RoboWar (1988) Italian Predator

RoboWar 2Continua il Giovedì Zintage, dedicato ai filmacci vintage.
Il primo Capitan America dello schermo si presta a questo plagio italiano davvero dimenticabile.

Un gruppo di ruvidi maschioni da giungla, tanto sicuri della propria ruspante sessualità da girare con dei vestitini ridicoli perfino per gli orribili anni Ottanta, viene ingaggiato per recuperare segretamente un tizio disperso. Loro sono i BAM: Bang And Motherfucker, “Colpisci e vaffanculo” viene spiegato con una traduzione un po’ zoppicante.
Ma chi è disperso nella giungla? Boh, non è chiaro, ma in fondo il film inizia come una fotocopia del Predator di John McTiernan e in effetti neanche lì veniva spiegato subito chi è che dovevano salvare.

Reb "Capitan America" Brown: così maschio da non avere paura di indossare quell'obbrobio!

Reb “Capitan America” Brown: così maschio da non avere paura di indossare quell’obbrobio!

Sto parlando del dimenticabilissimo Robowar di Vincent Dawn, cioè Bruno Mattei, filmaccio all’americana sdoganato anche in Germania, con il titolo Roboman.
Non esistono tracce di una sua uscita su grande schermo, anche se è plausibile ci sia stata: chi sa però con quale titolo.
La celebre AVO Film lo fa uscire in VHS con la data 1988 e il film riappare quando il 29 ottobre 1992 viene trasmesso in prima serata su OdeonTV. Qualcuno su IMDb ha aggiunto al suo titolo la specifica Robot da guerra che non si da dove arrivi.

Non so voi, ma mi si scioglie il cuore con le vecchie cover della AVO!

Non so voi, ma mi si scioglie il cuore con le vecchie cover della AVO!

So che le glorie nazionali non si toccano né si discutono, ma da questo rifacimento fotogramma per fotogramma della celebre pellicola americana non so che dire: è la classica porcata italiana che scimmiotta gli ammaricani, davvero niente di più.
L’unica differenza visibile è il fatto che il Predator non viene dallo spazio ma è un robot costruito dall’esercito americano – «una specie di mostro, con una strana arma» – che, il giorno del suo collaudo, va fuori di melone elettrico e fa una strage.

Qualcuno può raccontare una barzelletta, come in Predator?

Qualcuno può raccontare una barzelletta, come in Predator?

Sottolineando la battuta «Non muoverti, eh?» detta a un tizio dopo averlo infilzato con un coltellone, tanto per sottolineare che si sta copiando un altro film, e ricordando che Mattei lo stesso anno copia di netto una scena di Predator nel suo film Trappola diabolica, il Zinefilo si chiede: ma questo regista non ha visto altri film? O semplicemente si diverte a copiare solo quello di McTiernan?

L.

amazon

– Ultimi post simili:

FILM INTERO

Pubblicità

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Horror e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a RoboWar (1988) Italian Predator

  1. Cassidy ha detto:

    Meraviglia… Nel senso Zinefilo del termine ovviamente 😉 Anche il logo è identico a quello di “Predator”, il primo Cap con quella maglietta, più che Arnold o Big Jim, sembra il Ken della Barbie 😉 Cheers!

    Piace a 2 people

  2. Denis ha detto:

    L’ho visto proprio ieri Predator ,in pratica veniva mandato un plotone prima (i corpi spellati che trovano) andato a investigare sul Predator (sui racconti che fa proprio la ragazza in ostaggio che l’ho dice a Arnold),loro sono fregati da Apollo Creed(perde un braccio) agente C.I.A con una missione fasulla’almeno e questo che ha capito,Bruno Mattei ha fatto Terminators,Virus e Zombie 3 si trovano facilmente in dvd ma li non più B ma serie Z sconfortante

    Piace a 1 persona

  3. loscalzo1979 ha detto:

    Mattei a suo modo è stato un maestro degli Z Movies, ha prodotto robe nel sudest asiatico che potresti fare una “Bruno Mattei Corners” come rubrica settimanale solo per lui qui sullo Zinefilo XD (e forse dovresti).

    Piace a 1 persona

  4. Giuseppe ha detto:

    Eppure, ti dirò, a non mettere questa fotocopia Predatoria di Mattei nella mia cineteca non ci sono riuscito (ho proprio quella versione in formato AVI con i sottotitoli coreani, imprescindibili)… Lo tengo come ricordo della sua sfacciataggine 😉

    Piace a 1 persona

  5. Pingback: Creature (1985) L’alieno che copiava Alien | Il Zinefilo

  6. Solarlord ha detto:

    Se ti sei divertito con questo suo film devi assolutamente vedere il suo opus magnus ‘Terminator Shocking Dark’: per me quello rimane lo zenith della sua carriera da regista. 😛

    Piace a 1 persona

  7. Pingback: Terminator 2: Shocking Dark (1989) Aliens vs Terminator vs The Thing | Il Zinefilo

  8. Pingback: Terminator 2 (1989) Aliens vs Terminator vs The Thing | 30 anni di ALIENS

  9. Pingback: La Casa 5 (1990) Beyond Darkness | Il Zinefilo

  10. Pingback: Howling 2 (1985) Quella lupa di tua sorella | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.