Finger Guns: dita che sparano

Charles Bronson ne “Il giustiziere della notte” (Death Wish, 1974)

È il momento che il mondo sappia: le dita uccidono. Soprattutto se messe a forma di pistola…

Tutto inizia con The Losers (id., 2010) di Sylvain White, ispirato alla saga a fumetti omonima (Vertigo 2003-2006) del britannico Andy Diggle. In DVD e Blu-ray Warner.

Dove sono gli Avengers, quando servono?

A metà film, durante il “colpo”, Chris Evans – un anno prima di diventare Capitan America – si ritrova incastrato in ascensore con tre guardie armate, pronte ad immobilizzarlo. E lui cosa fa? Dice cose stupide ma soprattutto… mette le mani a pistola!

Fermi, o le mie dita sparano!

I tre uomini armati cadono uno dopo l’altro, quindi Chris ha davvero le dita a pistola? Ovviamente no: c’è il suo amico cecchino appostato sul grattacielo di fronte, pronto a colpire quando lui “preme il grilletto”. Se l’ascensore fosse stato chiuso, il gioco non si sarebbe potuto fare…

La trovata troppo divertente perché non finisca nel repertorio smargiasso e paradossale di uno dei film più volutamente cialtroni del decennio: I mercenari 2 (The Expendables 2, 2012), in DVD e Blu-ray Universal.

Attenzione, che Stallone ha il dito carico…

Ecco la scena. Il peso dei baffetti da sparviero fa cadere Sylvester Stallone dalla corda che lo sta portando in salvo, e in breve insieme ai suoi uomini si ritrova circondato da soldati con occhi a mandorla e cattive intenzioni. Jason Statham lo guarda con il suo ghigno sardonico: e ora come ne usciranno, i nostri eroi?
Semplice: Stallone deforma una delle sue mani in alto fino a formare un finger gun.

Statham: «È carico?»
Stallone: «Possiamo solo sperarlo.»

I muscoli gli impediscono di piegare le dita…

Con scatto felino ed agile mossa, come Lady Oscar, il nostro Stallone usa il suo dito come una pistola e ammazza sei soldati in un nanosecondo. Tranquilli, non è stato davvero il suo dito a sparare, bensì Liam Hemsworth nella sua veste di cecchino. Perché guarda caso era posizionato proprio al posto giusto, con la visuale giusta, e sebbene sia noto che i fucili dei cecchini sparano un solo colpo alla volta, riesce a spararne ben sei senza alcuna distanza l’uno dall’altro, a mo’ di mitragliatrice.
Diciamo che la scena è talmente ridicola che non si può non ridere di gusto.

Fermo, o della pessima fantascienza ti farà fuori

Dopo qualche anno, la scena riappare nel più dimenticabile film di fantascienza dell’anno: Explorer (Arrowhead, 2016), scritto e diretto da Jesse O’Brien, uscito questo luglio 2017 in DVD e Blu-ray Eagle Pictures.

In una civiltà futura dominata dal perfido Generale Lang, i sostenitori del ribelle Generale Hatch vengono mandati in un carcere duro: una rivolta in questo carcere apre il film, ed è l’unica scena movimentata dell’intera vicenda. (Per risparmiare, l’autore crea un complesso pippone che giustifichi il fatto che il protagonista rimanga fermo nello stesso posto per tutta la storia!)

A conclusione della rivolta, uno dei prigionieri punta il proprio dito a pistola contro una guardia, e dopo questa cade con il fiotto di sangue più minuscolo della storia.
Non ci viene mostrato se per caso c’era un cecchino nei paraggi: l’autore non ha pensato fosse qualcosa che dovessimo sapere…

Non si vede, ma sulla tempia della guardia c’è del sangue…

Conoscete altri casi in cui è stata utilizzata la stessa idea delle “dita che sparano”? Fatemi sapere.

Nel frattempo, ecco un geniale sketch con un vera e propria “sparatoria” di massa!

L.

– Ultimi post simili:

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Saggi. Contrassegna il permalink.

18 risposte a Finger Guns: dita che sparano

  1. Conte Gracula ha detto:

    In un vecchio manga, yu yu hakusho, il protagonista sparava raggi spiritici con le dita a pistola. Vale?

    Liked by 1 persona

  2. Cassidy ha detto:

    Meraviglioso post! 😀 Il filmato finale è spettacolare e mi ha fatto pensare al mio “Finger Gunfight” preferito di sempre, quello di un episodio di Spaced, in cui Simon Pegg, Nick Frost e soci facevano le prove generali per “Hot Fuzz”:

    Conta anche James Woods in “Videodrome” oppure è fuori categoria? 😉 Cheers

    Liked by 2 people

  3. Zio Portillo ha detto:

    Così su due piedi mi viene in mente la scena di Cassel ne “L’Odio” di Kassovitz quando in davanti allo specchio rifà De Niro in “Taxi Driver” con la mano che simula la pistola di Travis Brickle. Ovviamente la mano non spara…

    Poi ho in testa due scene. Una era di una ragazzina che spara con la pistola del padre ad un altro bambino in un parchetto. Era un episodio di “Alfred Hitchcock Presenta” oppure “L’Ora del Mistero”. C’erano questi bambini che si minacciavano per scherzo con le dita a forma di pistola escludendo questa ragazzina dai loro giochi. Questa va a casa, prende la pistola del padre e dopo l’ennesima minaccia ed esclusione spara veramente a uno.
    Poi ho in testa una scena di Terence Hill (mi pare in “Poliziotto Superpiù”) che minaccia dei criminali solo con le mani. Può essere?

    Liked by 2 people

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Terence Hill credo che abbia usato spesso i “finger guns”: i suoi film sono sempre stati per famiglie e l’uso delle pistole attenuato il più possibile 😛
      Di “dita puntate” ho scoperto che è pieno il cinema, basta googlare “finger guns” e in pratica esce fuori ogni attore in quella posa. io mi sono limitato a questo filone di “dita con cecchino dietro” perché appena scoperto il terzo caso ho voluto assolutamente lasciare testimonianza della catena di copie-citazioni 😉

      Mi piace

  4. Denis ha detto:

    La finger gun l’ho vista fare in un match molto violento da Triple H alla sconfitto Rick Flair,tieni conto che il triplo gli aveva aperto la fronte con un cacciavite e anche Mick Foley la faceva come taunt nei panni di Cactus Jack

    Liked by 1 persona

  5. Giuseppe ha detto:

    Alla lista puoi aggiungere Julian Sands nei panni del malvagio negromante Warlock in “Warlock – L’angelo dell’apocalisse”: grazie ai suoi demoniaci poteri, in una sequenza del film spara letteralmente dalle dita (e senza ovviamente bisogno di alcun cecchino) 😉

    Liked by 1 persona

  6. Pingback: PREDATOR SENZA GLORIA (fan fiction) FONTI | 30 anni di ALIENS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...