Cannonball Run 2 (1984) La corsa ancora più pazza

Squadra che vince non si cambia, e per quanto io lo trovi del tutto incomprensibile, oggi, all’epoca Cannonball Run fu un successo, così ecco immancabile il solito sequel sgangherato che non convince nessuno.

Se ne sentiva davvero il bisogno, di questo sequel?

Cannonball Run II esce in patria il 29 giugno 1984 e arriva di nascosto in Italia il 4 settembre successivo come La corsa più pazza d’America n. 2, con un lancio più ufficiale il 13 settembre successivo.

Tanto per mettere le cose in chiaro, la casa cinese viene per prima…

Un cartello bello chiaro ad inizio film ci informa che è una co-produzione Warner Bros / Golden Harvest, la stessa che dieci anni prima ha creato I 3 dell’Operazione Drago con Bruce Lee, ma con risultati drammaticamente diversi.
Distribuito dalla Warner, rimane un mistero il perché sulle fotobuste italiane campeggi il logo della 20th Century Fox mentre la VHS del film sia targata Columbia-Tristar. A chiudere il patchwork della distribuzione nostrana, la compianta Stormovie porta il film DVD in data imprecisata.
In realtà è tutta roba rara perché del film davvero non frega una mazza a nessuno, in Italia: delle edizioni in home video si hanno solo note sui cataloghi, perché nessuno sembra averle mai viste dal vivo, mentre di un eventuale passaggio televisivo si può solo credere per fede.

Ma che c’entra il logo della 20th Century Fox???

Battuto nel precedente episodio, lo sceicco (Jamie Farr) viene rimproverato dal suo re (Ricardo Montalban): tutto il loro impero si basa sul dominare ogni aspetto della velocità, e perdere la Cannonball Run è stata un’onta vergognosa. Per salvare l’onore lo sceicco dovrà indire un’altra gara, stavolta con un milione di dollari come premio, e vincerla assolutamente.
Attirati dal ricco premio, tutti i dementi più dementi d’America si metteranno su strada, replicando identiche delle situazioni non comiche che già nel primo film facevano imbarazzo.

L’unico pilota divertente del film: evviva le scimmie al cinema!

Il regista è sempre Hal Needham e i protagonisti sono sempre Burt Reynolds e Dom DeLuise, quindi già sappiamo che il film è una stupidata imbarazzante.

Solo a me sembra invecchiato di dieci anni dal primo film?

Cambiano solo gli attoroni nei ruoli cameo: mentre nel precedente film avevamo veri e propri co-protagonisti, stavolta i ridicoli capelli tinti di Burt e la fastidiosa vis non-comica di Dom la fanno da padrona sull’intero minutaggio, lasciando qualche minuto agli altri.

Gli unici protagonisti del film, purtroppo

Telly Savalas fa il boss e si unisce a una folta di schiera di caratteristi molto noti – c’è pure Henry Silva! – che qui si lanciano nella loro parte consueta: il bosso siculo-hollywoodiano. Con tecniche da Will il Coyote cercano di rapire lo sceicco per il riscatto, mentre Dean Martin e Sammy Davis jr. stavolta fingono di essere poliziotti. E per 10 secondi appare pure il loro amico Frank Sinatra, del tutto a cacchio.

Via la Subaru, entra la Mitsubishi

La Mitsubishi Motors nel 1981 ha aperto la sua filiale americana e inizia la lunga collaborazione con Jackie Chan, re di Hong Kong che qui continua a fare il giapponese – sebbene quando parli sia riconoscibilissima la tipica cadenza cantonese di Hong Kong – alla guida non più di una Subaru bensì di una Mitsubishi Starion che si appresta ad apparire in una moltitudine di film cinesi.

Peppiniello, i film sulle corse pazze diventano due!

Michael Hui non è più al fianco di Chan, e stavolta troviamo Richard Kiel, lo storico caratterista di decine di film che è noto unicamente per il ruolo di Squalo bondiano in Moonraker (1979), proprio al fianco del Roger Moore presente nel primo film.
Una scazzottata di cinque secondi e Jackie può uscire tranquillamente di scena.

Occhio, Jackie, che c’è uno Squalo davanti a te!

Puntare tutto sulla coppia Burt-Dom – con una comparsata del tutto inutile di Shirley MacLaine, che prima è una finta suora e poi se ne va a cosce all’aria, dimostrando la totale inutilità del suo ruolo – è una mossa che giustifica il completo oblio di questo filmaccio ignobile, che non può contare sulla “freschezza” del primo film. (Che comunque oggi è assolutamente inguardabile pure quello!)
È un prodotto che non sopravvive agli anni Ottanta e infatti trovare sue tracce dopo questo decennio è molto difficile. Per fortuna nessuno sembra aver pensato ad un terzo episodio: stiamo a posto così, ragazzi…

L.

amazon

– Ultimi post simili:

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Action e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

17 risposte a Cannonball Run 2 (1984) La corsa ancora più pazza

  1. Willy l'Orbo ha detto:

    “è un prodotto che non sopravvive agli anni ’80” (ma sopravvive per gli zinefili 🙂 ). Sottoscrivo in pieno, miglior chiosa non ci poteva essere!

    Liked by 1 persona

  2. Conte Gracula ha detto:

    È un periodo con poca voglia di rischiare, il nostro, ma non è detto che qualcuno non provi a riesumate la salma!

    Liked by 1 persona

  3. cumbrugliume ha detto:

    Mi consolo con l’immagine della scimmia pilota! Questo proprio non l’ho mai visto… 🙂

    Liked by 1 persona

  4. Denis ha detto:

    No lo stile e sopravissuto nei videogiochi ma li almeno e l’unico posto dove ha senso mettere personaggi coloriti e trame assurde,comunque ho finito AvP

    Liked by 1 persona

  5. Cassidy ha detto:

    Sono passati dall’avere James Bond, a sfoggiare quello che forse è uno dei suoi più iconici cattivi, per il resto lo guarderei solo per la scimmia! 😉 Cheers

    Liked by 1 persona

  6. loscalzo1979 ha detto:

    Cioè ASPETTA, ESISTE UN SEGUITO?

    Liked by 1 persona

  7. Giuseppe ha detto:

    Ahh, c’è stato sì almeno un passaggio televisivo d’epoca che purtroppo non mi persi… se no, quale altro motivo avrei avuto per non volerne mai più sapere niente di sue eventuali edizioni in VHS o DVD? 😉

    Liked by 1 persona

  8. Mahatma K. B. ha detto:

    Quella non è “una scimmia”: quella è la leggendaria Manis, co-protagonista di “Filo da torcere” con Clint Eastwood e del trashissimo “Going Ape” con Dom DeLouise (aridaje…).

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...