Rogue (2007)

RogueTorno a parlarvi di Greg McLean, il giovane australiano più noto per il fenomeno Wolf Creek: proprio tra il primo e il secondo di questi film McLean scrive, dirige e produce questo Rogue.
Il film viene presentato in anteprima il 6 ottobre 2007 al festival spagnolo Sitges dedicato al cinema fantastico ed horror, uscendo in patria l’8 novembre successivo.
L’IMDb riporta un’inspiegabile data, 18 luglio 2008, per l’uscita italiana: non sono riuscito a trovare conferma che questo film sia mai uscito nel nostro Paese. E vi ricordo che contemporaneamente da noi è arrivato Rogue: il solitario tanto per confondere le acque.

Tittolo sottomarino

Tittolo sottomarino

Siamo nel Northern Territory, zona australiana grande quanto il Texas ma con soli duecento mila abitanti: è il luogo con la più alta concentrazione al mondo di coccodrilli d’acqua salata. Quelli che i locali chiamano saltie, come abbiamo già scoperto in Krocodylus (2000).

L'australiana Radha Mitchell a proprio agio tra i coccodrilli

L’australiana Radha Mitchell a proprio agio tra i coccodrilli

Qui Kate Ryan (Radha Mitchell, attrice originaria di Melbourne) porta i turisti in giro sulla sua barchetta organizzando escursioni fluviali nella speranza che qualche coccodrillo affiori dall’acqua così da scattare delle foto.
Tra i turisti c’è Pete McKell (Michael Vartan), scrittore di viaggi appena arrivato da Chicago ed appena vittima di perdita dei bagagli e di tutto il necessario per scrivere!
Ma tra detti turisti c’è anche un signore occhialuto e impacciato: una simpatica comparsata di quel John Jarratt che il regista ha reso famoso con la serie Wolf Creek.

Qui John Jarratt non sembra un serial killer psicopatico...

Qui John Jarratt non sembra un serial killer psicopatico…

La gitarella in barca va come deve andare finché non arrivano nel territorio di un coccodrillone gigante, che dà una codata all’imbarcazione, la fa andare in avaria e tutti i turisti sono costretti a trovare riparo su un isolotto.
Quanto possono durare lì, su un lembo di terra in mezzo al fiume, prima che il coccodrillo arrivi a papparseli allegramente?

Una comparsata di Sam Worthington

Una comparsata di Sam Worthington

C’è da dire che McLean è stato molto più inventivo qui che nei pessimi film del Crocodile Dundee serial killer, in quanto riesce a creare una situazione d’assedio gustosa e alcune trovate non troppo banali.
Esce poi fuori che il coccodrillone assassino che ha preso di mira i turisti non è un gargarozzone, non si mangia subito le proprie vittime ma se le porta nel covo: una grotta sotterranea dove si svolge l’eccellente confronto finale.
La trovata per far fuori un enorme coccodrilllo con una piccola arma è da applauso!

Il coccodrillone nella sua tana

Il coccodrillone nella sua tana

A sorpresa Rogue risulta essere molto più divertente della media degli altri filmacci con coccodrilloni, in quanto tratta velocemente i vari stereotipi del genere così da potersi dedicare a trovate nuove. Va be’, forse “nuove” è esagerato, ma di sicuro non inflazionate.
È un peccato che poi McLean torni al serial killer di Wolf Creek: avrebbe dovuto continuare a raccontarci dei saltie australiani e delle loro vittime.

L.

amazon

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Coccodrilli e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Rogue (2007)

  1. Cassidy ha detto:

    Radha Mitchell si lascia sempre guardare, ma Sam Worthington è ancora vivo? Si hanno sue notizie, sta bene? Non che mi manchi, solo così, per curiosità 😉 Mi erano mancati i film con i coccodrilli, lo ammetto candidamente! Cheers

    Piace a 1 persona

  2. Denis ha detto:

    Purtroppo non lo visto ma l’altro con Jet Li si ,su l’Antro Atomico c’è una speciale sui film di ninja miserabili(e pensare che in una collection ho il sommo Shinobi da bar) e la trilogia di Ninja Gaiden(il 2 e splatter,mutili i nemici,non la versione Ps3 edulcorata),per Xbox 360 più uno su gameboy,povera Radha Mitchell tra la città di Silent Hill,i mostroni simil Alien in Pitch Black adesso pure un coccodrillone,ne uccisi anch’io…..ma digitali!:)

    Piace a 1 persona

  3. Giuseppe ha detto:

    Continuare la saga di Wolf Creek potrebbe non implicare necessariamente una futura e perenne rinuncia al coccodrillesco extra-large: perché non proporre una fusione dei due soggetti, arrivando a qualcosa del tipo “Mick è tornato, e ha un animale da compagnia… Chi gli darà da mangiare?” 😉

    Piace a 1 persona

  4. Pingback: The Darkness (2016) Kevin Bacon in da House | Il Zinefilo

  5. Atroxsaurus ha detto:

    Vorrei sfruttare questo articolo per fare un elenco, di quelli che secondo me, sono i bei film con le bestie di serie B che hai recensito:
    Rogue
    Alligator
    Anaconda 1 e 2
    Lake Placid 1
    In pratica si salvano solo i rettili.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.