Zebra Lounge (2001)

Zebra LoungeContinua la rassegna dedicata al Principe Biondo della Z.

Prima di farsi notare con il bel thriller Liberty Stands Still (2002), con Wesley Snipes, la regista televisiva canadese Kari Skogland ha girato un filmaccio di cui probabilmente si vergogna ancora oggi.
Scritto da Claire e Monte Montgomery (credo siano marito e moglie), il 4 ottobre 2001 esce Zebra Lounge, che in Italia è totalmente ignoto se non per un passaggio televisivo su Rai2 l’8 ottobre 2002.

Siamo la coppia più Z del mondo!

Siamo la coppia più Z del mondo!

Prima di produrre e interpretare Betrayed (2005), due miti della serie Z si incontrano in questo film: la splendida Kristy Swanson, mitica ragazza-frankenstina di Dovevi essere morta (1986), e il principe assoluto di questo genere: Stephen Baldwin. Il solo ed unico.
Scopiazzando il Giochi d’adulti (1992) di Alan J. Pakula, questo film ci racconta della grigia coppia “normale” costituita da Wendy (Brandy Ledford) ed Alan Barnet (Cameron Daddo) che non riesce a rilanciare la propria vita sessuale. I due mettono così un frizzante annuncio sul giornale ed entrano nel grande mondo degli scambi di coppia.
Chi ti vanno a trovare? Louise (Kristy Swanson) e Jack Bauer (Stephen Baldwin).

Baldwin curioso...

Baldwin curioso…

Come da copione, la torbida ammucchiata comincia ad esulare dal semplice gioco di coppia di una notte birichina e i coniugi Bauer iniziano a farsi molto invadenti, rischiando di rovinare la facciata di rispettabilità dei grigi Barnet.

Il sopracciglio minaccioso!

Il sopracciglio minaccioso!

Un semplice «Ok, abbiamo scherzato, ora basta» non sembra funzionare, così nel gorgo del noir si arriva fino alla violenza fisica. Il tutto però con dei ritmi lenti che spezzano ogni vaga aria di tensione, che se uniti all’assoluta banalità della storia creano un mix respingente davvero unico.

Ecco come reagisce uno spettatore tipo!

Ecco come reagisce uno spettatore tipo!

Mentre la Swanson è sempre un bel vedere e si passa sopra il fatto che il suo personaggio è assolutamente bidimensionale.

Kristy è sempre Kristy

Kristy è sempre Kristy

Baldwin dal capello impomatato è così stupendo che riscalda il cuore: gli si ride così tanto in faccia che dopo ci si sente decisamente meglio…
Recitazione sguagliata e di grana grossa per un film davvero ruspante se non addirittura pacchiano, con scene che vorrebbero essere sensuali ma non ci riescono neanche per scherzo.
Un signor filmaccio degnamente interpretato da Baldwin, il principe della Z in tutto il suo splendore!

L.

amazon

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Thriller e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

20 risposte a Zebra Lounge (2001)

  1. Cassidy ha detto:

    Da oggi non poi non si dirà più “Z di Zebra” ma “Z di filmaccio con Stephen Baldwin” 😉
    Ti manca solo un titolo a questa rubrica Baldwinesca, qualcosa tipo “Ztephen Baldwin” o qualcosa di più ganzo 😉 Cheers!

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      ahaha quando avrò stanato ogni suo filmaccio, toccherà trovare il titolo dell’ebook che raccoglierà il ciclo: tipo… Baldwinga Z 😀

      "Mi piace"

      • Giuseppe ha detto:

        Come da prassi, al genio si deve un tributo… E sia, allora, si vada senza indugio con Baldwinga Z! 😀

        Cercherai
        un buon film
        tra mille e più canal
        scegli mal
        e arriverà
        Baldwingeeer

        Espressivo tanto quanto un ippocampo
        non dà scampo
        più che far paura
        riesce a muoverti a pietààà

        lui non ha
        serietà
        né professionalità
        se le vuoi
        tu non puoi
        da Baldwingeeer…

        da Baldwingeeer… NO!

        Se prova a recitare
        il pubblico poi se ne vaaa

        Quando tu
        spererai
        di non vederlo più
        a trovarti
        tornerà
        Baldwingeeer

        con sopracciglio fermo e sguardo vuoto
        del copione è ignoto quello che ricorderà

        Perché la verità
        è che il pubblico combatterà
        per la sua libertà
        da Baldwingeeer

        Baldwinga Z
        Baldwinga Z
        uoo-oooh (primo conato di vomito)

        Baldwinga Z
        Baldwinga Z
        uooOOOHH! (secondo conato definitivo) 😀 😀

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        ahahha ormai sei un paroliere consumato, non ti ferma più niente ^_^ Appena becco un disegnatore creiamo la serie animata “Baldwinga Z” 😀

        "Mi piace"

      • Giuseppe ha detto:

        Naturalmente, come Nagai insegna, dobbiamo ricordarci di affiancargli la sua controparte: propongo Afrodite K (K sta per Kristy, ovviamente) 😉

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Ahahah perfetto! 😀

        "Mi piace"

  2. benez256 ha detto:

    Ok, è definitivo, puoi diventare il biografo di Stephen Baldwin…io magari nel frattempo faccio due chiacchiere con la Swanson…

    Piace a 1 persona

  3. Mala Spina ha detto:

    cioè, aspettate un attimo. Si chiama JACK BAUER?
    Solo per questo Baldwin meriterebbe una mezz’ora di fuoco in una sala interrogatori del CTU con il vero Jack.

    Piace a 1 persona

  4. benez256 ha detto:

    …e dire che io il buon Baldwin lo ricordavo solo per la sua interpretazione di Barney nei Flintstones. Il tuo blog mi ha aperto un mondo, o meglio un bidone della spazzatura…ma spazzatura divertente! 🙂 🙂 🙂

    Piace a 1 persona

  5. Denis ha detto:

    Giochi da adulti e quello con i 2 Kevin,Kline e Spacey? povera Kristy l’original Buffy(nasce come film)comunque ieri mi è arrivato il gioco Alien Isolation come promesso ti dico com’è:il gioco e doppiato in italiano e strutturato come un survival horror(quindi ritmi più lenti e ragionati) in prima persona è ambientato 15 anni dopo il primo film usi Amanda la figlia di Ripley,infatti a gli occhi identici a Sigourney Weaver,grafica e effetti sonori eccelenti in pratica devi ascoltare i nastri audio e vedere i file dai monitor, per ricostruire gli avvenimenti successi alla stazione spaziale Sevastapol puoi assemblare gli oggeti,anche gli umani sono ostili per via del mostro e dell’isolamento,infine il gioco e difficile per via che bisogna salvare spesso(non c’è autosalvataggio) comunque un must per fan di Alien ma presumo per i ritmi più lenti e la difficoltà e il disastro di Alien Colonial Marines(gioco dato in sviluppo a una software house che poi subappalta a un’altra ,non solo in Italia succedono queste cose) non abbia venduto molto.
    Scusa per il papiro:)

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Temevo fosse molto “ragionato”, come gioco, quindi ho fatto bene ad evitarlo: non sono proprio portato per risolvere enigmi e raccogliere indizi 😛
      Grazie della testimonianza, le atmosfere devono essere splendide ma mi accontento del fumetto che la SEGA ha prodotto in occasione del gioco 😉

      "Mi piace"

      • Denis ha detto:

        Ok,comunque nel 2010 era uscito un’altro Alien vs Predator per Ps3 e Xbox 360(non so se c’è su Pc) non ho capito perchè per fare un seguito al cinema di Alien non abbiano usato la figlia per ritrovare la madre ma……

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Zitto che se ti sentono poi lo fanno sul serio! Hanno fatto danni a sufficienza, al cinema: il futuro di Alien è a fumetti 😉

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.