Tanya’s Island (1980)

tanyas-islandPerché andare a ripescare uno sconosciuto filmettino canadese del dicembre del 1980? Perché in copertina e nelle foto di scena ci sono una donna nuda e uno scimmione… Ok, ha tutta la mia attenzione!
Il film è girato da Alfred Sole e scritto nonché prodotto dallo sconosciuto Pierre Brousseau, e in realtà è solo una scusa per mostrare il nudismo gratuito della ventenne protagonista – con in sottofondo le seducenti note di Jean Musy, probabilmente la versione canadese di Fausto Papetti! Ma chi è la giovin modella D.D. Winters e come mai si è meritata un intero (inutile) film cucitole addosso al corpo nudo?

prince_vanityOriginaria di Niagara Falls (Ontario, Canada), Denise Katrina Matthews sognava di fare la protetta di Prince e c’è riuscita, avendo così l’onore di zoccoleggiare sui palchi dove si esibiva il divo dell’epoca. (Pare per un pelo abbia perso un ruolo nel film Purple Rain.)
Fu Prince a proporle un nome d’arte: Vagina. Non ci crederete, ma la Matthews non lo gradì e preferì optare per Vanity.
Cantante, pittrice ed oggi religiosissima donna di chiesa, Vanity iniziò una serie di comparsate al cinema per tutti gli anni Ottanta e Novanta, ma per chi ama i film marziali esiste solamente un suo ruolo da ricordare: la cantante protetta da Taimak nel film di culto L’ultimo drago (The Last Dragon, 1985).
Nel 1980 la ventunenne Vanity viene lanciata nel rutilante mondo del cinema con questo Tanya’s Island… ma nella fretta si dimentica i vestiti!

Vanity esordisce al cinema con più perline che carne sulle ossa...

Vanity esordisce al cinema con più perline che carne sulle ossa…

Tanya (Vanity) è una modella che sta vivendo un momento di crisi. «La tua carriera è più importante della tua vita» le dice la sua agente, così la donna per recuperare una bella pelle se ne va a Porto Rico. (Forse non è il caso di farsi ulteriori domande sulla sceneggiatura di questo film…)
Qui col fidanzato Lobo (Richard Sargent) dorme sulla spiaggia, fa l’amore sugli scogli (ma con tutto lo spazio che c’è, proprio lì?) e subisce mille scherzoni dal fidanzato buontempone. Che intanto andando a caccia cattura un maialino domestico: che ci faccia un maialino da fattoria nella natura selvaggia portoricana non è chiaro…

Mentre Tanya fa il bagno, lo scimmione mangia... ma che mangia, sulla spiaggia?

Mentre Tanya fa il bagno, lo scimmione mangia… ma che mangia, sulla spiaggia?

La donna ha turbamenti e sente la presenza di qualcun altro sull’isola, così girando per la vigna trova una grotta con uno scimmione dentro. Tanya entra, saluta lo scimmione e gli chiede: «Diventiamo amici?» Mi sa che è un film surreale e non l’avevo capito…
Il fidanzato Lobo prende male la scoperta di uno scimmione sull’isola (interpretato dall’esordiente Don McLeod, che l’anno dopo veste i panni di uno dei lupacchiotti de L’ululato), si trasforma così nel Rambo dei poveri e comincia a costruire trappole e a lanciare sassolini con la fionda, manco fosse tornato alle elementari.
Il processo di abbrutimento di Lobo corrisponde allo scivolamento nella totale follia della sceneggiatura…

Un cacciatore da barzelletta, con tanto di fionda!

Un cacciatore da barzelletta, con tanto di fionda!

Bestia contro bestia, gorilla contro uomo, primitivo contro puro, pelo contro pelo, ogni banalità viene analizzata e metà film passa con Lobo che fa trappole in cui casca da solo e il gorillone che fa le boccacce, mentre Tanya passa ogni istante della sua vita a fare bagni nuda.

Questa foto è molto più bella dell'intero film!

Questa foto è molto più bella dell’intero film!

Questa barzelletta di filmaccio lascia una sola domanda: quand’è che il gorillone si ripassa Tanya? Mai, purtroppo. Giusto nel finale c’è un’allucinazione di pochi secondi in cui pare di capire che il gorilla riesca finalmente ad avere la donna, ma Tanya si sveglia e scopriamo che è stato tutto un sogno: non si è mai mossa dalla sua città.
Che immane presa per i fondelli…

Quante promesse infrante, in questa foto...

Quante promesse infrante, in questa foto…

Al di là delle tettine di Vanity, Tanya’s Island non ha nulla da offrire: neanche nudità o sesso sulla spiaggia perché si vede di più in una qualsiasi commedia italiana dello stesso periodo!

A me... me pare 'na strunzata!

A me… me pare ‘na strunzata!

A parte i titoli di testa, dove la modella si muove per mostrare allo spettatore ogni anfratto del suo corpo, per il resto è un nulla circondato da niente… con in più un immotivato scimmione.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Bestiacce, Inediti, Scimmie e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Tanya’s Island (1980)

  1. Denis ha detto:

    E passata dai manoni dello scimmione alle manine di Prince,Vanity c’era anche nel divertente Action Jackson quello con Apollo Creed protagonista e mi sembra che c’era anche Sharon Stone.

    Liked by 2 people

  2. Cassidy ha detto:

    Strano che non abbia apprezzato l’idea di Prince, era un nome d’arte così poco impegnativo 😉 Anche io la ricordo per “Action Jacson” in ogni caso. Lo scimmione che mangia la sabbia è una genialata 😉 Una gran fregatura, peccato, perchè il gorilla prometteva bene!
    Per il resto hai tutta la mia stima, andarsi a ripescare una roba del genere solo per tenere alta la bandiera dei Monkey-movies è una mossa degna di applausi… Giù il cappello! 😉 Cheers!

    Liked by 2 people

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Appena ho visto la locandina ho pensato: qui Cassidy mi sviene! 😀
      Il costume dello scimmione è perfetto, ci avranno speso dei soldi, peccato che non abbiano tenuto fede alle foto di scena e non abbiano approfondito il tainted love con Vanity ;-

      Liked by 1 persona

  3. Giuseppe ha detto:

    Al “Pare per un pelo abbia perso un ruolo” mi stavo già chiedendo “di quale pelo”, ma Prince ha subito risposto al mio angosciante interrogativo 😉 Comunque, è davvero incredibile anche solo concepire che Vanity abbia iniziato la sua carriera con questa roba, priva pure della scusante di essere stata scritta da una scimmia (nel caso, poi, credo ne sarebbe venuto fuori qualcosa di meglio).

    Liked by 2 people

  4. Pingback: [Italian credits] Laguna blu (1980) | Doppiaggi italioti

  5. Evit ha detto:

    La parte della storia che riguarda Prince penso sia più pazzesca del film stesso. Che cosa mi hai fatto scoprire! Immagino che non sia mai arrivata in Italia questa inutilità

    Liked by 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Non ricordo le mie ricerche dell’epoca, ma se ho messo il film nella categoria “inediti” allora vuol dire che non ho trovato tracce di una sua distribuzione nostrana. Visto che è una sonora bojata, non escludo però che sia passato in qualche TV locale italiana 😛

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...