[Asylum] The Terminators (2009)

TerminatorsIl Ciclo Terminator del Zinefilo si arricchisce di un titolo incredibile basato sulla faccia più “terminata” della serie Z: quella di Paul Logan, stuntman professionista che ogni tanto sbuca come attore in filmacci tutti da gustare.

Il produttore ed assistente alla regia Xavier S. Puslowski viene promosso a regista per due film in uno: il suo primo e il suo ultimo. Ad aiutarlo c’è lo sceneggiatore improvvisato David Michael Latt, che abbiamo conosciuto per capolavori come Lethal Alligator (2007).
The Terminators – qualsiasi riferimento è puramente casuale… – esce in patria il 28 aprile 2009 e la consueta Minerva Pictures lo porta in DVD italiano il 16 novembre 2011.

Il film è disponibile su Prime Video.

Ok, facciamo finta che sia un'astronave...

Ok, facciamo finta che sia un’astronave…

Siamo nel futuro, quando cioè ci saranno soldi per il cinema ma si rifiuteranno lo stesso per il semplice gusto di produrre filmacci. Un’astronave trasporta uomini artificiali chiamati TR, giusto per non stare a citare “Terminator” a voce alta.
Ad un certo punto uno di loro, TR4 (Paul Logan), comincia a massacrare tutti gli umani prendendo possesso della nave: torna alla base e ammazza tutti pure lì. La creatura si è appena ribellata al suo creatore.
Cosa spinge i TR a ribellarsi agli umani? Ci sono degli spingitori di Terminators?

Paul Logan, espressione da terminator!

Paul Logan, espressione da terminator!

Intanto sulla Terra lo sceriffo Reed Carpenter (il mitico A Martinez) chiacchiera amabilmente con i suoi concittadini. D’un tratto casca dal cielo l’astronave e i TR cominciano a rincorrere la gente a caso per ucciderla: la cosa peggiore, però, è che tutti i TR hanno la faccia di Paul Logan!
L’invasione avviene come anche nei blasonati film Marvel: metro per metro. In pratica i TR vogliono conquistare la Terra… un umano alla volta! Sai che faticaccia?

Povero Martinez, è totalmente fuori parte...

Povero Martinez, è totalmente fuori parte…

Come sempre nei filmacci, un problema mondiale viene affrontato dal punto di vista di un ristretto gruppo di deficienti che fugge in auto. Fugge dove? Non si sa, ma dalla nascita del cinema di fantascienza ogni cataclisma va affrontato andando in auto.
Mente i fuggiaschi guidati dallo sceriffo stanno per essere bellamente massacrati dai TR, arriva Kurt Ross (Jeremy London) che col suo pistolone laser fa fuori i robottoni cattivi: dove l’ha preso quel laser? Semplice, l’ha rubato dove lavorava, cioè all’industria dei TR.

L'effetto del "laserone"

L’effetto del “laserone”

In questo futuro ogni famiglia americana ha un TR come domestico, sempre con la faccia ingrugnita di Paul Logan, e tutti questi robottoni sono controllati da una stazione orbitante: per caso dei terroristi hanno cambiato le direttive dei TR che ora ammazzano tutti? O forse questi robot hanno preso coscienza di sé?
La domanda è oziosa perché prevederebbe una trama… e questo film ne è privo!

Hasta la Asylum!

Hasta la Asylum!

The Terminators è un classico delirio alla Asylum ma senza alcuna ispirazione né voglia di divertire: ci sono solo frotte di Paul Logan che ammazzano tutti e sono invincibili. E poi ci sono gli umani che vanno in macchina e poi si infilano nella solita fabbrica abbandonata, presente in ogni film di genere dagli anni Novanta.
In pratica della piaga robotica che ha colpito tutto il mondo, o anche solo gli Stati Uniti del futuro, vediamo solo quattro dementi in un tunnel, che da soli salvano la Terra. E sì che ad un certo punto viene calata sul tavolo una buona carta: i modelli TR5 sono in pratica identici agli umani… come facciamo a sapere che qualcuno dei fuggitivi non sia una macchina infiltrata? Bella idea… ma pessima esecuzione.

Paul Logan conquisterà la Terra... un umano alla volta!

Paul Logan conquisterà la Terra… un umano alla volta!

Gli attori sono tutti pessimi e fuori parte, compreso il povero Martinez: solo il granitico Paul Logan e il suo grugno da Terminator risulta perfetto e ci regala qualche scena ridicolmente divertente, ma neanche tanto. La scelta di mostrare scene sanguinolente senza stemperarle è davvero di cattivo gusto.
Un’occasione mancata per la Asylum, che poteva splendere invece crea solo il buio.

L.

amazon

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Fantascienza, The Asylum e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

18 risposte a [Asylum] The Terminators (2009)

  1. Cassidy ha detto:

    In effetti hai ragione, scappano sempre tutti in auto, ma verso dove? Nei film Americani di solito vanno nel Vermont, lo stato dove ufficialmente è tutto tranquillo e non ci sono minacce di nessun tipo 😉 Peccato sul serio, l’Asylum poteva spaccare con Terminator come materiale di partenza… Ormai pensano solo agli squali 😉 Cheers!

    Piace a 1 persona

  2. Denis ha detto:

    L’ho visto urka che filmaccio,ieri guardando Full Metal Jacket ho scoperto un’altro Baldwin(Adam),e vedendo Presunto Innocente ho scoperto la tua attrice preferita Greta Scacchi:)

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      ahahah Greta più che altro è un incubo: ogni volta che cerco materiale sugli scacchi esce lei! 😀
      Baldwin sono una Legione ma sono tutti scomparsi: è rimasto il capostipite “Faccione” Alec che ogni tanto appare in cinema e TV e Ztephen, signore dei filmacci…

      "Mi piace"

  3. benez256 ha detto:

    Si stancheranno mai di fare filmacci a base di Termnator? P.S. giusto per rimanere a tema Asylum, non so se ieri sera hai visto Mega Shark Versus Mecha Shark…

    Piace a 1 persona

  4. Giuseppe ha detto:

    “Scusa, ma con i problemi che ci sono là fuori, noi cosa ci facciamo in macchina?”
    “Rifletti: sono delle macchine ad essersi rivolte contro di noi, giusto?”
    “Beh, sì, ma…”
    “Appunto: contro l’umanità hanno messo in atto una macchinazione, al che noi per controbilanciare dobbiamo reagire con un’azione in macchina! Fila tutto, no?”
    “Sei un genio, sei!”
    TR Logan (a mezza citazione): “Adesso capisco perché piangete. Sono le idee della Asylum, vero? Riescono a far piangere anche me…” 😉

    Piace a 1 persona

  5. Pingback: [Asylum] Mega Piranha (2010) | Il Zinefilo

  6. nik96 ha detto:

    sai se questo film l’ha trasmesso anche Cielo

    Piace a 1 persona

  7. Fulci Forever ha detto:

    E’ stato trasmesso su sky anni fa. Non male…come brutto film. 😀

    Piace a 1 persona

  8. Pingback: Universal Soldier (2009) Regeneration | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.