Bachelor Party (1984) Il meglio del peggio

Bachelor PartyOggi sono tornati di moda gli anni Ottanta e i loro miti, ma i gggiovani d’oggi non hanno assolutamente idea di cosa siano stati gli anni Ottanta: il decennio di peggior gusto della storia dell’umanità! Terreno fertile per il Zintage
In quegli anni succedevano cose che voi umani non potreste neanche immaginarvi: per esempio Tom Hanks era un comico! Lo so, nessuno lo direbbe mai e lui stesso rinnega di essere stato magro, giovane e cazzone, eppure è stato il simbolo della comicità anni ’80.
E quando accosto “comicità” ad “anni ’80” c’è sempre un terzo elemento che non si può separare: le tette!

In questa foto ci sono tutti gli anni Ottanta!

In questa foto ci sono tutti gli anni Ottanta!

Il 29 giugno 1984 esce negli USA il più grande film cazzone della storia dell’universo, con Tom Hanks e tette sparse, con battutine, battutone, battutacce, battutelle e situazioni che guardano da lontano il cattivo gusto, tanto sono andate oltre.
Il titolo è Bachelor Party e avrete capito che è stato il tormentone della mia infanzia.
Il 23 agosto successivo arriva sugli schermi italiani con la sola aggiunta di (Addio al celibato), tra parentesi. Gira in VHS CBS-Fox e la Koch Media lo porta in DVD dal 12 gennaio 2004.

C'è solo un decennio in cui queste scene potevano essere mostrate...

C’è solo un decennio in cui queste scene potevano essere mostrate…

— Ci vuole un addio al celibato con tante sventole, tante pistole, fuochi d’artificio, tante squillo, froci e tanta bumba. Tutte le cose che rendono la vita degna d’essere vissuta.

Nei bacchettoni anni Duemila questo elenco farebbe ribrezzo, con pistole e froci che proprio non sta bene citare, ma questi sono gli anni Ottanta: quando si fa festa si annulla ogni differenza razziale… basta essere nudi!
Quando il re dei cazzoni Rick Gassko (Tom Hanks) decide di appendere la demenza al chiodo e decide di sposare la ricca Debbie Thompson (Tawny Kitaen), dalla famiglia spocchiosa, i suoi amici ovviamente vogliono organizzare il più devastante addio al celibato che essere umano possa sopportare.
E non ho specificato “essere umano” a caso…

Quando alla tua festa muore un asino, allora è il party dell'anno!

Quando alla tua festa muore un asino, allora è il party dell’anno!

Gli amici cazzoni del re dei cazzoni organizzano una festa cazzona in un albergo rinomato, ed ovviamente il proprietario teme gli inevitabili danni.

— Insomma, dove credete di essere voialtri?
— Non so, in un club inglese?
— Alla Casa Bianca?
— Al di là del sole?

Detta così non rende, ma vi giuro che ho passato gli anni Ottanta a ridere di questa sequenza di risposte!

Palloncini di preservativi e pornazzo in Super8: c'è tutto!

Palloncini di preservativi e pornazzo in Super8: c’è tutto!

Guidati dal belloccio Jay O’Neill (Adrian Zmed, che i miei coetanei ricorderanno nel ruolo dell’agente Romano in T.J. Hooker al fianco di William Shatner!), gli amici cazzoni organizzano una festa che parte male e finisce peggio.
Perché nel frattempo le relative mogli hanno capito che i maschietti vogliono lanciarsi in olimpiadi di sesso e rutto libero, così decidono di rovinare loro la festa: inizia la commedia degli equivoci fatta di salsicciotti, squillo e uomini nudi calati da finestre.

Che la festa abbia inizio!

Che la festa abbia inizio!

Mentre ogni tanto fa capolino la testa riccioluta di Michael Dudikoff (al centro nella foto qui sopra) che sta per diventare American Ninja, il film procede con molto più gusto di quanto si possa pensare e di quanto il genere “party” abbia poi mostrato.
È un film che si basa unicamente su una festa in una stanza, eppure i fratelloni Israel (uno scrive, l’altro dirige) riescono a tirar fuori idee sempre più deliranti ma assolutamente irresistibili, riuscendo addirittura a mantenere “puro” il re dei cazzoni Tom Hanks: ha promesso alla fidanzata che non avrebbe fatto sesso con nessuna e incredibilmente riuscirà a mantenere la promessa.

Con un trucco ninja, Dudikoff si è fatto riccio

Con un trucco ninja, Dudikoff si è fatto riccio

Chiude il tutto la scena finale, dove una cinquantina di festaioli ubriachi e fumati, vestiti nelle maniere più assurde, si lancia in uno di quegli inseguimenti che solo gli anni Ottanta hanno saputo creare: quando cioè TUTTO il cast cominciava a correre! Il cattivo scappa con la ragazza, il buono li insegue, l’amico del buono segue il buono, e via dietro gli amici, i comprimari, i caratteristi, le comparse e i figuranti. Sono cose che il cinema non ha mai più saputo ricreare…
Lo scontro finale in un cinema, con il pubblico dotato di occhialetti 3D che quindi crede che sia tutta fiction per poi prendersi schiaffoni veri, è un manuale di cinema: infatti A-Team (2010) copierà di peso la scena del furgone che entra in uno schermo 3D!

Questo sì che è 3D!

Questo sì che è 3D!

Potete dire tutto il peggio che volete di Bachelor Party, ma è il film più anni ’80 che mai sia apparso negli anni ’80, seguendone tutte le regole, i visi e i difetti, ma difenderlo è facile.
La Fox nel 2008 – aspettate, ripeto: nel 2008! – sforna Bachelor Party 2. L’ultima tentazione: un abominio di tristezza invereconda. Negli anni Duemila non può essere usato neanche un fotogramma del film del 1984, con la censura bacchettona che controlla ogni respiro emesso dagli spettatori, e quindi il film finge di mostrare festaioli a caccia di tette (e un paio si intravvedono pure) ma stando attento a non mostrare mai festaioli a caccia di tette. Insomma il nulla circondato dal niente.
Certi film nascono e muoiono negli anni Ottanta.

Può cambiare pelle quanto vuole: a me piace ricordarlo cazzone e divertente

Può cambiare pelle quanto vuole: a me piace ricordarlo cazzone e divertente

Ed ora, ogni volta che vedrete il blockbuster di turno dove Tom Hanks fa l’attorone serio, pensate a quando faceva il cazzone: il simbolo stesso della commedia americana anni ’80.

L.

amazon

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a Bachelor Party (1984) Il meglio del peggio

  1. benez256 ha detto:

    Ah, gli anni Ottanta, l’America reaganiana e cazzona per la quale tutto era festa, tutto si poteva fare e vaffanculo agli altri, senza menate di politically correct, tanto ormai l’U.R.S.S. è mezza morta, U.S.A. rules e si fa festa. Quando vedevi Tom Hanks fare film tipo “Turner e il Casinaro” e “Big”, il decennio dello sdoganamento dei geek e dei nerd, gli anni di “Una Sirena a Manhattan” e delle topone bionde con riccioloni, orecchinazzi e slip con elastico a livello delle ascelle, gli anni di Daryl Hannah e Kelly LeBrock, prima che si sformasse e prendesse le sembianze di Mickey Rourke di prima mattina. Quando in un film potevi dire bamba, coca, mignotte, negro e mettere fucili ovunque per la gioia dell’NRA…Peccato averli vissuti solo da piccolissimo gli anni Ottanta…scusa dello sproloqui ma quanto mi si tirano fuori gli anni Ottanta è così…

    Piace a 1 persona

  2. Cassidy ha detto:

    Non so se ho mai visto questo film, di sicuro in qualche passaggio televisivo me lo sono anche visto, dovrei provare a rivederlo perché la trama qualcosa mi dice, in ogni caso Bro-fist per tutto il discorso, il mio film preferito di Tom Hanks dell’epoca è “Turner e il casinaro”, infatti mi fa sempre ridere qualcuno qualcuno dice: Ohhh che bravo attore impegnato è quel Tom Hanks, ha sempre fatto bei film 😉

    Poi è vero, revival anni ’80 ok, ma bisogna mettere sulla bilancia tutto, “Miami Vice” ma anche le commedie con le tette, avercene! Avercene a coppie (di commedie e di tette) 😉 Cheers

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Basta guardare la filmografia anni ’80 di Hanks per trovare commedie divertenti a vedersi ancora oggi. Questo film te lo consiglio assolutamente: è un crescendo di trovate assurde che secondo me non sono invecchiate. Comunque sempre meglio dei filmetti USA-e-getta che si dimenticano in mezz’ora 😛

      "Mi piace"

  3. catiaincucina ha detto:

    Eeehh gli anni ’80! io li ho vissuti da dentro! Di Tom Hanks ricordo anche un film di cui non ho mai più sentito parlare, l’uomo con la scarpa rossa (se ricordo bene), che all’epoca mi era anche piaciuto (!) 😀 Lo conosci di certo anche tu, vero? 😉

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Certo e mi è piaciuto parecchio: poi ho scoperto che era il remake di un film francese, molto divertente anche lui.
      Ricordo anche un telefilm, una sit-com, con Hanks co-protagonista, ma ero davvero piccolo: comunque per tutti gli Ottanta quando c’era lui il divertimento era assicurato 😉

      "Mi piace"

      • Giuseppe ha detto:

        Tra un Bachelor Party, Una Sirena a Manhattan, un Turner e il Casinaro e compagnia bella, ricordiamocelo pure al Saturday Night Live: quando nel ’93 Bonolis e Laurenti -sì, lo so che oggi suona quasi impossibile da credere- presentavano le puntate del SNL su canale 5, Tom Hanks l’ho beccato più di una volta… la televendita dove vendeva roba taroccata (“E’ un Sony? No, è COME un Sony! Migliora la ricezione? SE migliora la ricezione? Beh, Non la peggiora!), il tizio irascibile nella sua casa costruita in legno “esplosivo”, il capofamiglia ne la “particolare” famiglia Schifosi (come da doppiaggio italiano) e altro ancora 😀

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Era davvero un comico poliedrico, prima di capire che i soldi si fanno con le lacrime 😛

        "Mi piace"

  4. Denis ha detto:

    Non l’ho visto ma c’è il dvd in un cestone del supermercato,a me piacevano quei film come Un bilgietto in due,Non stata una vacanza ma una guerra,La rivincita dei nerds,Palle in buca ect allora a parte i capelli e le spalline erano film divertenti e le tette non hanno mai ucciso nessuno:)
    Almeno in quei film potevi riconoscerti non erano superfighi palestrati.

    Piace a 1 persona

  5. Pingback: Bachelor Party (1984) | IPMP – Italian Pulp Movie Posters

  6. Pingback: Casa dolce casa? (1986) | Il Zinefilo

  7. Pingback: [Il Zinnefilo] Bachelor Party (1984) | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.