[Soundtrack] Dunkirk (2017)

Il mitico Hans Zimmer va da Christopher Nolan e gli chiede: «Come organizzerai il film Dunkirk? Così mi regolo per la colonna sonora.»
Nolan lo guarda senza capire: «Io sono Nolan, faccio tutto al contrario e gioco con i piani temporali. E poi sono contro l’organizzazione classica: un film dev’essere flusso mentale, messaggio visivo veicolato attraverso pulsioni percettive.»
«Ho capito», taglia corto Zimmer. «Non hai un cazzo da dire: ti farò una colonna sonora che non ha un cazzo da dire.»

La colonna sonora di Dunkirk rispecchia perfettamente il film: pura pennica sbadigliante. Quando ti svegli, ti stiracchi e dici: «Ah, i piani temporali di Nolan!» o qualche altra stupidata per salvare la faccia.

Si comincia con un gni gni gni di sette minuti, si passa ad un gna gna gna di sei minuti, poi si sfuma finché Zimmer non si appisola sul mixer. Qualcuno deve averlo svegliato di soprassalto perché d’un tratto la traccia 4, l’unica “movimentata”, si lancia in otto minuti di zan zan zon zon.
Seguono una decina di tracce di gniiiieeeeeeeoooooooo ripetuto: non so essere più preciso perché bastano pochi secondi di questa inutile musichetta per cadere nella fase REM.
A voler rappresentare l’intero album direi che è: chi chi chi, co co co, curucurucurucu qua qua… ah no, quello era Pippo Franco, un musicista serio. Qui invece c’è solo Zimmer che dorme pigiando tasti del mixer a caso.

Dunkirk è il nuovo nome della noia puzzona, quella che mentre sbadigli dici «Si sente la potenza della percezione visiva», e poi vai a fare qualcosa di più sensato. Cioè qualsiasi altra cosa.
Un album consigliato a chi soffre di insonnia: risolverà tutti i vostri problemi!

L.

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Soundtrack e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

16 risposte a [Soundtrack] Dunkirk (2017)

  1. Cassidy ha detto:

    Penso che sia assolutamente inascoltabile separata dalle immagini, a suo modo funziona per creare tensione, ma singolarmente davvero ci sta tutta la superiorità tecnica di Pippo Franco 😀 Cheers!

    Piace a 1 persona

  2. Vincenzo ha detto:

    bell’argomento la colonna sonora di Zimmer in Dunkirk…
    da molti è stata esaltata, di solito dagli stessi che esaltavano il film…
    alcuni hanno addirittura detto che non ci sarà corsa per l’Oscar, che Zimmer ha già vinto…
    per carità io non sono un esperto di musica ma ora ti dico le mie impressioni:
    prima impressione al cinema: un ottimo sonoro, ma non un ottima colonna sonora, che è poi quello che ho scritto nella mia recensione… nel senso che non mi ha dato grandi sensazioni, forse qualcosa nella parte finale, che è in crescendo…
    poi ho letto quelle cose e ho detto: ma sarà che non capisco veramente un tubo di musica? perché mi hanno fatto venire il dubbio….
    ciò che è certo, ed in ciò concordo assolutamente con Cassidy, è che è una di quelle colonne sonore che separata dal film non va nemmeno presa in considerazione, se non per metterla nella sala d’attesa di un dentista 😀

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Addirittura l’Oscar? Fossi in Zimmer mi offenderei: con tutti i capolavori che ha creato, essere premiato per una non-musica è davvero infamante! 😀
      Non sono un esperto ma amo e ascolto colonne sonore da quando ho memoria, e questo è pura musica da sottofondo. Non è questione di “ritornello che manca”, è questione che è musica che non ha nulla da dire, perché semplice sotofondo. Zimmer ha creato capolavori che meriterebbero il Nobel, roba come “The Rock o “Crimson Tide” che puoi non aver visto i film ma amare la musica, e potrei citare decine di altri titoli. Anche Interstellar è ottima, da sola, sebbene sia una furbata che ricalca un po’ Philip Glass. Qui invece semplicemente non c’è musica, è rumore senza sostanza per non distogliere l’attenzione dello spettatore dal film: capisco i fan a prescindere di Nolan, ma forse stanno un po’ esagerando 😀

      Piace a 1 persona

      • Vincenzo ha detto:

        😀 😀
        non lo so guarda, concordo con te sul fatto che sia musica di sottofondo…
        anch’io sono infatti rimasto spiazzato quando ho letto quella cosa (anche perché la fonte non era proprio “vivanolan.com”)… sarà che ho un’altra idea di colonna sonora… secondo me deve sapersi prendere la scena, ma senza rubarla totalmente…
        vabbé vedremo… l’unica cosa certa è che sto sempre più convincendomi che dovrei vedere un’altra volta Dunkirk, prima che esca dalle ultime poche sale in cui ancora lo danno… ma non so se ce la farò, vediamo…

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        A meno di non considerarlo mero merchandising, un CD che venga presentato da solo deve saper camminare con le proprie gambe, non è un semplice gadget del film. Purtroppo molti lo sono, ma di solito i grandi compositori si lasciano ascoltare e sanno lasciare il segno. Anche i grandi cadono, però, come per esempio Danny Elfman, che un tempo veneravo ma da vent’anni non azzecca una sola nota…
        Da Zimmer ti aspetti musica almeno coinvolgente, che ti sappia comunicare delle sensazioni: io odio Batman e odio i film di Batman, e odio di più quelli diretti da Nolan… ma dopo aver sentito la splendida colonna sonora me li sono dovuti vedere: quelle atmosfere dark potenti meritavano una visione del film! Ecco, questo è Zimmer, uno che ti fa piacere film che non ti piacciono 😀 Ed ecco perché Dunkirk gli è proprio venuto male…

        "Mi piace"

  3. Conte Gracula ha detto:

    Non l’ho sentita, ma l’articolo mi ha fatto morire XD

    En passant, ho provato ad ascoltare quella del nuovo It, ma mi è sembrata un po’ monotona e dopo venti minuti di coro horror dell’Antoniano dark… mi sono stancato! 😛

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      ahahah l'”Antoniano dark” è stupenda, te la rubo subito 😀
      Non è una colonna sonora fatta di temi, è più musica d’atmosfera, ma nel panorama desolato delle colonne da tappezzeria mi è sembra più “d’effetto”. O più semplcemente lo Zecchino Nero mi dà qualche brividino e quindi mi è sembrata efficace 😛

      Piace a 1 persona

      • Conte Gracula ha detto:

        Lo Zecchino nero XD
        Allora, la scelta di mettere le voci bianche in una canzone horror è pari al suono del carillon in un corridoio buio, con solo una lampada a intermittenza accesa.
        Quel che ho sentito non è realizzato male, ma sembra il compito fatto bene per strappare un 7, 7 e 1/2… e mi ha ricordato i Simpson (che dopo trent’anni di gag, sembra che non abbiano esplorato solo il filone dei prediciottesimi): quando Homer ga spaventare i figli a cena, mettendo la colonna sonora di un horror con bambola assassina ed era proprio un coretto di bambini XD

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Purtroppo tocca abbassare parecchio l’asticella, i bravi autori sono impegnati nei film sui supereroi e sono lontani i tempi di colonne sonore horror da applauso. Lo dimostra questo Dunkirk, in cui Zimmer proprio dà il minimo di sé: sembra sia tutto da ricalibrare in peggio.
        Al contrario, i film supereroistici sono spettacolari: “Thor 2” e “Iron Man 3” per esempio sono fissi da anni nel mio lettore, sebbene a malapena ricordi di aver visto i film. Sono album splendidi e corposi, e corrispondono proprio a ciò che amo in una OST.

        "Mi piace"

      • Conte Gracula ha detto:

        E poi c’è il melting pot anni ’80 dei Guardoni della Galassia, ma quelle non sono canzoni fatte apposta per il film 😛
        Il problema, spesso, non è la bravura, ma l’ispirazione: non so quanto tempo abbia avuto il “quindicenne” (:P) di It e certo non è facile farsi venire l’ispirazione a comando, ma non era nemmeno già sentito, era sentito spesso, per me.
        Ma oltre queste considerazioni non riesco ad andare, ho poca sensibilità per la musica e ancor meno competenza tecnica, stappo lo spumante se mi accorgo di un controcanto!

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Nel campo delle colonne sonore horror è difficile fare concorrenza a John Carpenter, ma ci sono anche autori buoni, solo che – come giustamente dici – non sempre sono ispirati, e anzi sembra che più è famoso e pompato il film meno deve sentirsi la musica. Sono finiti i tempi di John Williams che rendeva la sua musica famosa quanto il film…

        Piace a 1 persona

  4. Cumbrugliume ha detto:

    Cattivissimo 😀 Io concordo con Cassidy: separata dal film non ha proprio senso di esistere 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.