The Sixth Man (1997) Un canestro x due

Continua l’omaggio a Cassidy, noto grande fan della pallacanestro a cui dedico questo ciclo di post su film che trattino l’argomento.

Rivederlo dopo 18 anni è stato un po’ deludente, ma conservo ancora un buon ricordo di The Sixth Man, visto in TV per caso e rimasto in mente per un unico fattore azzeccato…
Fra il regista e gli sceneggiatori fanno a gara a chi ha meno esperienza, ma l’idea geniale è quella che apre il film: quando inizi con Doug E. Fresh che rielabora in chiave hip hop Superstition di Stevie Wonder… be’, vinci facile!

Uscito in patria il 28 marzo 1997, non ho trovato prove di un’uscita nelle sale italiane di questo film. La Touchstone Home Video lo porta in VHS nel 1998 (non ho trovato date più precise) con il titolo Un canestro x due, mentre arriva su Tele+ (canale a pagamento) dal 2 gennaio 1999, con il titolo Un canestro per due.

Un titolo oserei dire “essenziale”

Antoine e Kenny Tyler sono due fratelli prodigio del basket: A & K all the way, grida la folla mentre loro vincono ogni partita.
Il primo è interpretato da Kadeem Hardison, il secondo dall’emergente Marlon Wayans. Non è ancora uno dei fratelli Wayans, siamo ancora lontani dallo Shorty di Scary Movie (2000), ma il talento istrionico e irrefrenabile di Marlon è tutto lì, pronto a fare il bis l’anno successivo con Effetti collaterali (1998), che vidi sullo stesso canale probabilmente non molto dopo questo film.

Antoine e Kenny, due fratelli nella pallacanestro

Quanto Antoine muore di colpo durante una partita – per non si sa quale motivo – non solo Kenny subisce il trauma della perdita dell’amato fratello, ma tutta la squadra crolla. Quando si vince i difetti non si vedono, ma è subito chiaro che era Antoine il campione: tutti gli altri erano solo un traino, giocatori che dovevano passargli la palla così da andare a vincere.

Tranquilli, ragazzi: faccio tutto io!

Tranquilli, però, non è un film drammatico: Antoine torna subito in forma di fantasma e con poteri misteriosi – e del tutto inspiegabili – comincia a far vincere tutte le partite sollevando di peso i giocatori, così che anche i tappetti possano schiacciare! Perché in quella squadra neanche un bianco di due metri riusciva ad andare a canestro, confermando la regola che white men can’t jump.

Chi non salta, un fantasma è!

Mentre l’allenatore Pederson (il bravo David Paymer) si sgola e la bella di turno, R.C. (Michael Michele), si innamora di Marlon, quest’ultimo sta tutto il film in primo piano a fare le boccacce e a contorcersi come dieci Celentano in un corpo solo. Perché il fratello lo mena ma nessuno può vederlo, così che non ci rimane che vedere Marlon contorcersi da solo.

Una delle reazioni “moderate” di Marlon

L’idea carina viene stirata fino all’impossibile e quasi subito si perde quel senso di freschezza. Quando ho visto il film la prima volta, nel ’99, non ricordo particolare fastidio ma è vero anche che non ricordavo un solo fotogramma: credo di aver cancellato tutto!
Rivederlo oggi non è stato piacevole, la regia da “commediona americana anni Novanta” è esagerata e poco dosata: onestamente non mi sento di considerarlo un film riuscito, ma è anche vero che è un film del secolo scorso… andrebbe giudicato con quel gusto.

Magari se questa la toglievano era meglio…

Sono un grande fan dei fratelli Wayans e di solito apprezzo molto il loro lavoro: qui siamo però a livelli ancora acerbi. Marlon, come il Nino di De Gregori, si farà anche se ha le spalle strette… e quando penso a Shorty di Scary Movie, “farsi” è il verbo giusto!

L.

– Ultimi post simili:

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Cine-Basket. Contrassegna il permalink.

19 risposte a The Sixth Man (1997) Un canestro x due

  1. cumbrugliume ha detto:

    Credo di averlo visto anche io su Tele+! L’immagine di Antoine fantasma ha risvegliato in me la macchina dei ricordi, quindi immagino che all’epoca (ero nella mia prima ossessione da NBA) il film mi sia piaciuto, anche se ora la memoria comincia a vacillare…

    Mi piace

  2. Conte Gracula ha detto:

    Mai visto, ma il tema entità paranormali + sport, quello sì: senza un Wayans a caso, sarebbe un film per famiglie da sabato mattina estivo, immagino 😛

    Liked by 1 persona

  3. Cassidy ha detto:

    Mamma mia che ripescaggio stamattina! Complimenti per la memoria questo davvero è un pezzo di preistoria cestistica 😉 Penso di averlo visto anche io ai tempi di Tele+, che era anche uno dei pochi canali ai tempi dove si poteva vedere l’NBA in maniera seria (su Italia 1 era commentata da Guida Bagatta, il che è tutto detto).

    Prima di questo tuo post lo avevo quasi rimosso questo titolo, evidentemente è un film… fantasma 😉 Sarà che non vado pazzo per i Wayans anche se nei primi “Scary Movie” erano scatenati. L’unico Wayans che non mi fa fare le boccacce (alla Marlon) è Damon Wayans, e per questo devo ringraziare Shane Black. Per altro Damon ha fatto un film cestistico anche lui, “Celtic Pride” con Dan Aykroyd, anche quello altro titolo che non rivedo da circa duemila anni 😉

    Ti ho già detto che mi manda giù di testa questa rubrica? Hai trovato un modo per farmi attendere il lunedì 😉 Cheers!

    Liked by 1 persona

  4. Zio Portillo ha detto:

    Credo di averlo visto anch’io su Tele+ secoli fa. Ma me lo ricordo zero. Giusto qualche immagine del fantasma ma nulla di più. Se nessuno da quella volta l’ha più visto un motivo ci sarà…
    Lucius, non so se ce l’hai in agenda ma un altro film minore sul basket (che non rivedo da una vita!) è CHE ARIA TIRA LASSÙ con Kevin Bacon. Se non ricordo male lo vidi pure al cinema…

    Liked by 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Ah, quante belle dritte oggi: Bacon non me lo perdo mai, quindi segnato anche quello! ^_^

      Mi piace

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Ah, me lo ricordo! Ora che ho visto la foto sono sicuro d’averlo visto, anche se non ricordo nulla 😛

      Mi piace

      • Zio Portillo ha detto:

        Ottimo! Contento di avertene dato uno in più per la rubrica.

        Attendo con ansia quello che per me è il CAPOLAVORO dei film sul basket e sono curioso di capire se anche gli altri sono con me o preferiscono altri titoli.

        Liked by 1 persona

    • Cassidy ha detto:

      Molto simile anche “il mio gigante” con Billy Crystal (grande fanatico di basket). I titoli a tema cestistico non mancano, seri e commedie, per quello mi frego le mani per questa rubrica 😉 Cheers

      Liked by 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Quello lo ricordo meglio, che mi colpi molto il finale. Essendo uno sport molto amato in patria, è inevitabile che spunti spesso e volentieri nel cinema 😉

        Mi piace

      • Zio Portillo ha detto:

        Tifoso allo stremo dei Clippers il buon Crystal. E non i vincenti di adesso, pure gli scarsi cronici degli anni passati. Da una parte il meglio dei jet-set Hollywoodiano a bordo campo (Nicholson in testa) a tifare i Lakers, dall’altra il povero e solitario Billy col cappellino dei Clippers.
        Tra loro e i Warriors (dei bei tempi andati) facevano a gara come “barzelletta” della NBA. Sembrano passati millenni visti i risultati di adesso.

        Liked by 1 persona

  5. Willy l'Orbo ha detto:

    Ahahaha, citazione finale top! Non visto ma, nonostante peculiarità “acerbe” (:-) )…potrei farci un pensierino…!

    Liked by 1 persona

  6. Giuseppe ha detto:

    Difficile che io non ricordi proprio nulla di qualsiasi film -riuscito o no- veda coinvolto a vario titolo un Wayans, ragion per cui “Un canestro per due” mi sa tanto di non averlo visto nemmeno ai tempi su Tele+…

    Liked by 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Penso sia scomparso molto presto, come film, e curiosamente da noi non hanno mai “ripescato” i film dei Wayans. Avere distribuiti in Italia tutti i propri film è segno di grande successo, ma non quel successo che ti fa ripescare i film e riproporli…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...