolution (2014) | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.