[Asylum] Mega Shark vs Kolossus (2015)

Mega Shark vs KolossusAhahahahahahahahahahahahhaha. (Scusate, questo ero io la prima volta che ho visto la locandina!)
La inarrestabile The Asylum continua il suo ciclo di film sugli squaloni – ciclo che, lo ricordo, ho seguito nel vecchio blog e che pian piano trasmigrerò anche qui – e il 18 giugno 2015 presenta sulla famigerata Syfy questo incredibile e inqualificabile Mega Shark vs Kolossus.
La fedelissima Dynit Minerva lo porta in DVD italiano dal 14 ottobre 2015.

Mi è sembrato di vedere uno squalone...

Mi è sembrato di vedere uno squalone…

Chi può scrivere una sceneggiatura che superi in efferatezza i deliri già presentati? La Asylum si affida ad uno dei suoi attorini, Edward DeRuiter, perché già ha fatto un ottimo lavoro con 2-Headed Shark Attack (2012) e Mercenarie (2014).
A dirigere il tutto, un nome che è una garanzia di filmaccio da ridere fino a strozzarsi: Christopher Douglas-Olen Ray, che ogni tanto si accorcia (giustamente) il nome in Christopher Ray, che abbiamo visto recentemente in Asteroid vs Earth (2014) e Mercenarie (2014).

Unità sottomarina anti-megalodonte (non fate domande!)

Unità sottomarina anti-megalodonte (non fate domande!)

Il mondo sta vivendo un brutto periodo, e finalmente gli americani possono tornare al loro grande amore: l’odio per i russi. Era dal 1991 che ce l’avevano in gola, che piangevano perché non esistevano più i sovietici a cui dare la colpa di tutto, e finalmente Putin è riuscito nell’intento che lo farà ricordare nella storia: ha rianimato la narrativa americana anti-russa!
Così qui troviamo un finto peschereccio russo che, trivellando in cerca di mercurio rosso (e di che colore vuoi che sia, se lo vogliono i russi?) fa uscire da un’ostricona uno squalone gigantone. Ok, non fatemi domande: certe cose vanno credute per fede.
Lo squalone fa ciaone e si mangia tutti d’un sol boccone…

Ciaone dallo squalone!

Ciaone dallo squalone!

Una parola va spesa per le forze americane anti-megalodonte. (Ah, vi sento che fate domande, tipo “ma che cacchio sono le forze anti-megalodonte?” Be’, smettetela!)

Perché indossare abiti di pelle (e scollati) in un sottomarino?

Perché indossare abiti di pelle (e scollati) in un sottomarino?

I due sottomarini americani piccoli così sono guidati da donnine piccole così con tettine piccole così che vengono messe in mostra, in modo tanto gratuito quanto inutile. Mentre le megalodon-girls e le loro tutine di pelle sparano proiettilini piccini picciò allo squalone, usando un joystick del Commodore64, lo squalone si fa una risatona e le sbatte… addosso alla statua di Gesù di Rio de Janeiro!
Sono passati dieci minuti di film, e già il Zinefilo è piegato in terra a contorcersi dalle risate!

Prima Gesù... e poi non c'è più!

Prima Gesù… e poi non c’è più!

Quando c’è un problemone con un mostrone, che sia serpentone o squalone, c’è un’unica soluzione: chiamare uno squadrone. Possibilmente di mentecatti, anche se non fa rima.
Così entra in scena Moira King, soldatessa interpretata dalla minuscola Amy Rider (evidentemente stanca dei cinque anni di serie TV La vita segreta di una teenager americana e desiderosa di fare un bel filmaccio!) e il suo collega Benedict (Bryan Hanna, specializzato in filmacci) che è a capo della squadrona buffona.
E cosa fa la squadrona cialtrona? Riattiva involontariamente Kolossus, un robot colossale che la Russia teneva criogenizzato… E via, ancora per terra a ridere!

Kolossus Spacca!

Kolossus Spacca!

Per fortuna torniamo con i piedi per terra con la dottoressa Alison Gray (Illeana Douglas, brava attrice di lunga carriera), che ha scritto il saggio Megalodonte: strategie di difesa: dite quello che volete, ma per me è qualificata ad essere in un film Asylum!

La dottoressa occhialuta ha la soluzione per salvare il mondo!

La dottoressa occhialuta ha la soluzione per salvare il mondo!

Il suo odiato antagonista, il dottor John Bullock (Jeff Hatch), le fa le scarpe e vuole aiutare la Marina a sbarazzarsi del megalodonte, ma lo squalone ora è una risorsa… perché è l’unico che può affrontare il gigante Kolossus!

YATTA KOLOSSUS!

YATTA KOLOSSUS!

Nel delirio più totale, una cosa è chiara: pur se filmaccione con squalone e colossone, questo è un simbolo della filosofia americana che ha distrutto il mondo negli ultimi decenni.
Quando nasce un problema, la prima cosa che fanno gli americani è creare una soluzione che faccia più danni del problema, così che una volta risolto si ritrovano con un problema più grande. Allora creano una soluzione ancora più dannosa per risolvere la soluzione di prima, e via verso l’abisso.
Così lo squalone è sì cattivo, è sì un mostro che vuole uccidere migliaia di persone, però è utile per combattere Kolossus e quindi è nostro amico: vi ricorda qualcosa? Se pensate alla politica americana internazionale dalla Seconda guerra mondiale ad oggi, siete davvero dei maliziosi!

Come to me... My love... To the sea... The sea of love

Come to me… My love… To the sea… The sea of love

In un’orgia di nomi mitologici buttati a casaccio, di nozioni da Trivial Pursuit snocciolate con faccia tosta incredibile, con le solite portaerei che ormai appaiono in quasi tutti i film Asylum, e insomma con la divertita cialtroneria a cui la famigerata casa ci ha abituati, questo film concorre ad essere la Porcata dell’Anno: il filmaccio migliore per salutare il 2015.
Ma non distraetevi mai: se il finale di questo film ci insegna qualcosa… è che la madre degli squaloni è sempre incinta!

L.

amazon– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Squali, The Asylum e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

20 risposte a [Asylum] Mega Shark vs Kolossus (2015)

  1. Cassidy ha detto:

    Hai perfettamente ragione, questo è il film in cui l’Asylum ha dato il peggio di se 😉 Le sommergibiliste che sembrano uscite da un porno e i russi di nuovo cattivi, per altro come dici giustamente tu, il buon (si fa per dire) Vladimiro Putin è riuscito a rendere di nuovi i Russi cattivi al cinema, ma lui stesso potrebbe essere uno degli Expendables 😉 Per altro Kolossus temo sia ispirato al manga “L’attacco dei Giganti” ma non sono molto esperto di quel fumetto… “Lo squalone fa ciaone e si mangia tutti d’un sol boccone…” su questa sono morto dal ridere 😉 Cheers!

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Io dei manga so solo che esistono, stop, quindi non possono esserti d’aiuto! Una volta ho provato a leggerli e m’è venuto il mal di testa: non sono proprio portato 😛
      Expendables 4 con Putin nel cast sarebbe da Premio Nobel 😀

      "Mi piace"

  2. Giuseppe ha detto:

    Kolossus è la materializzazione del sogno di rinascita della Grande Madre Russia voluta da Putin, pronto a battersi contro gli imperialisti squaloni americani che vogliono impedirglielo… Beh, almeno potrebbe essere un’interpretazione alternativa 😀 Per il resto, la Asylum qui mi lascia letteralmente senza parole (tranne che, in questo frangente, L’attacco dei Giganti -l’anime, più che il manga- è venuto in me pure a me. Se dai una rapida occhiata in rete, noterai più di una somiglianza)…
    P.S. Si contenga a tavola a Natale, dottor Lucius 😉

    Piace a 1 persona

  3. Denis ha detto:

    Mamma mia che mega trashata,L’attacco dei giganti l’hanno appena passata in chiaro ,in pratica dei ragazzini(problematici) tramite bombole,rampini e spade devono uccidere dei giganti che se li pappano con gusto,comunque gli americani vedono gli stranieri come invasori,guarda il wrestling li e proprio evidente(tra l’altro in 2 headed shark la protagonista popputa e Brooke Hogan,figlia di Hulk Hogan).
    Ah ieri ho visto 2 film bellissimi Fuori orario di Scorsese,e Stray Cat Rock sex Hunter adatto allo Zinefilo in pratica una storia di teppistelle giapponesi(sex non c’è ne).
    Auguri Etrusco.

    Piace a 1 persona

  4. loscalzo1979 ha detto:

    avrei mille cose da dire, ma c’è chi può riassumere meglio di me:

    Piace a 1 persona

  5. Pingback: [Asylum] 2-Headed Shark Attack (2012) | Il Zinefilo

  6. Pingback: [Asylum] 3-Headed Shark Attack (2015) | Il Zinefilo

  7. benez256 ha detto:

    La Dottoressa occhialuta sembra Nina Hartley, professione pornostar…

    Piace a 1 persona

  8. nicholas ha detto:

    la scena dello squalo che viene lanciato nello spazio mi ha fatto morir dal ridere e poi dal finale è provabile che faranno un 5 capitolo ma secondo me il migliore è MEGA SHARK Vs. Crocosaurus

    Piace a 1 persona

  9. Pingback: [Asylum] Independents’ Day (2016) | Il Zinefilo

  10. Pingback: [Asylum] Ice Sharks (2016) | Il Zinefilo

  11. nicholas ha detto:

    chissa se un giorno l’Asylum fara un film dal titolo MEGA SHARK VS GODZILLA sarebbe bello bello uno scontro tra le 2 creature marine dopo Godzilla vs Kong secondo me ci vorrebbe.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.