Crash Landing (2005) Atterraggio d’emergenza

Crash LandingAntonio Sabato jr. e Michael Paré diretti da Jim Wynorski…
Tutti in piedi, per favore, e battete le mani: sono pochi al mondo i film che vantano una così alta dose di Z!
Il re dei filmacci che dirige i due principi della Z: applausi a scena aperta!

Quando vedete questo marchio, preparatevi alla Z di qualità!

Quando vedete questo marchio, preparatevi alla Z di qualità!

La mitica CineTelFilms, artefice di potenti filmacci, affida al mitico Jim Wynorski il compito di scrivere e dirigere questo Crash Landing. Nella sceneggiatura il Re si fa aiutare da William Langlois (fresco di Sea Ghost) e Paul A. Birkett, e per la regia un po’ si vergogna: infatti si nasconde dietro lo storico pseudonimo Jay Andrews.
Presentato prima in Spagna il 2 luglio 2005 (forse per vedere se la gente moriva durante la visione!), il film esce negli USA direttamente in DVD l’11 luglio successivo. La Eagle Pictures lo porta in DVD italiano il 9 novembre 2005 con il titolo Atterraggio d’emergenza.

Inespressivo principe dei filmacci, presente!

Inespressivo principe dei filmacci, presente!

Il maggiore John Masters – interpretato dal sempre graniticamente inespressivo Antonio Sabato jr. che abbiamo già incontrato in Shark Hunter (2001) – è un pilota formidabile e riesce a salvare un aereo praticamente spacciato. Ai suoi superiori non piace però il suo comportamento così lo mettono in “punizione”: lo mandano cioè a scortare un viaggio in Australia della giovane Rochelle (l’esordiente Brianne Davis), figlia dell’alto papavero Henderson Davis (Kevin Dobson).

La biondina viziata e i suoi amici gggiovani

La biondina viziata e i suoi amici gggiovani

Invischiato in questo soggetto classico che più classico non si può, il maggiore Masters deve fare inespressivo viso a banale gioco e sopportare i gggiovani amici dementi della biondina viziata Rochelle.

Tipica espressione da bodyguard

Tipica espressione da bodyguard

Indovinate un po’? Il volo non si rivela per nulla tranquillo, perché dei terroristi hanno ucciso preventivamente tutte le hostess e gli steward così da prenderne il posto: a metà del viaggio, il bieco Carl Trenta (René Rivera) prende in ostaggio l’intero aereo.

Fermi tutti: questo è uno stereotipo!

Fermi tutti: questo è uno stereotipo!

Il maggiore Masters però non si lascia cogliere impreparato e si nasconde nella stiva con la biondina Rochelle.

– Quante pallottole hai?
– Solo sei.
– Sono poche!
– Posso lanciare lo champagne…

Con la potenza delle sue “frasi maschie”, il maggiore Masters avrà la meglio sui cattivoni terroristi!

Antonio Sabato jr. in una scena di azione adrenalinica!

Antonio Sabato jr. in una scena di azione adrenalinica!

Lo scontro con i dirottatori – tra cui un capelluto Paul Logan, attore-stuntman che qualcuno ricorderà prendere a calci i pescioloni Asylum di Mega Piranha (2010) – sarà all’insegna dell’action più maschio: dopo che un cattivone gli ha svuotato un caricatore addosso, diecimila proiettili buttati nel vuoto, Masters si alza e spara un solo colpo, ammazzando il cattivo. Applausi a scena aperta!

Oddio, Paul Logan con 'sti capelli non se po' vede'!

Oddio, Paul Logan con ‘sti capelli non se po’ vede’!

Però il dirottamento è solo uno dei problemi: c’è infatti il guaio che i proiettili hanno danneggiato lo scafo e i motori, e l’aereo sta velocemente perdendo quota. Bisogna atterrare, e farlo in fretta.

Fermi tutti, questo è Michael Paré!

Fermi tutti, questo è Michael Paré!

In questa seconda parte entra in ballo Michael Paré: ve lo ricordate? Ha una filmografia sterminata, calca i set dagli anni Ottanta ma ha avuto un minimo di notorietà – almeno in Italia – negli anni Novanta. Fa ancora un mare di film ma tutti di bassissimo livello, e solo in rari casi arrivano anche da noi.
Qui interpreta Williams, capitano di un avamposto sperduto – l’Atollo di Nettuno – che d’un tratto diventa di vitale importanza: la sua base d’atterraggio in pessime condizioni è l’unica speranza per l’aereo guidato da Masters.

Il black buddy e le sue battute che non fanno ridere

Il black buddy e le sue battute che non fanno ridere

Mentre la splendida musica di Neal Acree – specializzato in action come 7 Seconds (2005) o 6 Bullets (2012) – si lancia in un tema d’azione epica, il sergente Mac Peterson – Billy “Sly” Williams impegnato nel solito ruolo di black buddy che fa battute che non fanno ridere – guida gli scavatori per preparare la pista. Cioè la cosa meno d’azione e meno epica che esista…
Solo Wynorski può rendere epici degli scavatori!

La potente azione degli scavatori: ammazza che action!

La potente azione degli scavatori: ammazza che action!

Questo Crash Landing è un delizioso piccolo gioiello grezzo che andrebbe rivalutato: rispetto agli altri filmacci ha sicuramente una marcia in più. Gli attori sono divertiti e divertenti, le battute del black buddy fanno schifo e le scene d’azione sono ridicole.
Insomma… puro divertimento!

L.

– Ultimi post simili:

TEMA MUSICALE DI NEAL ACREE

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Disastri Aerei e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

20 risposte a Crash Landing (2005) Atterraggio d’emergenza

  1. Giuseppe ha detto:

    Beh, un minimo di realismo l’hanno anche rispettato: i proiettili potranno anche mancare in continuazione l’eroe dalla distanza di due centimetri, ma almeno danneggiano motori e scafo (d’accordo, si comportano in modo un tantino selettivo, ma nun stamo qua a spaccà er capello ‘n quattro)! 😉
    Certo che Antonio Sabato jr., con quella faccia… Inutile, non resisto.
    Masters: “Posso lanciare lo champagne…”
    Rochelle: “Cosa speri? Di ubriacarli così poi si lasciano colpire da te senza crearti casini?”
    Masters (non risponde, impegnatissimo) : “Ma vaffanc… Porca putt… Cazz… Merd…”
    Rochelle (girandosi a guardare): “Ehi, ma che stai facendo?!?”
    Masters: “Dobbiamo cambiare strategia… Non riesco a far entrare questo fottuto champagne nel caricatore” 😀

    Piace a 1 persona

  2. Denis ha detto:

    Micheal Parè un momento di gloria l’ha avuto con Strade di fuoco di Hill in cui doveva salvare quella squinzia di Diane Lane(pensa che il videogioco di Final Fight si ispira a questo film,infatti una dei tipi selezionabili si chiama Cody) l’ho visto in Moon 44 di Emmerich e in altro filmaccio girato in Bulgaria dove faceva il cattivo e il buono era Lundgren.

    Piace a 1 persona

  3. Cassidy ha detto:

    Ogni volta che vedo Antonio Sabato jr. sono felice perchè so che domani è festa 😉 Per il resto, il lancio dello Champagne vince mani basse la classifica delle battutacce 😉 Davvero una chicca questa… Cheers! 😉

    Piace a 1 persona

  4. Pingback: Atterraggio d’emergenza (2005) | CitaScacchi

  5. Pingback: Sharkansas Women’s Prison Massacre (2015) | Il Zinefilo

  6. Pingback: Fire Twister (2015) Uragano di fuoco | Il Zinefilo

  7. Pingback: Weather Wars (2011) Un telecomando per il meteo | Il Zinefilo

  8. Pingback: Guida TV in chiaro 10-12 novembre 2017 | Il Zinefilo

  9. Pingback: Il 2017 del Zinefilo | Il Zinefilo

  10. Pingback: Guida TV in chiaro 3-5 agosto 2018 | Il Zinefilo

  11. Pingback: Guida TV in chiaro 31 agosto-2 settembre 2018 | Il Zinefilo

  12. nik96 ha detto:

    questo film è stato trasmesso su Italia 1 in seconda serata il 1 settembre .

    Piace a 1 persona

  13. Pingback: Guida TV in chiaro 26-28 ottobre 2018 | Il Zinefilo

  14. Pingback: [Pseudobiblia] Woman on the Run (2017) | nonquelmarlowe

  15. Pingback: Woman on the Run (2017) Chi ha rubato la mia vita? | Il Zinefilo

  16. Pingback: Arachnoquake (2012) Aracnosisma | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.