Knockout (2011) Nato per combattere

Il Ciclo Action di CineSony dedicato a Steve Austin si è concluso, ma oltre ai quattro film in prima serata il nuovo canale ha trasmesso in seconda serata un altro paio di titoli inediti dell’ex wrestler, sempre targati dalla canadese Nasser.

Non so a che punto della collaborazione fra Austin e la Nasser si collochi questo Knockout – visto che il sito ufficiale della Nasser pensa così tanto alla stupida (e brutta) grafica da non mettere manco le date dei propri film! – ma di sicuro arriva in Italia con l’aggiunta del solito ridicolo sottotitolo Nato per combattere: festeggiamo insieme il centesimo uso di questa stupida frase!

Il film è disponibile su Prime Video.

Quanta ricca originalità, nel titolo…

Ci sarà un motivo se addirittura CineSony ha trasmesso in seconda serata questo film, martedì 28 novembre 2017: riesce ad essere al di sotto addirittura degli standard di Steve Austin… e ce ne vuole!
Per carità, non è un brutto film, è girato in modo professionale e dice le sue cose come deve dirle: è un onesto piccolo prodottino televisivo da pomeriggio domenicale. Il problema è che si tratta di un plagio poco ispirato di Karate Kid (1984), quindi non si capisce perché lo si dovrebbe vedere al posto dell’originale.
O comunque lo si dovrebbe vedere per la faccia strana di Austin: senza pizzettone sembra un’altra persona!

Oddio, Steve: che hai fatto alla faccia???

Togliete il finto karate e metteteci un po’ di boxe, togliete un ex soldato giapponese e mettete un ex pugile texano, insomma: a parte qualche differenza di facciata, questo film è la fotocopia – fotogramma per fotogramma – del celebre film di John G. Avildsen, che non aveva certo bisogno dell’ennesimo rifacimento.
Il tema di Karate Kid non è certo questo capolavoro di novità, il tema del ragazzo nuovo che arriva in città e fatica ad inserirsi con relativo “maestro di vita” che lo aiuta non è che sia proprio l’invenzione del secolo, e di sicuro ha lanciato un genere molto rifatto, eppure Knockout riesce a volare ancora più basso.

Metti il pugno, togli il pugno (© Phase 4 Films)

Matthew Miller (Daniel Magder) si trasferisce in una nuova città con la madre ed è difficile inserirsi nella nuova scuola. Picchiato dai bulli pugili, comincia a seguire i consigli dell’inserviente Dan Barnes (Steve Austin), ex pugile nonché spirito libero.
Mentre si allena conosce l’amore e alla fine c’è il torneo finale, dove prende botte da tutti, anche dal bibitaro, finché all’ultimo secondo tira qualcosa che potrebbe assomigliare ad un pugno e vince tutto. Così, con un pugno solo…

Occhio con quelle mani, Steve: in America ti rovinano per molto meno

Sicuramente un film per tutta la famiglia, anche se non vedo perché una famiglia dovrebbe vederlo.
Deludente su tutta la linea ma se non altro riesce a far rivalutare gli altri filmacci Nasser con Austin.

L.

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Cine-Boxe e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

21 risposte a Knockout (2011) Nato per combattere

  1. Zio Portillo ha detto:

    E’ come al calcetto degli scoppiati il mercoledì sera. Sotto millemila a uno, mancano tre minuti al fischio e il più furbo se ne esce con “Chi segna questo vince?”. Naturalmente segnano SEMPRE quelli sotto e finisce a mani in faccia e bestemmie. Un classico…
    Piuttosto che l’ennesima copia scrausa di “Karate Kid” con un moscio Austin, mi rimetto a posto la caviglia e torno a giocare al calcetto il mercoledì. Anche perché mi pare manchi la gnocca assurda che può spingermi a dargli una possibilità.

    Piace a 2 people

  2. Willy l'Orbo ha detto:

    Ahahahah! Didascalie poche ma…buonissime! 🙂
    Se il ciclo Austin dovesse finire qui…mi mancherà 🙂 (nonostante tutto)

    Piace a 1 persona

  3. Conte Gracula ha detto:

    Senza pizzetto, Austin somiglia un po’ al tipo di The Shield 😛

    Piace a 1 persona

  4. Cassidy ha detto:

    Steve Austin senza pizzettone sembra il classico torturatore russo, stile “Rambo 3” 😉
    La didascalia finale è fantastica, ma in generale mi hai fatto ridere fin dall’inizio chiarendo che è un film che persino CineSony ha relegato alla seconda serata 😉
    Ora voglio Stone Cold contro i gestore di IMDB, che almeno si faccia perdonare qualche brutto film come questo il nostro Steve 😉 Cheers

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Magari! IMDb si meriterebbe proprio qualche bel cazzottone…

      "Mi piace"

    • Conte Gracula ha detto:

      Ecco, sì, la cosa di imdb a pagamento mi è sfuggito di commentarla. Forse perché è incommentabile!
      Se non sbaglio, è un sito portato avanti in stile wiki, dai suoi utenti, far pagare una cosa simile è follia! A volte le informazioni non sono nemmeno complete…
      Un tasto delle donazioni avrebbe più senso.

      Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Posso capire che nel corso di vent’anni è un sito cresciuto all’infinito, che richiede spazio e quant’altro, e già prima c’era IMDb Pro – credo pensato ai professionisti del settore – che offriva servizi a pagamento: semplicemente stanno pian piano inserendo nella versione Pro parte delle informazioni prima libere.
        Ah, e capolavoro dei capolavori in questi giorni scomparirà la possibilità di vedere tutti i film di un personaggio: vuoi sapere in quanti film appare James Bond? T’attacchi al tram, perché quella è un’informazione IMDb non fornisce più. Così come molti anni fa cancellò nottetempo la possibilità di cercare un film incrociando i nomi di due attori. (Che film hanno interpretato insieme De Niro e Hoffman? Ora devi cercarlo altrove.)
        Insomma, un database che toglie informazioni è una barzelletta: se il suo obiettivo è diventare come i miliardi di altri siti che mettono fotine di attorini allora può anche chiudere subito.

        Piace a 1 persona

  5. Kukuviza ha detto:

    Sembra un film da Disney channel con target preteen. Non è che Steve Austin vuole diventare l’idolo di quella fascia? Una nuova Violetta in versiona maschia e adulta.
    Che bischerazzi quelli di imdb, già mesi fa han tolto le board, mi pare di aver letto pochi giorni fa che avrebbero tolto anche le quotes. Ah ecco, c’era quella funzione di ricerca incrociata che dici, mi sembrava quasi di essermela sognata.

    Piace a 1 persona

  6. Cumbrugliume ha detto:

    Tralascio questo filmetto trascurabile (e trascurato), ma che è successo a IMDB? Mi sembra di vederlo come prima!

    Piace a 1 persona

  7. Kukuviza ha detto:

    Aspetta un secondo, ho riprovato a fare la ricerca con ad es. due attori e mi ha dato i risultati ma non mi sono loggata o cose del genere.

    Piace a 1 persona

  8. Giuseppe ha detto:

    Si può dire quello che si vuole, ma all’ultimo secondo Austin ha dimostrato di avere la situazione IN (un) PUGNO 😉

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.