Supreme Champion (2010) Blood Sport

Supreme ChampionIl Cine-MMA di Héctor Echavarría dimostra che con pochi mezzi si può ottenere tanto, l’importante è buttare nella mischia veri lottatori: che sappiano recitare è del tutto secondario.
Così altre piccole case decidono di provare a giocare la stessa carta, affidandosi poi per la distribuzione alla Phase 4 Films, specializzata in filmacci. Il risultato è Supreme Champion.
Presentato il 1° luglio 2010 in patria, risulta inedito in gran parte del mondo, mentre è uscito in DVD e Blu-ray in Germania, da sempre il paese più amante del mondo del cinema marziale.

Che messa in scena ricca e di gran classe...

Che messa in scena ricca e di gran classe…

Nel ruolo del protagonista Troy Jennings troviamo il vero lottatore Stephan “American Psycho” Bonnar, che rende subito chiaro quanto NON sappia recitare. Però nell’economia del film non disturba affatto, visto che nessuno sa recitare.

Almeno le prese a terra sono gagliarde...

Almeno le prese a terra sono gagliarde…

Vinto un incontro va a festeggiare in un locale di strip-tease con la sua tipa e qui cede alle provocazioni di tizi poco raccomandabili che lo sfidano: sarà una sorpresa per tutti voi, ma quando Troy si presenta all’incontro per cui è stato sfidato scopre che era un trucco abilissimo in cui è caduto…

Un classico combattimento nei boschi californiani...

Un classico combattimento nei boschi californiani…

Entra così in scena il cattivo Lucien Gallows, interpretato dall’unico vero volto noto (e bravo) del film: il mitico e troppo poco apprezzato Daniel Bernhardt, bravissimo attore marziale svizzero che ha avuto tante piccole occasioni ma mai quella giusta.

Daniel Bernhardt, sprecato in questo filmaccio

Daniel Bernhardt, sprecato in questo filmaccio

Tenendogli in ostaggio la fidanzata, Lucien costringe il tontolone Troy a plagiare palesemente Death Warrior (2009), cioè a partecipare a degli incontri di pit fight illegale.

Il caratterista Igor Jijikine e il protagonista Stephan Bonnar

Il caratterista Igor Jijikine e il protagonista Stephan Bonnar

Dopo cinque minuti di pessime mma con dei lottatori buffoneschi, è tempo di passare ad altro: è tempo cioè di copiare un altro film, I cacciatori della notte (1986) e i suoi vari cloni (da Hard Target a Hydra).

Caccia grossa nei boschi

Caccia grossa nei boschi

Così Troy e la fidanzata si ritrovano a correre nella foresta (in realtà un boschetto locale) con i cacciatori che li inseguono per un big game.
E già che ci siamo, facciamo pure fare una comparsata al granitico lottatore Oleg “Russian Bear” Taktarov.

Un inutile cameo del mitico Oleg Taktarov

Un inutile cameo del mitico Oleg Taktarov

Con la forza della sua monoespressione Troy vince tutti, e nello scontro finale con Lucien e il suo braccio destro – il noto caratterista Igor Jijikine – riesce a dare il peggio di sé… più di quanto non abbia fatto per tutto il film!

L'ampia falcata che ha reso celebre Bernhardt

L’ampia falcata che ha reso celebre Bernhardt

La rozza dabbenaggine con cui è girata questa bojata dilettantesca fa apprezzare l’altissima qualità del Cine-MMA di Echavarría, che almeno era uno spettacolo mediocre: qui invece siamo al livello dell’abominevole…
Supreme Champion fa male agli occhi per quanto è brutto e fatto drammaticamente male: due ragazzini con una webcam saprebbero creare un prodotto mille volte superiore!

L.

amazon

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Arti Marziali, Inediti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Supreme Champion (2010) Blood Sport

  1. Cassidy ha detto:

    Stavo proprio pensando alle We Cam o al massimo ad una GoPro, visto quanto sono grezze le immagini, peccato il titolo suonava figo, ma come tu mi insegni, bisogna diffidare da titolo e locandina del film 😉 Cheers

    Piace a 1 persona

  2. Pingback: Circle of Pain (2010) Lottare senza saper lottare | Il Zinefilo

  3. Pingback: Perfect Target (1997) Elite Fighter 3 | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.