High-Kick Girl! (2009) Calcialo più in alto

high-kick-girl-hai-kikku-gru.15408Scopro con piacere l’esistenza della casa giapponese Hexagon Pictures: per chi non mi legge, i racconti del mio personaggio Giona Sei-Colpi vedono la presenza di un’arena di combattimenti chiamata Hexagon!
La Hexagon Pictures permette a Fuyuhiko Nishi di esordire alla sceneggiatura e alla regia con questo acerbo ma imperdibile High-Kick Girl! (Hai kikku gâru!).
Il film viene presentato in anteprima il 24 maggio 2009 al britannico Terracotta Far East Film Festival, prima di uscire in patria 30 maggio successivo. Risulta ancora inedito in Italia.

Calci all'ombra della Finta Eiffel!

Calci all’ombra della Finta Eiffel!

Un tizio vola dalla finestra addosso a due passanti e un altro atterra su un’auto lì vicino: con uno stunt rozzo ma efficace inizia un film… rozzo ma efficace.

Tenshô (Ichirô Sugisawa), detto Codino Salterino

Tenshô (Ichirô Sugisawa), detto Codino Salterino

Dopo un combattimento traballante e senza motivo, ci ritroviamo in un salto temporale: in un dojo assistiamo ad una lezione di karate tenuta da Tatsuya Naka, protagonista di Kuro-obi (2007): ho sbagliato film? No, se nel film precedente era un “maestro ribelle”, qui fa il saggio Yoshiaki Matsumura, maestro di karate e di filosofia di vita.

Senza il pizzetto Tatsuya Naka perde tutto il suo fascino!

Senza il pizzetto Tatsuya Naka perde tutto il suo fascino!

Senza pizzetto il mitico Tatsuya è un po’ meno carismatico, ma il suo stile è immutabile! (Relegato a comparsa, c’è pure Yûji Suzuki: il terzo allievo del citato Kuro-obi.)

Guarda l'uccellino...

Guarda l’uccellino…

Altro salto nel vuoto e ci ritroviamo in un dojo all’aperto dove arrivano due studenti: l’imbranato Ryôsuke (Ryûki Takahashi) e Kei Tsuchiya, la protagonista del film interpretata dalla spettacolare Rina Takeda.

Rina Takeda, acerba ma già mitica

Rina Takeda, acerba ma già mitica

Meno che diciottenne – è del giugno 1991 e il film è del maggio 2009 – l’altissima Rina Takeda si presenta subito con un fisico e un’espressione che la fanno da padroni.
Sdrumato l’ennesimo maestro, Kei tiene alta la sua fama di “cacciatrice di cinture nere”.

Ognuno il suo hobby: Kei colleziona culi presi a calci!

Ognuno il suo hobby: Kei colleziona culi presi a calci!

Malgrado i saggi consigli del maestro Matsumura, Kei non riesce a tenere a bada la propria irruenza e anzi decide di fare il “provino” per entrare nella banda dei Destroyers: un gruppo di criminali esperti di arti marziali, capeggiati da Ryûsoku (Masahiro Sudo), che picchia la gente su commissione.

Le tre Grazie giapponesi!

Le tre Grazie giapponesi!

Pestato chi doveva pestare, Kei è convinta di essere stata presa dai Destroyers ma la realtà è un’altra: il capo Ryûsoku l’ha semplicemente fatta cadere in trappola perché vuole mettere le mani sul maestro Matsumura e userà la ragazza come esca.

I cultori noteranno lo splendido modello giapponese di nunchaku esagonale

I cultori noteranno lo splendido modello giapponese di nunchaku esagonale

Già che c’è, si porta avanti con i lavoro mandando a pestare gli allievi di Matsumura dai suoi giovani sgherri Chôen (Kazuma Takeda, credo fratello della protagonista) e Chôka (Aya Sugiyama): entrambi faranno un ottimo lavoro.

Chôka (Aya Sugiyama) gira gira e fa la ruota

Chôka (Aya Sugiyama) gira gira e fa la ruota

La caccia la maestro Matsumura continua, e mentre questi esegue kata in acqua arrivano altri sgherri, capeggiati da Kûken… interpretato da Akihito Yagi, il protagonista di Kuro-obi, così ora il cast è proprio completo.

Torna Akihito Yagi di "Kuro-obi", che ha trovato il pizzetto lasciato da Tatsuya!

Torna Akihito Yagi di “Kuro-obi”, che ha trovato il pizzetto lasciato da Tatsuya!

Purtroppo lo scontro fra i due è veloce e inutile, perché il maestro non deve fare tardi alla scena madre, quando cioè affronterà i Destroyers – che già aveva battuto quindici anni prima – per salvare la sua giovane allieva.

Akihito Yagi e Tatsuya Naka di nuovo uno contro l'altro dopo "Kuro-obi" (2007)

Akihito Yagi e Tatsuya Naka di nuovo uno contro l’altro dopo “Kuro-obi” (2007)

Dispiace sottolineare che il titanico Tatsuya non è adatto ad un going berserck cinematografico, e così la scena in cui entra nel covo dei cattivi e li affronta uno alla volta è la parte più debole del film: lanciarsi in una carrellata di colpi a casaccio non fa per lui, che dovrebbe limitarsi al karate dove eccelle.

Hien (Mayu Gamô), detta Er Catena

Hien (Mayu Gamô), detta Er Catena

È pur vero che fa arrossire la parata di buffoni che si ritrova ad affrotare. Abbiamo Hien (Mayu Gamô), detta Er Catena; Kototsu (Kazutoshi Yokoyama), detto Quattro di Bastoni perché è quella la posizione che assume quando casca dopo un solo schiaffetto.

Tieni a mente questo colpo, anzi... nella nuca!

Tieni a mente questo colpo, anzi… nella nuca!

Abbiamo Tenshô (Ichirô Sugisawa), detto Codino Salterino che per batterlo basta uno schiaffino; la sciòra Shûrei, interpretata dalla vera grintosa kickboxer ed mma-fighter Hisae Watanabe, dal fisico eccezionale ma dalla parte così inutile… che a malapena viene inquadrata di viso!

Una delle rarissime inquadrature della campionessa Hisae Watanabe

Una delle rarissime inquadrature della campionessa Hisae Watanabe

Come dicevo all’inizio, il prodotto è molto grezzo e a tratti sembra quasi amatoriale, però la prima parte ha combattimenti talmente intriganti che si passa sopra ai difetti.

Nel karate questa tecnica si chiama "Schiaccianoci"

Nel karate questa tecnica si chiama “Schiaccianoci”

La seconda parte invece crolla miseramente, con tutti i buffoni che affrontano Tatsuya e che cadono con un soffio di fiato: cotanto maestro di karate ci fa solo una pessima figura.
La noia è protagonista della seconda parte e ci sono solo pochi fotogrammi da salvare – quelli cioè dove arrivano a compimento le tecniche, comunque godibili – spezzando completamente il ritmo della prima parte.

Davvero una promessa che forse non ha avuto il lancio giusto...

Davvero una promessa che forse non ha avuto il lancio giusto…

Rimane un prodotto mal riuscito ma ghiottissimo per chi abbia nel petto un martial heart.

L.

– Ultimi post simili:

Pubblicità

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Arti Marziali, Inediti e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a High-Kick Girl! (2009) Calcialo più in alto

  1. Cassidy ha detto:

    Al netto dei difetti sembra davvero gustoso, non faccio nemmeno finta di conoscerlo, grazie per questa super dritta 😉 Cheers!

    Piace a 1 persona

  2. Denis ha detto:

    Con quella gonnelina come fa il maestro a stare attento?

    Piace a 1 persona

  3. Pingback: K.G. – Karate Girl (2011) | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.