[WIP] Des diamants pour l’enfer (1975)

DiamantsLa belga Brux International Pictures e la francese Eurociné si mettono insieme per consentire a Jesús Franco (che si nasconde dietro lo pseudonimo A.M. Frank e nelle versioni anglofone si firma invece Rick Deconnink) di continuare a folleggiare con la sua squinternata visione cinematografica.
Diamant VHS ITAAiutato dallo schizzato sceneggiatore Marius Lesoeur (che in realtà di mestiere fa il produttore) presenta il delirante Des diamants pour l’enfer.
Uscito in Francia in un non meglio precisato 1975, il film arriva negli Stati Uniti con un nome divenuto poi quasi il simbolo dell’intero genere: Women Behind Bars. Visto che nello stesso 1975 Tom Eyen presenta un testo teatrale omonimo – divenuto poi film nel 1986 – chissà se è il titolo del film ad omaggiare la pièce teatrale o viceversa.
La pellicola si affaccia timidamente sugli schermi italiani il 12 settembre 1978 con l’inspiegabile titolo Una secondina in un carcere femminile, che si riaffaccia dal 10 aprile 1979, pronto a sbarcare su piccole TV locali dal 10 giugno 1980. Appare in una VHS TorinoVideo non meglio databile e la Cult 70 lo presenta in DVD in edizione limitata: anche in questo caso non sono riuscito a trovare una data, visto che quest’edizione digitale esula dai normali canali distributivi.

Lina Romay in uno dei rari momenti del film in cui è vestita

Lina Romay in uno dei rari momenti del film in cui è vestita

La pellicola inizia con una voce che vorrebbe farci credere che quanto stiamo per vedere sia la ricostruzione di un vero fatto di cronaca. Il 15 maggio 1975, infatti, in un piccolo porto dell’America centrale tre banditi mascherati assaltarono la nave del miliardario Rufus Ackermann, rubando dei gioielli che non sono mai stati più recuperati.
Mentre uno dei tre criminali fa fuori i due complici, nella vicina cittadina di Santos troviamo Shirley Fields (Lina Romay), l’amante di Mendoza, aspettava il suo uomo nel nightclub di loro proprietà, il Flamingo.
Tutto questo profluvio di informazioni totalmente inutili, se non addirittura ridicole, finisce quando il criminale apre la valigetta e scopre che è vuota. Shirley gli spara al volo, senza una sola parola, e poi si consegna alla giustizia.
Ma cosa s’era fumato lo sceneggiatore?

Il meno bieco dei biechi direttori di carcere

Il meno bieco dei biechi direttori di carcere

Malgrado il bieco direttore Carlo de Bries (Ronald Weiss) si presenti come un buon padre per le detenute, ospitandole in una struttura che tutto sembra tranne che una prigione, appare ben presto chiaro che è interessato ai diamanti rubati dall’uomo ucciso da Shirley, ed è disposto a torturare senza pietà la donna per farsi rivelare dove li abbia nascosti.
Su questo spunto insignificante e inconcludente, Franco tira su un film dannatamente noioso!

Ammazza che detenute!

Ammazza che detenute!

Tra un primo piano della vagina di Lina Romay e uno del prosperoso seno di Martine Stedil, il film procede stancamente con i personaggi che si muovono senza reali motivi.
Le detenute si limitano a giacere nude sulle brande e a mostrare la marca delle sigarette che fumano, a strofinarsi senza troppa convinzione e a venire frustate.
Diamant DVD USALa location è ridicola e non assomiglia ad una prigione neanche per scherzo, rendendo davvero difficile per lo spettatore credere ad una sola delle inutili parole pronunciate nel film. Addirittura Franco è riuscito a trovare un posto completamente identico alle location dei precedenti suoi WIP come 99 donne e Violenze erotiche in un carcere femminile – un lungo tunnel in cui i personaggi camminano senza meta, grandi stanzoni che dovrebbero essere celle e giacigli a terra dove far dormire le attrici nude – ma in chiave moderna, quindi molto meno affascinante.

Guardare le prosperose protagoniste nude per il 90% del film è sicuramente piacevole, ma poi ci si rende conto che chiamare “film” ‘sta roba è davvero esagerato.

L.

– Ultimi post simili:

Pubblicità

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in WIP e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

11 risposte a [WIP] Des diamants pour l’enfer (1975)

  1. Cassidy ha detto:

    Insomma una tragedia, tutto quel castello per una valigetta vuota, non so se è un idea brillante o una boiata, opterei per la seconda 😉 Cheers

    Piace a 2 people

  2. benez256 ha detto:

    Nuoooooo…mi hai rubato il film! 😊😊😊

    Piace a 2 people

  3. Pingback: Ilsa 3 (1977) La donna bestia | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.