Alien Apocalypse (2005)

Alien ApocalypseChissà quali accuse penali pendenti deve aver avuto il mitico Bruce Campbell per accettare di lavorare a questa porcata nel 2005: va bene che Sci-Fi Channel (diventato in seguito Syfy) distribuisce spazzatura maleodorante a un ampio pubblico e quindi è pur sempre fonte di visibilità e notorietà, ma anche il telegiornale lo è: a questo punto è meglio la cronaca nera, no?
È anche vero che sia Sam Raimi che Bruce sono amici di Josh Becker da lunga data: tanto per dirne una, Becker come attore ha vestito i panni di un demone in tutti e tre i film di Evil Dead! Come regista ha diretto un po’ di episodi di Xena: Principessa guerriera, prodotto da Raimi con comparsate di Campbell.
Insomma, Josh Becker è “di famiglia”, così gli perdoniamo il peccato capitale di aver scritto e diretto l’inguardabile Alien Apocalypse.
Il film viene deposto in home video il 26 marzo 2005 e inizia a girare il mondo, arrivando in DVD italiano il 24 gennaio 2007: la DNA lo ristampa in DVD il 26 novembre 2015.

La posa "regale" è l'unico segno di sé che darà il povero Bruce

La posa “regale” è l’unico segno di sé che darà il povero Bruce

Siamo nella Terra del futuro, quando un’invasione aliena ha dato vita al solito olocausto in cui gli uomini finiscono schiavi del luogo comune, nel solito schema fisso da Mad Max.
Dopo essere stati quarant’anni in missione nello spazio, quattro astronauti tornano sulla Terra chiedendosi cosa sia rimasto in piedi della civiltà che hanno conosciuto: scoprono il loro pianeta da vent’anni in mano agli alieni.
Gli insettoni dello spazio hanno conquistato il pianeta perché ghiotti del nostro legno, che per loro è una risorsa preziosissima, e hanno reso schiavi gli uomini perché lo taglino e lo preparino… in forma di comodi snack.

Costretti dagli alieni... a fare KitKat di legno!

Costretti dagli alieni… a fare KitKat di legno!

Sfuggiti alla prigionia, gli astronauti superstiti Ivan (Bruce Campbell) e Kelly (Renée O’Connor) si uniscono alla resistenza, un gruppo di uomini abbrutiti che conducono una vita primitiva in attesa del Salvatore: credono infatti che il Presidente Demsky sia vivo e saprà salvarli.
In attesa di questa “seconda venuta”, ci pensa Ivan ad organizzarli, dopo averli curati. Perché Ivan è osteopata… e non chiedetevi perché abbiano mandato un osteopata nello spazio!

Tra un legno e l'altro, me pappo l'umano!

Tra un legno e l’altro, me pappo l’umano!

È facile trovare nella rivolta umana contro gli alieni le stesse intenzioni che animarono Army of Darkness, ma mentre quello è un capolavoro senza tempo… Alien Apocalypse è pura sporcizia puzzolente. Sarà la differenza di regista o l’assenza di un budget decente, ma in realtà è una questione puramente “visiva”.
Sam Raimi non ha mai avuto molti soldi da spendere ma i suoi prodotti sono visivamente geniali: a lui bastava Campbell e una cinepresa per creare un mito. Qui Becker ha Campbell e una telecamera… ma non sa davvero cosa farci.
E poi siamo nel 2005, quando gli effetti speciali sono alla portata di tutti e quindi fanno schifo: due alienini fatti al PC di casa distruggerebbero qualsiasi prodotto, anche il migliore.

Vi guiderò, con la potenza della mia barba!

Vi guiderò, con la potenza della mia barba!

Se invece di Campbell ci fosse stato qualsiasi altro attore, non si sarebbe notata la differenza. Il mitico Bruce è sotto tono e non fa nulla di ciò per cui è famoso: non si lancia in alcuna scena “fisica” da mattatore né si affatica a lanciare “frasi maschie”.

La tua stupidità è in fase terminale, e questa è la cura.

È il massimo che dice il suo personaggio, prima di sparare a un traditore umano. Davvero ben misera cosa, da cotanto attore.
Insomma, Alien Apocalypse è un enorme sbaglio e probabilmente Campbell era ricattato in qualche modo, per accettare di parteciparvi.

Give me some sugar, baby!

Give me some sugar, baby!

Due curiosità.
La colonna sonora è firmata da Joseph LoDuca, storico compositore di Raimi, mentre le location bulgare sono testimoniate dalla presenza del fastidioso Velizar Binev, caratterista presente in ogni filmaccio americano girato su suolo bulgaro. Visto che gran parte del cinema in home video è girato lì, capite che questo tizio è ovunque!

L.

amazon

– Ultimi post simili:

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Fantascienza e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Alien Apocalypse (2005)

  1. Cassidy ha detto:

    Ti dico solo questo, ho il DVD originale nella mia collezione 😉 Bruce che fa il verso al pianeta delle scimmie, non potevo esimermi 😉 Cheers!

    Mi piace

  2. Giuseppe ha detto:

    Probabile che Campbell fosse convinto (magari proprio per via di Becker e della O’Connor) di partecipare a qualcosa di raimiano, riuscendo anche a dare il suo contributo in tal senso. Solo che non è esattamente andata in questo modo, ed abbiamo avuto invece un classico prodotto Syfy: prendere o lasciare…
    P.S. Quanto mi sarebbe piaciuto molto di più vedere Bruce in altre circostanze, tipo un buon film a completamento e, perché no, anche ad eventuale futuro rilancio de “Le avventure di Brisco County Jr ” 😉

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Qualsiasi fosse la promessa iniziale, mi sembra ovvio che non è stata mantenuta 😛

      Mi piace

      • Giuseppe ha detto:

        Già! Oppure, può essere stata mantenuta parzialmente… Nel senso che Becker aveva sì promesso a Campbell di pagarlo comunque. Omettendo però di dirgli subito che l’avrebbe fatto in legno (abbondante sul set) invece che in dollari (visto lo scarso budget): la penultima immagine ritrarrebbe l’espressione che ha fatto, venendolo a sapere 😉

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.