The Haunting in Connecticut 2 (2013) Ghosts of Georgia

The Haunting in Connecticut 2 Ghosts of GeorgiaNel bene o nel male, le polemiche e le discussioni su The Haunting in Connecticut (2009) gli hanno portato grande attenzione da parte dei media, così dopo qualche anno la Gold Circle Films produce per la Lionsgate un sequel totalmente apocrifo, un film che non c’entra assolutamente nulla con il precedente ma che comunque è ispirato ad un caso di Ed e Lorraine Warren. Quindi… il banner scatta lo stesso!

WarrenPrendono l’attore e montatore di film horror Tom Elkins e lo fanno regista. Così, per gioco. Prendono il regista televisivo David Coggeshall e gli fanno scrivere una storia che esula totalmente dalle sue possibilità. Il risultato è l’assurdamente scarso The Haunting in Connecticut 2: Ghosts of Georgia.
Esordito il 1° febbraio 2013 in patria, il film per fortuna è ancora inedito in Italia.

La mamma che ti spia in camera... Paura, eh?

La mamma che ti spia in camera… Paura, eh?

14 giugno 1993. Atlanta, Georgia. Lisa Wyrick (Abigail Spencer) vede la madre morta nella propria stanza e giustamente cambia casa: perché un trasloco risolve sempre i problemi di fantasmi…
16 giugno successivo, siamo a Pine Mountain, alla periferia del niente, immersi nel nulla, in uno chalet sgangherato che sembra uscito dall’Evil Dead di Sam Raimi: ah, qui sì che Lisa si sente tranquilla.

Chi non sogna una catapecchia sperduta nel bosco?

Chi non sogna una catapecchia sperduta nel bosco?

Siccome il film racconta una storia vera, di gente vera, la magra e perfetta Lisa è sposata al palestrato Andy (Chad Michael Murray) dal sorriso che uccide e hanno una bambina perfetta, Heidi (Emily Alyn Lind). È proprio gente vera, potrebbero essere i nostri vicini di casa…

La classica famiglia che va a vivere nei boschi...

La classica famiglia che va a vivere nei boschi…

Malgrado vivere in una catapecchia dispersa nei boschi dia grande sicurezza, anche lì Lisa vede i fantasmi ed esce fuori che questa sua “vedenza” l’ha ereditata la figlia Heidi: entrambe le donne sono nate col velo. Ed è scientificamente provato che chi nasce col velo… impara a velare…

Vedo la gente... sfocata!

Vedo la gente… sfocata!

Visto che la famiglia Wyrick si ritrova a vivere su un terreno e in una casa appartenuti ad un “capostazione”, cioè ad un uomo che nel secolo scorso aiutava gli schiavi neri a fuggire, tutti i fantasmi – e sono davvero tanti – raccontano la storia dei fuggitivi non fuggiti. Degli schiavi cioè non aiutati dal poco caritatevole “capostazione”.
Madre e figlia “velate” aiuteranno a trovare pace ai fantasmi neri e poi… non avranno mai più visioni in vita loro. Ma non erano nate col velo? In pratica ‘sto velo funziona “a progetto”: è una “vedenza” a tempo determinato…

La vera famiglia Wyrick

La vera famiglia Wyrick

La pochezza disarmante di questo inutile filmetto, che nel finale mostra pure la “vera” famiglia Wyrick, fa capire perfettamente perché Ed e Lorraine Warren hanno avuto successo: loro sapevano perfettamente come condire una storia per farla diventare appetibile e quali elementi usare perché non rimanesse una stupidata come questa.

Fantasmi di colore... Questo film è un horror solo per la Lega!

Fantasmi di colore… Questo film è un horror solo per la Lega!

Se da una parte è intrigante l’aver inserito l’elemento razziale in un campo che storicamente è solo per bianchi – credo sia la prima volta che incontro un ectoplasma nero in una storia! – dall’altra la totale pochezza del soggetto e la resa scenica rende il film molto meno consistente dei fantasmi che mostra. E questo sarebbe molto dispiaciuto ai coniugi Warren: loro sì che sapevano come si racconta una storia di successo!

L.

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Ghost House, Inediti e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a The Haunting in Connecticut 2 (2013) Ghosts of Georgia

  1. Denis ha detto:

    Dopo questa bruttura con Chad Micheal Murray che mi ricordo nel serial One Three Hill dove le ragazze del paesino erano tutte strafighe e cheerleader ,tutti erano ricconi ,i ragazzi fighi giocatori di basket ed avevano tutti un sacco di problemi esistenziali?
    Ti sto preparabdo la review di Dead Rising con l’eroico Frank West:)

    Piace a 1 persona

  2. Cassidy ha detto:

    L’Horror che ha terrorizzato tantissimo Matteo Salvini 😉 In realtà non sono fantasmi, sono sfocati perché chi lì guarda è molto miope, bellissimo, palestrato e in gran forma, ma molto miope 😉 Cheers!

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      È talmente disponibile alla sovraesposizione mediatica, che sono sicuro riuscirei ad invitare Salvini sul Zinefilo a commentare questo film di “fantasmi neri” 😀 Allora sì che farei il botto di visualizzazioni!

      "Mi piace"

      • Giuseppe ha detto:

        “Ecco, questi fantasmi qui non sono più contenti di infestare già gli alberghi di lusso (che paga il Nord, ussignùr!) e allora vanno anche nelle case nei boschi lì a… lì a… cassu l’è che ghe scritt, mi su no l’inglès… AH, Pino Montuoso (Padania pura!) a disturbare le famiglie belle, vere, perbene che lavorano e pagano le tasse! Ma la pazienza è finita, FI-NI-TA: un esorcismo padano e tutti a casa! Alégher, alégher, mandém foeura il fantasma négher” (Lo portano via dal blog)

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Grazie per la traduzione in lingua nordica 😛

        "Mi piace"

  3. benez256 ha detto:

    Beh, l’idea di una fantasma nero non è male! Certo che chiamare un film The Haunting in Connecticut e poi spostare l’azione in Georgia non mi sembra un gran colpo di genio…E’ come se “Vacanze Romane” avesse come sottotitolo “Tutti a Berlino” e fosse girato a Mosca…

    Piace a 1 persona

  4. lorenzo bullo ha detto:

    Ciao. Ho scoperto questo film per caso e ho visto il trailer. Peccato credevo fosse un gran film ispirato alla storia di conjuring 2.
    I fantasmi che vedeva la bambina credevo fossero in realtà gli schiavi della guerra civile americana (1820 circa) scappati nel new england dove non c’era la schiavitù. La donna impiccata chiaramente facendo riferimento anch’esso a “Bathsheba Sherman”, che nello stesso periodo veniva accusata di aver ucciso il figlio. Quindi teoricamente l’unico collegamento con il primo film sono i Warren che in entrambi i casi hanno svolto le indagini.
    Forse a vederlo come hai fatto tu mi avrebbe deluso. Grazie della dritta, I film attuali invece sui warren sono uno più bello dell’altro!
    ciao

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      L’operazione è sicuramente furbetta, per richiamare i fan del Conjuverse e vendere loro un prodotto diverso e sicuramente inferiore. Poi il risultato può piacere o meno, ma è palese che siamo su un livello ben diverso dalle opere con i due Warren 😉

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.