Wrestlemaniac (2006)

WrestlemaniacIl 7 marzo scorso Enrico Bertelli del blog Scalzi Quotidiani, assiduo lettore del Zinefilo, ha presentato uno splendido speciale sul “Wrestling a fumetti“, e questo mi ha spinto a tirar fuori questo film dal cassetto in cui l’avevo dimenticato.
In attesa che Enrico ceda alle mie insistenze e scriva un guest post per il Zinefilo con il meglio del wrestling al cinema, mi sono gustato l’incredibile El Mascarado Massacre, scritto e diretto dall’esordiente Jesse Baget.
Il film viene presentato all’Hollywood Film Festival il 20 ottobre 2006 e solo due anni dopo viene distribuito in home video in patria. Fa prima la One Movie a portarlo in DVD italiano, dal 25 settembre 2007, con il titolo Wrestlemaniac, ristampato in DVD dalla Exa Media il 12 novembre 2008.

Il film è disponibile su Prime Video.

Miglior prima sequenza di sempre: per me il film può finire qui!

Miglior prima sequenza di sempre: per me il film può finire qui!

Il “regista” Alfonse (Adam Huss) ha messo su una bella comitiva di dementi per andare a girare un film porno in Messico. Caricati sul furgone del drogato Jimbo (Zack Bennett), le zoccolette bionde Dallas (Leyla Milani) e Debbie (Margaret Scarborough) e spalmata per terra l’alcolizzata Daisy (Catherine Wreford) si va tutti a perderci nel deserto messicano.

Classe da vere shampiste! (cit.)

Classe da vere shampiste! (cit.)

Perché mica prendiamo l’autostrada, no, che siamo scemi? Meglio buttarci su stradine deserte e fermarsi ad una stazione di servizio che sembra uscita dal set di un qualsiasi film horror: soprattutto se a gestirla è l’inquietante Irwin Keyes, celebre caratterista di un centinaio di film scomparso nel 2015.

L'angolo del caratterista

L’angolo del caratterista

L’abbrutito Keyes interpreta il liso gestore di questa stazione di servizio indossando la maschera di El Diablo Negro: chi è che in Messico non gira con una maschera da luchador addosso?
«La gente di qui direbbe che siete in mezzo ad un fottutissimo nulla: ecco dove siete!» Le indicazioni del rottame umano non sono consolanti, ed esce fuori che con quel poco di benzina che è rimasta nel serbatoio i nostri amici dovranno usare una scorciatoia che passa per… Sangre de Dios!
Ta-ta-taaaaa (musica da atmosfera inquietante)

Benvenuti a Sangre de Dios!

Benvenuti a Sangre de Dios!

Il cameraman Steve (Jeremy Radin), appassionato del lottatore El Tigre, è l’unico del gruppo a conoscere Sangre de Dios, “il sangue di Cristo” – che traduzione è? Va bene la Trinità, ma tradurre Dios con “Cristo” non mi sembra azzeccato… boh!
Comunque Steve ci racconta che Sangre de Dios è una città fantasma abbandonata da quarant’anni. «È lì che hanno portato El Mascarado dopo che ha cavato gli occhi a un tizio con le sue mani. È una leggenda, ok, è solo una vecchia leggenda messicana». Ma, come sanno tutti, il brutto delle vecchie leggende messicane… è che spesso non lo sono affato!
Ta-ta-taaaaa (musica da atmosfera inquietante)

La leggenda del wrestler assassino!

La leggenda del wrestler assassino!

Steve continua a raccontare la leggenda di El Mascarado, il miglior wrestler messicano di tutti i tempi, che apparve dal nulla negli anni Sessanta. Il presidente messicano dell’epoca voleva vincere le Olimpiadi del 1968 ma nessuno dei lottatori dell’epoca era in grado di affrontare i campioni internazionali. Così vuole la leggenda che il presidente autorizzò esperimenti umani davvero incredibili: assemblando le parti migliori dei lottatori esistenti, il risultato fu… El Mascarado!
«Poco prima delle Olimpiadi, qualcosa andò storto. El Mascarado iniziò ad uccidere i suoi avversari sul ring, divenne un mostro, andò fuori di testa: di quello che successe dopo si sa poco o niente. Alcuni dissero che lo avevano portato in una cittadina sperduta in mezzo al niente per curarlo. E quella cittadina era… La Sangre de Dios.
Ta-ta-taaaaa (musica da atmosfera inquietante)

Ragazze, questo film lo voglio a metà tra Bergman e Antonioni...

Ragazze, questo film lo voglio a metà tra Bergman e Antonioni…

Il resto è ampiamente scontato. Malgrado sia stato detto loro di non fermarsi per alcun motivo, gli amiconi dementi si fermano nella città fantasma a girare il loro film porno, e cominciano a scomparire uno alla volta.
La situazione diventa chiara quando Jimbo viene ritrovato senza faccia: si sa che i luchadores quando vincono l’avversario gli strappano via la maschera in segno di disprezzo. E se non c’è la maschera? Allora si strappa via la faccia…

Essere sconfitti da El Mascarado significa... perdere la faccia!

Essere sconfitti da El Mascarado significa… perdere la faccia!

Se Jesse Baget come regista fa le scelte giuste e crea inquadrature molto azzeccate, in veste di sceneggiatore lascia molto a desiderare: in pratica il suo cattivo è un clone di Mike Myers e l’attenzione è tutta per i dementi che scappano da una parte all’altra, facendosi ammazzare uno alla volta.

Io mi metto già sulla tomba, così si risparmia tempo...

Io mi metto già sulla tomba, così si risparmia tempo…

Invece l’attenzione dovrebbe essere puntata sul personaggio davvero nuovo del film, il “wrestler killer”, una macchina da combattimento inarrestabile che però segue le regole del wrestling messicano. Visto che ad interpretarlo è il celebre wrestler Rey Misterio, io dico che meritava un trattamento migliore.

Non so se è vero, ma pare che sia davvero Rey Misterio...

Non so se è vero, ma pare che sia davvero Rey Misterio…

L’apice dell’intero film è quando Steve e Debbie si ritrovano intrappolati in una stanza quadrata, con quattro bidoni agli angoli uni da corde… Insomma, sono in un ring dell’orrore circondato dalle facce strappate agli avversari “battuti”.

Non glie dovete rompe la maschera, al cavaliere mascherato...

Non glie dovete rompe la maschera, al cavaliere mascherato…

Mentre la ragazza grida – grande novità, per un film horror! – Steve ha il colpo di genio: tira fuori la sua maschera da El Tigre e la indossa. Se deve morire, lo farà combattendo alla pari con El Mascarado.

«Il suo volto, ha la maschera: Tigre!»

«Il suo volto, ha la maschera: Tigre!»

Applausi, idea grandiosa e ora sì che il film diventa… niente. Perché un secondo dopo il killer chiude la porta e non vediamo niente…

Quando metti una ragazza sulle ginocchia... non è così che si fa!

Quando metti una ragazza sulle ginocchia… non è così che si fa!

Stirata Debbie con una mossa “spacca-schiena” (non conosco il nome, ma so il rumore che fa la schiena quando va in briciole!), El Mascarado ci fa la grazia di mostrarci due tecniche due, non di più, eseguite sul morente Steve. Diciamo che mostrava di più Bud Spencer ai tempi di Anche gli angeli mangiano fagioli (1973).

Per il Potere dell'Uomo Tigre!

Per il Potere dell’Uomo Tigre!

Maggior attenzione alla parte “wrestling” della storia era un requisito fondamentale per un film del genere, invece Baget ha ridotto tutto al solito filmaccio horror ridicolo, con la biondina che corre in mutande e fa cose stupide. Davvero un gran peccato.

L'unico "argomento" che interessa la regista

L’unico “argomento” che interessa la regista

Ora non rimane che martellare Enrico Bertelli perché ci guidi in un viaggio nel wrestling al cinema: ho già indossato maschera e mutandoni e sto volando verso di lui!

L.

amazon

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Horror e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

18 risposte a Wrestlemaniac (2006)

  1. Cassidy ha detto:

    “Classe da vere shampiste!” è la citazione dell’anno 😀
    I Luchadores non hanno mai abbastanza visibilità, peccato rovinare la loro epica con un filmaccio come questo, personalmente metterei lottatori messicani mascherati in tutti i film, anche le commedie romantiche, quindi per rovinare un film con un wrestler assassino ti devi proprio impegnare! 😉

    Siamo sicuro che quello è Rey Misterio? A me non sembra proprio… Voto per il guest post a tema! Dov’è l’urna elettorale? 😉 Cheers!

    Piace a 1 persona

  2. Mala Spina ha detto:

    mah se El Mascarado era un frankenstein di lottatori potevano aggiungergli un metro di gamba in piuù. Il buon Rey è alto un metro e “tanta voglia di crescere” (almeno rispetto a tutti gli altri wrestler)!
    Comunque non mi sembra lui. Me lo ricordavo più in forma!

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Evidentemente erano finite le gambe 😀
      Dalle foto che ho visto Rey mi sembra muscoloso ma asciutto, questo invece è il classico quarto di manzo con tanta ciccia sui muscoli. Eppure è specificato nei titoli di coda: boh, sarà una trovata pubblicitaria…

      "Mi piace"

  3. benez256 ha detto:

    Questo epico filmone mi ricorda molto la sterminata produzione messicata dedicata al luchador Santo…poi però mi accorgo che qui c’è un tasso di donne nude e disinibite molto superiore…

    Piace a 2 people

  4. Denis ha detto:

    Rey Misterio e un pò piccolo mi sembra un 1,68 m ,comunque negli ultimi anni e ingrassato molto infatti nei match non toglieva più la maglietta per coprire la panza da nachos,pensare che io me lo ricordo magro e veloce in un dvd che ho che lotta con Eddie Guerrero nella defunta Wcw(morta nel 2001) da li in poi in wrestling è morto perchè c’è un’unica compagnia che fa da monopolio.
    Comunque mi sembra Non aprite quella porta meets Wrestlemania…..

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Magari, la parte wrestling è miserella, è più un horroraccio da due soldi…
      Forse nel 2006 Rey è ingrassato e ha fatto questo film nel tentativo di “sfondare”: temo non sia servito…

      "Mi piace"

      • Denis ha detto:

        Strano nel 2006 divenne (ingiustamente) campione del mondo per sfruttare la morte di Eddie Guerrero per il mercato latino,bisogna tenere conto che quello stile volante massacra le gambe in modo unico quindi hanno anche le carriere più limitate i wrestler High flyer,infatti e morto da poco Hayabusa straordinario wrestler rimasto paralizzato per una caduta effettuando una mossa nota come Asai moon sault ,la mossa spezza schiena mi sembra si chiami back breaker:)

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Grazie del nome, e non sapevo rischiassero così tanto: credevo fossero tecniche più “controllate”

        "Mi piace"

  5. loscalzo1979 ha detto:

    Visto che mi hai omaggiato, svelo l’arcano:

    Quello nel film E’ Rey Mysterio, ma è in realtà lo ZIO, Rey Misterio Sr.
    Giusto per darvi una vaga idea di quanto sia estesa la famiglia Misterio: http://www.cagematch.de/?id=666&search=rey+misterio

    Comunque sei sleale a usare questi mezzi per convincermi ❤

    Piace a 1 persona

  6. Giuseppe ha detto:

    Adesso capisco finalmente perché non mi tornava qualcosa nel Rey Mysterio che vedevo all’opera… Quando si dice “più che lui, dev’essere un suo parente” 😉
    Ad ogni modo, lo spunto interessante del “Mike Myers/Luchador” viene buttato troppo in caciara per cavarne fuori qualcosa di buono…

    Piace a 1 persona

  7. Pingback: Lucha Underground (2016) | Fumetti Etruschi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.