Cyborg Cop (1993)

cyborg-cop-1Lascio la parola ad un mio lettore – che ha scelto di firmarsi Willy l’Orbo – che ci parlerà di un film vintage… anzi, Zintage!
L.

«Voglio trovare un senso a questo film anche se questo film un senso non ce l’ha», se si ponesse la questione di coronare la passione Zintage con un inno, credo che questo riadattamento di un noto tormentone del Vasco nazionale calzerebbe a pennello. Già me li vedo i prodi registi di paccottiglia pronti a cantarlo a squarciagola con mano sul petto e sguardo fiero di chi, pur dovendola avere, non ha vergogna.
A sgomitare là nel mezzo svetterebbe il profilo allampanato di Sam Firstenberg, un uomo meritevole per averci regalato Guerriero americano, I cacciatori della notte… ma anche Cyborg Cop.
Attenzione, prima che mi lanciate i peggio anatemi, vi premetto che non voglio sparare a zero su un film che si staglia felice nel firmamento della nostra infanzia, tuttavia… tuttavia la pellicola in esame, nei suoi 90 minuti di visione, assomma più nonsense di una supercazzola con scappellamento a destra.

cyborgcop1fDicevamo, Cyborg Cop: il film parla dell’ex poliziotto della DEA Jack Ryan (interpretato dal buon David Bradley) che risponde alla chiamata di emergenza di suo fratello Phillip (Todd Jensen) rapito, su un’isola dei Caraibi, e “robotizzato” da uno scienziato folle, tale Kessel (John Rhys-Davies), che trasforma gli uomini in cyborg killer per venderli sul mercato nero. Fin qui, visto il titolo e il periodo, tutto nella norma o meglio… quasi tutto: un lungometraggio con chiaro riferimento ai cyborg non diretto da Albert Pyun, ecco lo so, questa cosa vi sbalestra più del jet lag eppure siamo solo all’inizio dei nonsense, onde ragion per cui allacciate le cinture e partiamo.

cyborgcop1dDopo un incipit in cui Cyborg Cop si configura come un’opera chiassosa, grezza e grossolana (alleluia), si arriva al momento clou in cui il fratello del protagonista cade nell’imboscata del mad doctor: ebbene, apriti cielo, nello scontro tra buoni e cattivi ci sono così tante esplosioni che i miei vicini sono venuti a suonarmi il campanello chiedendomi se stessi bene. Superato l’equivoco ho ripreso la visione nel momento in cui il poro Phillip subisce l’attacco del killer robotico il quale, su input del suo creatore, lo deve catturare vivo perché poi vogliono trasformarlo in un secondo cyborg: e allora il nostro amico “ferro e lamiera” cosa fa? Gli spuntano delle lame dalle dita e taglia una mano al citato Phillip con tanto di effetti speciali caserecci e fiotti di sangue.

cyborgcop1cSono un po’ basito dalla soluzione adottata dal cyborg e soprattutto ho il forte sospetto che i sogni di Firstenberg siano stati tormentati da quel mattacchione di Freddy Krueger; in caso affermativo poteva anche vestire il cyborg con il classico maglione a righe verdi e rosse, sarebbe stato più romantico. Romantico è anche David Bradley che, venuto a sapere dell’accaduto, si reca in loco non prima di aver preso a sonore sberle i colleghi di suo fratello colpevoli di averlo abbandonato.
La scena della rissa si conclude col capo di questi ultimi che esclama «E non romperci i coglioni». Noblesse oblige.

cyborgcop1aFinalmente la narrazione si sposta nell’isola dei cyborg e qui una perla illumina subito la via: per farci capire che il cattivo ama le innovazioni futuristiche gli piazzano in casa una mano elettronica che gli passa la cornetta del telefono. Già l’invenzione è di per sé orribile ma oltretutto la mano suddetta si prolunga per pochi centimetri di parete e quindi è veramente di un’inutilità spaventosa. Lasciatemi indovinare: state stringendo forte il vostro cellulare fieri di un’umanità che ha fatto progressi più interessanti di quelli adombrati dal discutibile Sam e inoltre nella vostra mente rimbomba «Voglio trovare un senso…»… eeeeh, ancora non è nulla!

Il buon David per sbaglio si scontra con una giornalista (Alonna Shaw) e lei, paziente, reagisce così «Cristo, ma è deficiente o non vedente?». Simpatica, impreca, offende e te sai che nel breve volgere i due diventeranno amici, alleati e andranno a letto insieme. Perché nei film senza senso funziona così. Prima che esplorino il kamasutra tuttavia c’è della ciccia, di quella che garba a noi: la giornalista chiede a due locali se gli danno un passaggio, questi evidentemente non capiscono un’acca ma la reporter, cresciuta a pane e volpe, intende il tutto come un assenso e monta su una jeep che in realtà è di Bradley; aspettate, aspettate a stupirvi: quando lo stesso Bradley torna al mezzo e riparte di tutta fretta perché la polizia al servizio dello scienziato pazzo lo insegue la ritrova in mutande con le brache calate. La mia reazione è stata: ??? Non so che altro aggiungere. Ma visto che questa sequenza è un’orgia di nonsense… andiamo oltre: durante l’inseguimento il protagonista esclama «Ho un’idea» e poi le macchine degli sbirri si capovolgono, prendono fuoco ed esplodono senza motivo alcuno. Così, davvero. Dice di avere un’idea ma non fa nulla se non continuare la fuga, eppure gli inseguitori incappano nelle peggiori disgrazie: confessalo David, conosci la telecinesi? Sei un parente di Carrie dallo sguardo di Satana? Dimmi, ti prego, che sono confuso.

cyborgcop1bNel palazzo dello scienziato pazzo nel frattempo non è che gli eventi siano molto più sensati: arrivano i compratori di cyborg e per fare una dimostrazione mandano contro il killer di nuova generazione un loro uomo il quale dopo aver constatato che le sue pallottole sono inefficaci aspetta placido placido l’avvicinarsi di “cyborg l’assassino” (il suo inventore lo chiama così, per appellativi migliori ripassare alla prossima creazione). Non scappa, attende. E il Terminator “de noantri” con un pugno gli trapana il cranio. Giustamente perdindirindina. Di sicuro non è andata persa materia cerebrale.
Quella non è che abbondi nemmeno nei dialoghi tra David e la giornalista ma in uno di questi alludono a “cose grosse” e “banane”, se avete capito cosa intende il malizioso Sam… digli stupido a Bradley. Bradley che tra l’altro prima di concedersi alle grazie della Shaw cigna mezza isola colpevole di essere in combutta con i cattivi e fa amicizia solo con quelli che assomigliano a Bob Marley: sesso, botte e marijuana, bella vita eh, David? Il problema è che poi ti aspettano i cyborg ma, ricorda, il problema è solo tuo perché intanto lo spettatore, dopo così tante scene opinabili, è mezzo rincoglionito (copyright Sam Firstenberg) da un motivetto che fa «Voglio trovare un senso a questo film anche se questo film un senso non ce l’ha».

P.S.
Ringrazio Willy l’Orbo per aver recensito il film.
L.

– Altri post di Willy l’Orbo:

– Ultimi post di fantascienza:

Pubblicità

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Fantascienza e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

24 risposte a Cyborg Cop (1993)

  1. Cassidy ha detto:

    Non riesco a pensare ad altro che ad un Terminator con il maglione a righe di Freddy Kruger, un corto circuito di citazioni che mi manda ai pazzi 😉 Cheers

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      All’epoca Italia1 lo trasmetteva con facilità, ma era delirante sin da subito 😛

      "Mi piace"

      • Willy l'Orbo ha detto:

        Concordo sul fatto che la programmazione degli anni ’90 era zintage e quindi migliore ma dobbiamo ammettere che dopo il passaggio al digitale terrestre qualcosa è migliorato visto che la maggiore offerta ha ridato piccole nicchie al nostro tipo di cinema preferito!

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Finiti i tempi di DuelTV, a me sembra che tutto sia crollato: la programmazione totale di tutti i canali Mediaset non equivale nemmeno ad una settimana di Italia1 a cavallo di ’80 e ’90, quando i filmacci di genere te li sparavano a raffica. E non dimentichiamo che c’erano piccoli canali che sfoggiavano altri film ancora, mentre oggi vendono roba e parlano di calcio…

        "Mi piace"

      • Willy l'Orbo ha detto:

        Hai ragione da vendere tuttavia, rispetto al periodo post 2000 e prima del digitale credo che il palinsesto sia migliore, su Paramount Ch, sul Nove, Rete4, Cielo c’è un’offerta settimanale decente e negli ultimi tempi hanno riproposto film (Il tempio di fuoco, Trappola sulle montagne rocciose, Forza d’urto 2, Delta Force 2) che una decina di anni fa sarebbe stato utopia vedere

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Eh, ma davvero siamo a livelli bassini: Rete4 trasmette tutti i sabati un film di Seagal da tempo immemore, m non è “cinema di genere”. Spero di cuore si torni ad un onesto livello di genere…

        "Mi piace"

      • Willy l'Orbo ha detto:

        Se è per quello condivido le tue speranze e speriamo che i nostri desideri vengano esauditi…ma ne dubito 😦

        Piace a 1 persona

    • Willy l'Orbo ha detto:

      Un’immagine che tormenterà i tuoi sogni più del Freddy Kruger “original”, vero?

      Piace a 1 persona

  2. Giuseppe ha detto:

    VascOmaggio a Willy l’Orbo (per «Voglio trovare un senso a questo film anche se questo film un senso non ce l’ha») 😉 …

    Di questo film io penso
    Se pure oggi non ha senso
    Domani non l’avrà…
    Domani non l’avrà lo stesso
    Ti eviti un tormento
    Se dici “basta!” in tempo
    Domani qualcun altro rischiando lo vedrà…
    Certo non sarà Willy… a lui è toccato già! 😀

    Piace a 1 persona

  3. Evit ha detto:

    Un Fistenberg che mi manca! Ottima recensione Willy, me la tenevo in caldo da tanto tempo in attesa del momento giusto per godermela

    Piace a 1 persona

  4. Pingback: Fantascienza e Arti marziali | Il Zinefilo

  5. Pingback: Benvenuti nel Kung Fu-ture (1994) | Il Zinefilo

  6. Pingback: End of the World (2013) Atto finale | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.