Dead Rising: Endgame (2016)

Già ho parlato di Dead Rising: Watchtower (2015), filmucolo tratto dal videogioco omonimo, ma scopro che recentemente è arrivato anche in Italia un evitabilissimo sequel: giuro che non l’ho cercato, mi è capitato sotto gli occhi!
Già ho lanciato su Change.org una raccolta firme per scoprire chi mai abbia osato chiedere alla Sony Pictures un secondo titolo della serie, cioè Dead Rising: Endgame, uscito in patria il 20 giugno 2016.

Non si sono impegnati neanche nella grafica del titolo…

Il sogno proibito di tutti i “no vaccini” italiani si avvera: nel primo film scopriamo che lo Zombrex, il vaccino anti zombìa, non solo non ha funzionato ma anzi è servito da veicolo per trasformare tutti i vaccinati in morti viventi. Mentre gli italiani gioiscono perché la “scienza ufficiale” ha fallito, milioni di persone muoiono.
Cosa fa il Governo davanti ad un problema umanitario? Alza un muro bello alto così il problema umanitario diventa il problema di qualcun’altro.
Abbiamo così una vera e propria “città dei morti” dove ambientare il film, delimitata da un grande muro sopra il quale il generale Lyons (di nuovo Dennis Haysbert) può fare la parte di quello che, nel dubbio, è meglio nuclearizzare.

Un’altra inutile apparizione di Dennis Haysbert

Inizia una serie di vicende straordinariamente noiose e impossibili da seguire, perché al secondo fotogramma già ho la bolla al naso mentre dormo profondamente.
L’unico filo conduttore che mi sembra degno di nota è il protagonista – di nuovo Chase (Jesse Metcalfe) – che cerca la co-protagonista del precedente film, Jordan (Keegan Connor Tracy): che fine ha fatto? È “zombata”? La ritroviamo attiva e incacchiata per essere stata abbandonata, protagonista di alcune buone scene d’azione.

Armati, strambi e pronti all’impegno

Il resto del film è, come si può facilmente intuire, il nulla più totale. Peggiorato dalla presenza della insopportabilmente bella Marie Avgeropoulos: essendo il film diretto ad un pubblico di brufolosi adolescenti dalla vita privata plausibilmente solitaria, da anni si è imposta una figura leggendaria e mitologica come costante quasi obbligatoria. La figura della giovane fighetta esperta di computer.

Guardi Marie Avgeropoulos e pensi: che grande esperto di computer…

Dopo lo Yeti e il lupo mannaro, ora c’è questa creatura leggendaria – la hacker giovane e figa – raccontata da molti film ma che in realtà nessuno ha mai visto in natura.

Sono solo una ragazza con la sua mazza chiodata

Un paio di scene azzeccate ci sono – come quella dello scontro zombie sulla scala mobile, piena di ottime idee – e qualche effettaccio splatter è ben piazzato, ma paradossalmente siamo sotto al livello del precedente film, che già di suo era una minchiata.

Sebbene digitale, c’è del sano splatter

Almeno lì però c’era la voglia di cazzeggiare con armi strane, con motoseghe e decespugliatori: qui i protagonisti imbracciano strane armi da taglio ma lo fanno in modo “serio”… il che è dannatamente ridicolo!

Silenzio: parla il Principe della Z

Chiude il cerchio l’apparizione per pochi secondi di un principe della Z che è voluto passare a salutare, e già che c’era ha detto due stupidate, così tanto per ridere: Billy Zane, che crede così tanto nella Z da averla nel cognome…

Ecco l’unico modo per impedire a Billy Zane di fare altri filmacci

Che altro devo dire di ‘sto filmaccio? Sicuramente il videogioco sarà divertente, ma qui ci si prende troppo sul serio per risultare credibili. Perciò, si dorme della grossa…

L.

amazon

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Cine-Game, Zombie e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

24 risposte a Dead Rising: Endgame (2016)

  1. Denis ha detto:

    Guarda che lo Zombrex non vaccina chi e infettato lo deve prendere ogni 24 ore perchè se no si zombifica ,comunque esiste la patonza videoludica era l’autrice della saga di Assassin Creed ,Jade Raymond(https://www.jade-raymond.com/images/jade-raymond-2.jpg) adesso all’Eletronics Arts..
    Comunque il suffisso Endgame nei film e indice di bruttezza mi ricordo anche un Highlander titolato cosi

    Piace a 1 persona

  2. Willy l'Orbo ha detto:

    Mmmmmhhh…a me l’originale sarebbe già bastato ed avanzato…farei un pensierino a questo solo per il mitico Billy! 🙂

    Piace a 1 persona

  3. Zio Portillo ha detto:

    Tralascio il film che mi pare di capire sia di un piattume disarmante (già il primo per me non era il massimo, anzi). Mi concentro così sulle cose importanti: la patata. La Avgeropoulos, bellissima, me la ricordo in “The 100”. Tanto bella quanto fastidiosa pure in quella serie. Scopro ora che ha scollinato già oltre i 30. Se li porta veramente bene perchè pare una ragazzina poco più che ventenne.
    A memoria ricordo che la prima, la capostipite, delle gnocche mega-intelligenti nei film fu Denise Richards nella doppietta “Starship Troopers” e “007 – Il Mondo Non Basta” dove da una parte fa la pilota di navi stellari laureatissima in matematica pura e in 007 fa la fisica nucleare. Ecco… Quando abitavo dai miei mia madre guardava spesso il canale “E!” e c’era uno show, un reality, sulla Richards. Sarà pure bella come il sole ma è stupida come una zucchina! Tutto ma la fisica nucleare anche no!

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Quelli che citi sono prodotti di serie A: nella Z è pure peggio. Perché se già è difficile che una fotomodella sia una fisica nucleare – dove cioè “basta” studiare – credere che una ventenne sia una hacker è ancora più incredibile, visto che teoricamente dovrebbe passare le sue giornate china su una tastiera, non in palestra o dall’estetista…
      Le fighe informatiche credo siano nate con “Hackers” (1995) semplicemente perché serviva una donna nel cast e l’unico ruolo era la hacker. E hanno continuato per lo stesso motivo: per vendere un film serve una figa nel cast, e visto che soprattutto la Z mira ai nerd brufolosi, l’unico ruolo per lei è la hacker o l’esperta informatica. Una variante è la fan nerd: l’unico neo nel geniale “Fanboys” (2009) è farci credere che una ragazzetta sia così fan di Star Wars: per carità, può anche essere, ma parliamo davvero di esemplari rari mai visti in natura…

      "Mi piace"

  4. Pietro Sabatelli ha detto:

    Mi ero perso la tua recensione del primo, che sì fa schifo ma almeno c’era azione e divertimento, cosa che ultimamente con gli zombie non vedo spesso…certamente mai avrei chiesto anche il sequel, ma io l’ho visto e seppur con meno intrattenimento e con risultati pessimi, mi ha nuovamente divertito almeno un po’ 😉

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      In effetti il tema zombie è diventato forse troppo serioso, servirebbe più voglia di divertire e di divertirsi: pregi che riconosco a questa saga. Però le scene “divertenti” sono troppo poche per rendere la visione interessante, per me.

      "Mi piace"

  5. benez256 ha detto:

    Mamma mia Billy Zane è una roba inguardabile con quei baffetti. Se solo penso che ha potuto farsi e strafarsi Kelly Brook giorno e notte fino allo sfinimento, la cosa mi fa un po’ girare le palle…Direi che comunque l’unico motivo di vedere questo film è Marie Avgeropoulos…

    Piace a 1 persona

  6. Conte Gracula ha detto:

    Ti dirò che tizie belle e hacker ne ho conosciute: oggi come oggi, lo stereotipo “attraente ma mentalmente inutile” e “di talento ma cesso” vengono smentiti dalla realtà, nel bene e nel male (perché esiste anche gente che è cessa e stupida, ne avessi conosciute due, di persone del genere!) il problema è che non sono credibili per altri motivi, tipo gente che cracka siti col game boy advance e telecamere di sicurezza così avanzate che puoi ingrandire una sezione di sfondo del filmato senza sgranare di un pixel!

    Comunque, un film Z al quadrato (serie Z e Zombie) è una bella sozzeria, non c’è che dire XD

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Le esagerazioni informatiche sono ormai la regola nella fiction, mentre ti invidio la conoscenza di esperte informatiche che assomiglino a fotomodelle: in tutti gli uffici in cui sono stato nella mia vita (e sono tanti) ho conosciuto solo una donna “genio” di computer, e non assomigliava a Marie 😀

      Piace a 1 persona

  7. Cassidy ha detto:

    Ne conosco di smanettoni informatici, ma nessuno somiglia alla Avgeropoulos, te lo posso assicurare! 😉 In realtà più che gli zombie è lei l’elemento fantastico della trama, l’esperta di computer bona che esiste solo nelle fantasie erotiche! Detto questo mi pare che il film sia anche disponibile su Netflix, ma non ho mai avuto voglia di vederlo, piuttosto sullo stesso genere preferisco recuperarmi la seconda stagione di “Z Nation”, le mazze chiodate solo le stesse. Proprio per questo sono felice che il Zinefilo si sia occupato del film, hai confermato tutti i miei dubbi. La butto lì, Billy Zane sta cercando di insidiare il primato di Stephen Baldwin? 😉 Cheers

    Piace a 1 persona

  8. Giuseppe ha detto:

    Un film che funziona quanto un vaccino scaduto, in pratica 😉
    P.S. Salve, sono Marie Avgeropoulos: esperta di computer e di cura dei brufoli 😛

    Piace a 1 persona

  9. lazyfish73 ha detto:

    La creatura leggendaria huahuahua muoio!
    Billy Zane ormai è garanzia di poraccitudine,io il primo film l’ho visto e non me lo ricordo per nulla(da tanto figo ed interessante era),questo immagino passerà sui nostri schermi qualche lunedì di sonno di quelli che anche se ti cala la palpebra pazienza!

    Piace a 1 persona

  10. Pingback: Hunt to Kill (2010) Caccia all’uomo | Il Zinefilo

  11. Pingback: Bloodfist 2 (1990) Pugni d’acciaio 2 | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.