Heatseeker (1995)

heatseekerLascio la parola ad un mio lettore – che ha scelto di firmarsi Willy l’Orbo – che ci parlerà di un film vintage… anzi, Zintage! Gli lascio volentieri la parola: io mi limito alle didascalie.
L.

Torneo di kickboxing tra lottatori metà cyborg, torneo di kickboxing tra lottatori metà cyborg, torneo di kickboxing tra lottatori metà cyborg, torneo di kickboxing tra lottatori metà cyborg… non sto cercando di ipnotizzarvi ma, con questa dolce nenia, volevo semplicemente farvela prendere bene.
Insomma, là dove la componente marziale si sposa con la fantascienza, per noi amanti della Z, la manna scende dal cielo. Eppure c’è chi riesce a buttare a vacche tutto ciò: un sentito grazie va ad Albert Pyun, apostolo del cinema indegno, ed autore di Heatseeker, pellicola che dopo aver creato le premesse di cui sopra collassa su sé stessa come una stella. Vediamo come e perché.

Gary Daniels robotico

Gary Daniels robotico

La trama è semplice e l’abbiamo già accennata nella nenia introduttiva: in un futuro che tra non molto sarà presente (2019) dei colossi tecnologici, per pubblicizzare le proprie bioingegnerie, organizzano una competizione senza esclusione di colpi (colta la citazione?) tra lottatori che ne rappresentino il prodotto essendo integrati con componenti cibernetiche che li rendono metà cyborg. Fin qui todo bien ma già la riunione a Manila in cui è varato il tutto pare il veglione di carnevale: il promotore Tsui Tung (Norbert Weisser) della Sianon Corporation ha occhi verdi, occhiali neri, camicia rossa, giacca marrone e vi assicuro che non sta giocando a strega comanda colore, un altro partecipante ha la pelle bianca come un vampiro e i capelli tra arancione carota e rosso clown, un terzo organizzatore ha pizzetto e baffi ciondoloni che lo fanno assomigliare al Fortunadrago. Se nel passato ci immaginavano così è andata meglio di come pensassero.

Intanto a Roma, dove la Raggi ha evidentemente rinunciato alle Olimpiadi per accogliere le arti marziali cibernetiche, lotta l’UNICO lottatore umano al 100% nonché campione in carica, l’americano (chi l’avrebbe detto?) O’Brien incarnato da Keith Cooke… come chi è Cooke? L’interprete di Reptile e Sub-Zero nei due Mortal Kombat; so che a voi non dirà nulla ma per me, nostalgico dei picchiaduro a incontri, è una nota di merito grande quanto il trash che alberga nelle suddette pellicole. Che poi Heatseeker sia l’unico film in cui si siano azzardati a dargli il ruolo di protagonista è un dettaglio.

Keith Cooke, un mito troppo poco noto

Keith Cooke, un mito troppo poco noto

Tornando al combattimento, nella pausa a fine round il nostro idolo, stanco e sudato, chiede alla sua manager di sposarlo. Romantico. Lei risponde dicendo che sposerà il vincitore del match. Sempre più romantico. Lui mentre combatte racconta quanto avvenuto al suo avversario. Insensato.
Conclusa questa sequenza delirante il perfido Tung, per costringerlo a partecipare al torneo robotico portandogli in dote enorme risonanza, gli rapisce la moglie in pectore. Perbacco che originalità, direte voi; attendete uomini di poca fede perché lo stesso Tung la obbliga ad allenare il suo campione e grande rivale di Cooke (uno sprecatissimo Gary Daniels) con la seguente “ricetta”: portandolo ad innamorarsi di lei per fargli acquisire fiducia in sé stesso! Ecco, se il prezzo da pagare per essere originali è sfornare l’idea più malsana e strampalata della storia preferisco naufragare nel mare della banalità.

heatseekeraNel frattempo il protagonista O’Brien naufraga nel mare dell’assurdo: giunto a Manila prima viene malmenato, derubato e denudato da una banda di sciamannati che gli fanno fare la figura del pesce lesso, poi è preso a ramazzate da una vecchina che lo costringe alla fuga, quindi, sempre con le chiappe al vento, chiede informazioni in inglese e non si capacita del fatto che i presenti, parlando una lingua diversa e vedendolo girovagare come mamma l’ha fatto, non gli rispondano.
Caro Cooke è già tanto se non ti hanno messo la camicia di forza, a te e a Pyun che ha deciso di demolire la tua credibilità in una sola sequenza. Per fortuna, a salvare capra e cavoli, arriva il torneo (dopo 40 minuti!) e si vede un po’ di marzialità ma si resta rapiti anche dalle nazionalità esotiche di alcuni lottatori (Liberia, Sudan, Armenia… qualche sceneggiatore voleva fare lo sborone in geografia?) e da alcuni stili “particolari”: la versione mutante della lotta allo stato puro non mi ha fatto dormire la notte.

heatseekercCome se non bastasse non si può fare a meno di notare che in un film che parla di cyborg di componenti cibernetiche se ne vedono due messe in croce; ammazza, allora, con questo sforzo visivo-creativo, potevi anche spacciarli per alieni, draghi od unicorni. Comunque i momenti in ring con la classica formula delle eliminazioni sono delle panacee purtroppo inframmezzate da sequenze opinabili come un tentativo di liberazione della moglie di O’Brien fallito tra equivoci, elettroshock, scene di nudo e un generale senso di “non so dove andare a parare”.

A proposito di non sapere dove andare a parare che dire, senza voler fare spoiler, della conclusione? Talmente rapida e raffazzonata che probabilmente Pyun aveva mangiato cotiche e fagioli, è dovuto recarsi d’urgenza al cesso, ci ha schiacciato un’ora tra ponzare e scaricare e quando è uscito si è scordato che doveva finire il film. Mi pare plausibile… e a voi?

P.S.
Ringrazio Willy l’Orbo per aver recensito il film.
L.

– Altri post di Willy l’Orbo:

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

23 risposte a Heatseeker (1995)

  1. Evit ha detto:

    Quella di cotiche e fagioli mi ha distrutto! Ahahahah!

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Willy è ormai il ragazzaccio dello Zintage, anche perché il materiale che tratta è oro puro ^_^

      Piace a 1 persona

      • Evit ha detto:

        Sono contento che hai trovato chi ti scrive articoli così divertenti… e su film così sconosciuti. Questo proprio non lo avevo mai sentito!

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Con Willy condividiamo una cocente passione marziale anni ’90, e questa passione verte quasi unicamente su filmacci di solito sconosciuti, che ci scambiamo e cerchiamo di ritrovare in italiano sepolti in giro. Prima o poi capiterà di sovrapporci e allora avremo l’Orbo versus l’Etrusco! (che sembra un titolo Asylum 😀 )

        Piace a 1 persona

      • Evit ha detto:

        Ahahahah! Poi Orboctopus vs Sharketrusus

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        😀 Esatto! Capisci che potremmo andare avanti per anni 😛
        Anzi, dovremmo poi fare come la Asylum in America, che sul sito di Syfy lanciava sondaggi agli spettatori: chi vincerebbe tra Crocosaurus e Shaktopus? A seconda dei risultati aveva il finale dei suoi film. Questo è MarketinZ 😛

        Piace a 1 persona

    • Willy l'Orbo ha detto:

      Evit, la battuta su cotiche e fagioli viene da esperienze di vita! Per il resto grazie per i complimenti ma un grosso grazie lo devo dire a Lucius, vero collante di noi cinemaniaci un po’ sui generis. Chiaramente lo ringrazio ma non esiterò a prenderlo a calci nelle chiappe quando scatterà la sfida made in Asylum 🙂

      Piace a 2 people

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Ah, volano parole grosse nella sana tradizione del wrestling, quindi non sarò da meno: Willy, ti trasfomerò… in Stephen Baldwin! Capisci che è difficile pensare a qualcosa di peggio 😀

        "Mi piace"

  2. Cassidy ha detto:

    L’organizzatore con i baffi da Fortunadrago è una pennellata di genio 😉 Mi accodo ad Evit, non faccio nemmeno finta di conoscerlo questo film, ma ogni giovedì sono contento di farmi stupire da Willy e da questa rubrica Zintage 😉 Cheers

    Piace a 1 persona

  3. Denis ha detto:

    Mi sa che i ciborg sono una fissa di Puyn,mi sembra che li mette sempre nei suoi film,una volta un ragazzo un pò tardo chiese al mio amico Vincenzo(identico all’attore Sandro Ghiani)”ma tu sei un’androide?”

    Piace a 1 persona

  4. canenero ha detto:

    Rubrica e recensione da applausi. Non ti chiedo dove li trovi perché ho paura di scoprirlo 😀

    Piace a 1 persona

  5. Giuseppe ha detto:

    Anch’io posso dire che, ai tempi, ho avuto la discreta Zfiga di vederlo di persona 😉 Diciamo che lo scarsissimo “cyborghismo” presente in questa perla maleodorante è la cosa forse più giustificabile: essendo impegnato pure in Nemesis 2 e trovandosi in tasca quei pochi dollari rimasti dopo che al ristorante l’avevano fregato facendogli pagare uno sproposito i fagioli con le cotiche, non è che potesse piazzare i suoi “costosi effetti speciali” allo stesso modo in tutti e due i film, eh 😛
    P.S. Non linciatemi, ma credo di essere uno dei pochi ad aver trovato divertenti (nella loro greZZitudine) i primi due Nemesis. Però, in fondo, dover vedere cosa ne è stato di Pyun fino ad oggi è un peccato, ripensando al suo esordio con “La spada a tre lame” che mi aveva fatto intravvedere per lui un destino un po’ più brillante…

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Il destino di Pyun sarà materia per futuri libri di storia del cinema, e la saga di Nemesis l’ho dovuta vedere più volte e studiare per vari speciali. Visti i filmacci Z di oggi, i primi Nemesis o almeno alcune trovate le salverei anch’io 😉

      "Mi piace"

    • Willy l'Orbo ha detto:

      Sono commosso per il fatto che qualcun altro abbia visto questo film! Sulla difesa di Pyun ammetto che in altri film si vedono lampi da discreto mestierante ma nella pellicola in oggetto, a mio parere, tali lampi si perdono un po’ troppo nel buio pesto 🙂

      Piace a 1 persona

  6. Pingback: Fantascienza e Arti marziali | Il Zinefilo

  7. Pingback: Heatseeker (1995) Kung Fu-ture appannato | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.