Ritorno nella casa sulla collina (2007)

Return to House on Haunted Hill (3)Lo spirito di Robb White non riesce ad avere pace, e la sua sceneggiatura conosce addirittura un sequel
La Warner Bros affida alla Dark Castle Entertainment – casa specializzata in prodotti piccoli che sembrino grandi – il compito di girare un film che costi non più di due dollari e mezzo: quello che avanza ce lo metteranno gli attori di tasca propria.
Il regista spagnolo Víctor García accetta subito: è un quasi esordiente pronto a future porcate come Arctic Predator (2010). Fermano un passante, un certo William Massa, e decidono che sarà lui a fare lo sceneggiatore sporcando fin nel profondo lo script originale di Robb White.
Il risultato è l’inguardabile Return to House on Haunted Hill, presentato (con che coraggio?) in patria il 16 ottobre 2007. Non risulta uscito in home video nel nostro Paese, solamente trasmesso in TV – come mi confermano i miei informati lettori – con il titolo Il ritorno nella casa sulla collina.

Chissà con che criterio è stata scelta questa attrice...

Chissà con che criterio è stata scelta questa attrice…

Nel precedente remake del 1999 si salva Sara Wolfe, che invece si suicida in questo sequel. Sua sorella Ariel (Amanda Righetti) non si dà pace e vuole capire il motivo del gesto: l’unica soluzione è tornare in quella casa sulla collina.
Vuole andarci anche il dott. Richard Hammer (Steven Pacey) perché sa che in quella casa è custodito un idolo di Baphomet che manca alla sua collezione. (Oh, uno colleziona quello che vuole!)

Il dott. Richard Hammer (Steven Pacey) ha studiato il diavolo e sa dov'è: nel cinema di serie Z!

Il dott. Richard Hammer (Steven Pacey) ha studiato il diavolo e sa dov’è: nel cinema di serie Z!

Altra gente strana vuole andare in quella casa, criminali che vogliono… boh, non l’ho mica capito: diciamo che un bel po’ di gente si ritrova ancora una volta chiusa nella casa sulla collina. Ah, ma mica siamo di nuovo al Griffith Observatory di Los Angeles, dove è stato girato il precedente film: e che, siamo qui a buttar via soldi? Si va tutti in un bel set cinematografico di Sofia: si sa che il Duemila è il millennio bulgaro!

Finita la GIF animata, si va tutti su un set bulgaro

Finita la GIF animata, si va tutti su un set bulgaro

Abbiamo Kyle (Andrew Lee Potts), il giovane demente che fa battute insopportabili; abbiamo Michelle (Cerina Vincent), la zoccolona mora che fa il doppio gioco; abbiamo Desmond (Erik Palladino), il super criminale che si affida ad ogni stereotipo possibile; abbiamo Norris (Gil Kolirin), forzuto macho che è così macho che prende mucho sganassoni.
Tutti personaggi ridicoli oltre ogni sopportazione e tutti giustamente destinati a morti ridicole. Non prima ovviamente della solita scena lesbica: mica vorrai fare un horror senza carezze saffiche, eh?

Nessuno esce di qui senza una scena lesbo!

Nessuno esce di qui senza una scena lesbo!

Stavolta la Casa è la vera protagonista. Posseduta dal demone Baphomet e dalle anime dannate dei pazienti dell’ex manicomio maciulla ogni forma di vita che le entra dentro. Un paio di morti sono anche visivamente azzeccate, ma sembra quasi un errore in un film girato palesemente con lo sfintere.
Return to House on Haunted Hill è uno spettacolo imbarazzante: una sceneggiatura così storica non meritava un insulto così degradante.

L.

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Ghost House e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Ritorno nella casa sulla collina (2007)

  1. Cassidy ha detto:

    Vale la solita regola insomma, bella locandina, brutto film. Per gli occhi! L’attrice è stata scelta per gli occhi! 😉 Cheers

    Piace a 1 persona

  2. cumbrugliume ha detto:

    Questo si che me lo ricordo! Mamma mia, però non ricordavo tanto silicone… e si che doveva essere l’unica cosa interessante della pellicola 😀

    Piace a 1 persona

  3. Willy l'Orbo ha detto:

    Confermo il passaggio televisivo con quel titolo circa un mesetto fa mi pare su Italia 2 o Cielo, confermo che l’unica cosa gradevole della pellicola sono lesbo e silicone, confermo che, ahinoi, il film l’è inguardabile!

    Piace a 1 persona

  4. Pingback: Hellraiser 9 (2011) Revelations | Il Zinefilo

  5. Austin Dove ha detto:

    a me il film piace

    .

    "Mi piace"

  6. Pingback: Arctic Predator (2010) Terrore tra i ghiacci | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.