Alone in the Dark (1982) Nel buio da soli

Alone in the DarkContinua il Giovedì Zintage, dedicato ai filmacci vintage.

Prima di girare Nightmare 2, Jack Sholder esordisce con la stessa New Line Cinema scrivendo e dirigendo Alone in the Dark, deludentissimo filmucolo uscito nei cinema USA il 12 novembre 1982.
Dopo l’uscita italiana in VHS Eureka Video con il titolo Nel buio da soli, dal 1994 il film inizia ad essere trasmesso in TV locali finché il 24 marzo 2009 la Stormvideo (buonanima) ha rilasciato addirittura un’edizione in DVD.

Questa è la faccia del Zinefilo quando vede 'sti film...

Questa è la faccia del Zinefilo quando vede ‘sti film…

Un anno prima di diventare il “Matto Murdock” di A-Team, Dwight Schultz si cala nei panni del dottor Dan Potter, che i matti cerca di curarli. Viene assunto in un manicomio – che il doppiaggio rende con “asilo”, confondendosi con l’asylum del mondo anglofono – gestito da Donald Pleasence e già qui abbiamo capito tutto.
Le storie di manicomi sono un abominio di banalità e ovvietà scontata, e questa riesce ad essere pure peggio: a nulla serve che fra i matti troviamo pezzi da novanta come Martin Landau e Jack Palance (quest’ultimo si vede talmente poco che praticamente è giusto un cameo).

Sono più matti i matti o chi cura i matti? E se i matti non fossero matti e fosse matto chi cura i matti? E se invece i matti fossimo noi che ci vediamo ‘ste bojate?
Un blackout comunque apre tutte le porte del manicomio e i matti scappano prima che gli infermieri riescano a fermarli, e cominciano ad ammazzare gente a caso finché non capitano a casa del dottor Bain e, sebbene praticamente non lo conoscano, si accaniscono su di lui e la sua famiglia.

Caro dottor Donald Pleasance, mi dica: il matto è chi 'sti film li fa, chi se li vede... o chi li recensisce?

Caro dottor Pleasance, mi dica: il matto è chi ‘sti film li fa, chi se li vede… o chi li recensisce?

Come fanno dei matti ad escogitare tecniche di guerriglia degne dei più consumati mercenari internazionali? Misteri di Hollywood.
Nel buio da soli è un film noioso e spesso fastidioso, con una trama esile e raffazzonata e gli attori, seppur celebri, tutti vistosamente svogliati e quasi scoglionati di star prendendo parte a ’sta buffonata.

L.

amazon

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Thriller e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Alone in the Dark (1982) Nel buio da soli

  1. Cassidy ha detto:

    Ricordo che vidi questo film solo per il cast, il MUrdock dell’A-Team, il grandissimo Donald Pleasence e il mitico Martin Landau, non si può chiedere di meglio 😉 Peccato che il film sia davvero una roba pallosa di poco conto, non ricordavo ci fosse anche Jack Palance, grazie per la chicca 😉 Cheers!

    Piace a 1 persona

  2. Denis ha detto:

    Dan Potter il padre di Harry Potter?itl dottor Loomis ha sbagliato manicomio?il Dottor Cervello(Brain)…….
    Alone in the Dark (titolo originale) mi sembra che avevi recensito quella porcata di Boll tratta dai giochi survival horror.

    Piace a 1 persona

  3. Pingback: The Amityville Asylum (2013) No, non quell’Asylum! | Il Zinefilo

  4. Pingback: Nightmare 2 (1985) La rivincita | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.