Jurassic City (2015) Dinosauri in prigione!

Jurassic CityLa piccola Little Dragon Productions lascia che Sean Cain, prolifico artefice nel grande mondo dei filmacci di serie Z, scriva e diriga Jurassic City.

JurassicCity_AUscito in patria direttamente in home video il 3 febbraio 2015, la Leone Film lo porta in DVD italiano dall’11 febbraio 2016.

Vi ricordate di me in Commando?

Vi ricordate di me in Commando?

Il perfido LaFranco (interpretato da Vernon Wells: ve lo ricordate il cattivo con “troppa pressione” del mitico Commando, spanzato da Schwarzenegger?) fa trasportare dei dinosauri in un furgone fino al carcere di Elkwood, a Los Angeles.

Mi è sembrato di sentire un dinosauro in piscina...

Mi è sembrato di sentire un dinosauro in piscina…

Questa introduzione solleva alcune domande banali, tipo «Ma dove li ha presi, i dinosauri?» o magari «Perché li trasferisce in prigione?»: tutte queste domande non hanno senso nel grande mondo dei filmacci, quindi evitate di farvele. Vi basti sapere che appena arrivati nella galera gestita dal direttore Lewis (il mitico Ray Wise di Twin Peaks), d’un tratto fuoriescono dai furgoni e invadono l’edificio.

«Pronto? Come? No, non ho ucciso io Laura Palmer...»

«Pronto? Come? No, non ho ucciso io Laura Palmer…»

I fenomenali soldati che dovevano gestire i dinosauri ovviamente sono degli inetti totali, come ogni soldato in un filmaccio, così i bestioni iniziano ad aggirarsi nella prigione dalle celle aperte. Sì, perché le creature hanno guastato l’impianto elettrico e tutte le porte si sono aperte.
Questo vuol dire che è libero il super-criminale Doyle (interpretato da Kevin Gage, che abbiamo già incontrato per il suo spregevole ruolo in Chaos), che è molto più pericoloso dei dinosauri.

Con quella faccia un po' così... che altri ruoli vuoi fare?

Con quella faccia un po’ così… che altri ruoli vuoi fare?

Con un gruppo di donnette liceali, arrestate durante un festino al college, il cattivissimo Doyle si aggira per il carcere cercando una via d’uscita e di sopravvivere ai mostroni.
Intanto l’unico soldato rimasto in vita – Ignacio, interpretato dal mitologico Robert LaSardo dal collo tatuato – vuole vendicarsi dei compagni morti e dà la caccia ai dinosauri con un fuciletto.

Un uomo che ha fatto della sobrietà uno stile di vita.

Un uomo che ha fatto della sobrietà uno stile di vita.

Dopo metà film di pura spazzatura, di delirio sconnesso senza alcun tentativo di rispettare i dettami basilari della logica, si passa alla parte più “rilassata” del film, quella cioè dove si entra nel cazzeggio più totale e quindi decisamente più divertente.
Una volta gettate le schizzate premesse fuori da ogni coerenza, finalmente si può passare al super-criminale che ammazza i dinosauri a mani nude, e per quanto la regia sia manieristica ci sono scene onestamente divertenti. Tra cui quella in cui una delle ragazzette, completamente strafatta, scambia un dinosauro per un enorme coniglio rosa!

Gli "eroi" di questo filmaccio

Gli “eroi” di questo filmaccio

Ovviamente Jurassic City è pattume da dimenticare, ma come sempre nel mondo della Z qualche scena divertente va salvata, tipo il divertente finale in cui, usciti finalmente dal carcere, i superstiti si rendono conto che tutto il mondo è invaso da dinosauri assassini: curiosamente il trailer ufficiale mostra per prima questa scena finale!

L.

amazon

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Bestiacce. Contrassegna il permalink.

14 risposte a Jurassic City (2015) Dinosauri in prigione!

  1. Cassidy ha detto:

    Visto tempo fa, le facce note esaltano, ma sono anche un pò sprecate, vedere i grandi Vernon Wells, Ray Wise, Robert LaSardo così, è un pò come vedere i dinosauri in gabbia. Per il resto, lo strambo gruppo di quasi WIP del film snocciola qualche battuta(ccia) decente, i dinosauri sono animati come dei documentari del National Geographics, ma alla fine nel suo essere pura serie Z, qualche risata almeno la strappa, e non fa girare le balle come l’occhieggiante “Jurassic World” 😉 Cheers!

    Piace a 2 people

  2. benez256 ha detto:

    Pessimi attori, trama stupida, dinosauri e puttanelle…cos’altro chiedere da un film???

    Piace a 2 people

  3. Giuseppe ha detto:

    “Ho detto che non l’ho uccisa io Laura Palmer! E adesso non ho tempo, quindi finiscila di prendermi per il culo, che c’ho la prigione piena di dinosauri!”
    “La prigione piena di… poi sarei io quello che prende per il culo, eh? Come ce li hanno portati, in un furgone magari? Ci mancano solo il militare tatuato, le liceali e il super-detenuto che li fa fuori a pugni! Ah, non c’è mica anche un coniglio rosa, per caso? Ma salutami Twin Peaks, và!! 😉

    Piace a 2 people

  4. Atroxsaurus ha detto:

    Facevo una collezione di modellini di dinosauri con dei fascicoli. Nei fascicoli c’erano gli stessi modelli 3D dei dinosauri di questo film, stupendi e bellissimi nei fascicoli quei modelli ma vederli in un film ti rende triste.

    Piace a 1 persona

  5. Pingback: Eruption: LA (2018) Los Angeles di fuoco | Il Zinefilo

  6. Pingback: Terror Birds (2016) Uccelli da paura! | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.