Voglia di vincere 2 (1987) Io ti spelo in due!

Voglia di vincere 2 Poster ITAGli anni Ottanta sono un fardello che il mondo non potrà mai scuotersi di dosso: da diecimila anni la moda torna sempre… ma quella dei mitici ’80 non lo farà mai!
Sebbene oggi sia improponibile per “incompatibilità vestiaria”, questo 2016 compie trent’anni di vita italiana il film Voglia di vincere (Teen Wolf, 1985), ormai ignoto ai gggiovani se non come “ispiratore” di una serie televisiva horror-giovanile.
La Atlantic Entertainment Group, distributrice di quello che è stato all’epoca un successo travolgente, si sbriga a diventare produttrice e a sfornare uno dei sequel meno riusciti della storia del cinema, secondo forse solo a Grease 2. Sto parlando dell’assolutamente inutile Teen Wolf 2 (1987).

Il film esce in Italia il 15 giugno 1988 con il titolo Voglia di vincere 2: gira in VHS ViviVideo e ben presto viene bellamente dimenticato. Non si conoscono edizioni in DVD.
Questo titolo è buono per la rubrica Zintage, ma lo presento anche nel Ciclo Boxe.

Ogni sequenza anni '80 è Z di natura!

Ogni sequenza anni ’80 è Z di natura!

Parentesi personale.
A 14 anni vidi il trailer del film in TV e mi esaltai, semplicemente perché si sentiva la canzone Do You Love Me? (Mother Popcorn): da poco in famiglia era arrivato il lettore CD e ce l’avevo cantata dai Blues Brothers! Era tra le mie canzoni preferite e quindi quel film partiva già con mille punti di vantaggio.
Sono passati i decenni e stranamente non mi è mai capitato di vederlo, né mi è mai capitato un passaggio televisivo: eppure sono sempre stato uno “studiatore di guide TV”…
Comunque sono sempre stato convinto che fosse come per il 99% delle musiche da trailer: NON sono tratte dal film in questione. Poi l’altro giorno vedo il film per questo post… e la canzone c’è!
Ok, è cantata di merda e magari potevano pagare due soldi un cantante migliore, ma la canzone c’è nel film. Ok, è protagonista di una scena imbarazzante che brucia gli occhi per la troppa troppezza degli anni ’80, ma la canzone c’è. E il resto non conta…

La Atlantic si ritrova davanti un bel problema: Michael J. Fox è la star indiscussa del momento e quindi non ci sta a fare un sequel puzzone e cialtrone come questo. Chi chiamare? Semplice: un’altra star televisiva che gli somigli a tal punto da interpretare suo cugino.
Nel serial di successo Casa Keaton Fox lavora con la brava Justine Bateman, che interpreta la sorella castana: l’attrice ha un fratello che in effetti sembra la fotocopia ingrandita di Michael J., perché non prendere lui? Entra dunque in scena il mitico Jason Bateman, già da anni volto noto in TV, sin dai tempi della Casa nella prateria, dove curiosamente interpretava il figlio di Michael Landon: l’attore che negli anni Cinquanta interpretò un lupo mannaro a scuola! (I Was a Teenage Werewolf, 1957.)

Jason Bateman, il fratello vero della finta sorella di Michael J. Fox

Jason Bateman, il fratello vero della finta sorella di Michael J. Fox

Non so voi, ma io Bateman lo ricordo benissimo nel ruolo del bambino stronzetto della serie Il mio amico Ricky (1982-1984), che Italia1 ha replicato per parecchio tempo.
Una curiosità. Bateman è più giovane di Fox di ben otto anni… eppure sembra suo padre! L’eterno bambino Michael J. fa sembrare tutti vecchi…

Dosi massicciamente letali di anni '80

Dosi massicciamente letali di anni ’80

La trama non segue la regola aurea dei sequel («uguale ma di più») preferendo limitarsi a ripetere identico il film precedente. Ideona coi baffi…
Todd Howard (Jason Bateman), cugino dello Scott del primo film, va al liceo e si sente fuori posto, circondato com’è dai classici cazzoni dei film studenteschi americani. Vuole fare il veterinario ed è un ragazzo serio, ma il bieco preside Dunn (un anziano ma sempre mitico John Astin) lo fa salire sul ring: a sorpresa esce il lupo che è in lui e diventa il più figo della scuola.

Io ti spelo in due!!!

Io ti spelo in due!!!

La notorietà gli dà alla testa ma capisce che deve farcela con le proprie forze, anche nell’incontro finale con il cattivissimo che fa malissimo, il pugile tanto sicuro di sé che mena con gli occhiali!

Mi tengo gli occhiali, così te meno meglio...

Mi tengo gli occhiali, così te meno meglio…

Training/studying montage d’obbligo e in cinque minuti Todd è il miglior allievo della scuola. Con due pugnetti stupidi vince il cattivo e il film finisce così velocemente che al cattivo cascano gli occhiali dal naso…
La morale è: il lupo è dentro di te… e però è sbagliato!

Non è questione di peli, è che c'è un lupo in me...

Non è questione di peli, è che c’è un lupo in me…

Definire stupido un film anni ’80 non ha senso, sarebbe come definire bagnata l’acqua, ma qui si esagera. È un film talmente vuoto che mancano anche quelle scene che hanno decretato il successo di prodotti che nascevano con molte meno premesse: situazioni pacchiane ma che fanno ridere di pancia, personaggi buffoneschi ma a cui ti affezioni, tormentoni idioti o smutandate volgari. Ecco, tutto questo manca… quindi non c’è proprio nulla da salvare in Voglia di vincere 2.

L.

– Ultimi post Zintage:

– Ultimi post Cine-Boxe:

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Cine-Boxe e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Voglia di vincere 2 (1987) Io ti spelo in due!

  1. benez256 ha detto:

    Guarda, ho letto la recensione per la stima che nutro nei tuoi confronti. Già mi piaceva poco Voglia di Vincere e sinceramente ero all’oscuro dell’esistenza del sequel. Ma visto che non mi pare proprio una roba da oscar credo che cercherò di far tornare la mia mente all’oscuro dell’esistenza di Voglia di Vincere 2…

    Liked by 2 people

  2. Cassidy ha detto:

    Sai che ho un debole per il primo “voglia di vincere” (si un giorno farò un commento giuro!), di questo film ricordo il cambio di attore molto ben riassunto da te nel pezzo, il cambio dello sport principale, e l’assoluta inutilità, è brutta anche la locandina, il protagonista si trasforma tutto, tranne il viso 😉 Per il resto dico solo che con il titolo di questo commento oggi hai ufficialmente vinto tutto, possiamo chiudere Internet per oggi, colpone di genio! 😉 Cheers

    Liked by 2 people

  3. Giuseppe ha detto:

    Ho il forte dubbio che, visto il pessimo e poverissimo livello del film, quello di Bateman sia il classico effetto “occhi rossi” da flash fatto passare per effetto speciale… 😉

    Liked by 2 people

  4. loscalzo1979 ha detto:

    L’Avevo rimosso.
    Un sincero VAFFANCUORE per avermelo ricordato 😄

    Liked by 1 persona

  5. Pingback: Voglia di vincere 2 (1987) | IPMP – Italian Pulp Movie Posters

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...