Sharkansas Women’s Prison Massacre (2015)

Sharkansas Women's Prison MassacreCommuove fino alle lacrime tornare a gustare un prodotto della CineTelFilms, mitica casa esperta di filmacci che ha invaso il mondo di produzioni di serie Z, come Tempesta polare (2009), ma anche onesti prodottini come Crash Landing (2005), ridicola spazzatura come I Spit on Your Grave 2 (2011) ma anche onesti filmacci come Missione Mercurio (2011).
Quello che però scioglie il cuore è sapere che sulla sedia del regista è assiso Jim Wynorski, il re assoluto della seria Z, signore incontrastato dei filmacci… Anzi, i filmacci li ha inventati lui!
Sul finire del 2015 scrive (con William Dever) e dirige per il famigerato canale americano Syfy un altro dei suoi capolavori del male: Sharkansas Women’s Prison Massacre, che esordisce in Thailandia il 4 novembre 2015 ma viene distribuito in home video in lingua inglese agli inizi del 2016.

Dalle paludi direttamente sui vostri schermi!

Dalle paludi direttamente sui vostri schermi!

Nei primi dieci secondi di film è spiegato tutto: dei costruttori fanno brillare alcune cariche esplosive che smuovono il terreno e tra le paludi dell’Arkansas torna a galla uno squalone preistorico incacchiato nero.
Intanto dalla prigione femminile di Stato delle detenute – tutte in canottiera bianca e pantaloncini jeans – salgono sul furgone che le porterà ai lavori socialmente utili. Cioè a scavare.
Ok, ragazzi: scavare con la pala nelle paludi aspira ad entrare nel Guinness dei Primati per il lavoro più inutile della storia!

Questa sì che è una scena davvero credibile...

Questa sì che è una scena davvero credibile…

Intanto la detective Kendra Patterson (interpretata da Traci Lords, sì proprio lei: l’attrice sexy degli anni Ottanta!) cerca un criminale nelle paludi solo per scoprirlo smangiucchiato e smembrato a dovere. Inizia per il personaggio un buco di sceneggiatura che dura tutto il film…

Traci Lords immobile in attesa che le cerchino un motivo per stare nel film

Traci Lords immobile in attesa che le cerchino un motivo per stare nel film

Le carcerate invece vengono liberate dalla rossa amante di Anita (la prosperosa Cindy Lucas che ha esordito nel cinema con… L’allenatore nel pallone 2!). Le donne si rifugiano in un hotel nella palude portandosi dietro il secondino come ostaggio, ma lo squalo è sulle loro tracce!

Non esiste serie Z senza lesbismo immotivato!

Non esiste serie Z senza lesbismo immotivato!

Perché lo squalone preistorico non si limita a nuotare nell’acqua delle paludi: attraversa pure il terreno e… l’asfalto!

Squali nell'asfalto! CAPOLAVORO!!!

Squali nell’asfalto! CAPOLAVORO!!!

Dopo aver visto la scena della ragazza inseguita da due squali nell’asfalto, il film perde totalmente il controllo e diventa puro delirio zinefilo, con l’inutile detective Patterson che gira senza meta alla ricerca di un motivo per essere nel film.

Grotte sotto le paludi: qualcuno fermi lo sceneggiatore!

Grotte sotto le paludi: qualcuno fermi lo sceneggiatore!

Donnine in pantaloncine fingono di essere attrici mentre si agitano scompostamente davanti all’obiettivo di Re Wynorski, la cui preoccupazione principale è che le generose poppe di Cindy Lucas siano messe bene a fuoco: non possiamo che ringraziarlo, per questo.

Basta, smettete di vedere 'sto film!

Basta, smettete di vedere ‘sto film!

Il film è serie Z allo stato puro: una tram ridicola, personaggi totalmente allo sbando, dialoghi surreali e scene da spanciarsi dal ridere. Insomma, tutto il meglio di Wynorski!
Hail to the King of Z…

L.

– Ultimi post simili:

amazon

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Inediti, Squali e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

19 risposte a Sharkansas Women’s Prison Massacre (2015)

  1. Denis ha detto:

    Tracy Lords la mitica pornodiva anni ’80 che a fatto i primi porno a 16 anni rischiando di far chiudere l’industria a luci rosse infatti le sue vhs i collezionisti le pagano a peso d’oro.
    Comunque un’incrocio tra un wip e un monster movie:)

    Piace a 2 people

  2. benez256 ha detto:

    Nuooooooooo…questo ce l’avevo pronto da recensire tra oggi e domani!!! Non è che leggi nel pensiero???

    Piace a 2 people

  3. Cassidy ha detto:

    Spalare la palude è quasi inutile come circondare la sabbia di filo spinati, come facevano in “Tremors”. Cindy Lucas, Traci Lords oggi proprio campione mondiali della recitazione ad alti livelli 😉 Cheers!

    Piace a 2 people

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Ahahah attrici ad alti livelli 😀 Roba da facciapalmo a raffica!

      Piace a 1 persona

      • Giuseppe ha detto:

        L’espressione di Traci Lords dice tutto: “Spalare paludi, con tanto di grotte… Squali nell’asfalto… Io, un buco di sceneggiatura vestito da detective… E mi hanno pure fatto firmare per questa cazz(s’interrompe brusca, puntando l’arma) JIM! FERMO DOVE SEI!”
        Wynorski: “Traci, TRACI, parliamone un attimo! Vuoi?” (all’attrezzista, a bassa voce: “Siamo sicuri che è a salve quella cazzo di pistola, vero?”) 😀

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        ahahaah è più interessante la tua trama di quella di ‘sto filmaccio 😛

        Mi piace

  4. Pingback: [WIP] Swamp Women (1956) | Il Zinefilo

  5. Pingback: I Spit on Your Grave 3 (2015) Vengeance is Mine | Il Zinefilo

  6. Pingback: Fire Twister (2015) Uragano di fuoco | Il Zinefilo

  7. nicholas ha detto:

    ti consiglio di recensire Piranhaconda 2012 sempre di Jim Wynorski che è un altro filmaccio di serie Z.

    Piace a 1 persona

  8. nicholas ha detto:

    appena puoi allora mettilo va bene

    Piace a 1 persona

  9. nicholas ha detto:

    lo metterai Piranhaconda

    Piace a 1 persona

  10. nik96 ha detto:

    appena puoi fai la recensione di Piranhaconda un altro film di Jim Wynorski secondo me è un degno titolo di questo Blog che ne dici.

    Piace a 1 persona

  11. Pingback: [Asylum] Ice Sharks (2016) | Il Zinefilo

  12. Pingback: Sand Sharks (2012) Ho scritto squalo sulla sabbia | Il Zinefilo

  13. Pingback: Lavalantula (2015) | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.