One in the Chamber (2012) Due killer is megl’ che uàn

Appena un attore cade, c’è la Romania ad attenderlo, e se è fortunato Dolph Lundgren gli fa compagnia…

Presentato (con che coraggio?) al Festival di Cannes il 18 maggio 2012 – mi immagino la faccia degli spettatori! – la Anchor Bay Entertainment distribuisce direttamente in home video dall’agosto successivo One in the Chamber.
La sempre attenta 01 Distribution lo porta in DVD e Blu-ray dal 4 giugno 2015.

Molto intrigante il semi-uso del cirillico

Alla regia troviamo un onesto mestierante che fa il suo lavoro in modo pulito, senza menarsela da registone: sto parlando di William Kaufman, che subito dopo questo film si lancerà nei minimi ma onesti The Marine 4 (2015) e Jarhead 3 (2016).
La sceneggiatura originale di tal Benjamin Shahrabani viene riscritta dall’esordiente Derek Kolstad, che dopo un altro titolo Z come The Package (2013) potrà salire alla serie A scrivendo John Wick (2014).
Ma in fondo la trama, inutilmente complessa, può descriversi nelle parole usate nel film da uno dei protagonisti:

«È la solita vecchia storia: due fronti di diverse opinioni pronti a saltarsi alla gola per una qualche sciocchezza.»

Il resto davvero non conta, visto che il regista può contare sulla presenza in video di un cast invidiabile.

Tipico della Romania: un nero che passa davanti alla pubblicità della Pepsi

Sono lontani i tempi in cui Cuba Gooding jr. era Cuba Gooding jr., la morte del cinema l’ha colto sulla strada del successo e quindi ancora giovane si è ritrovato a girare filmucoli di serie Z in Romania. È un attimo che passi dai filmoni con Tom Cruise ed Anthony Hopkins ad Hardwired (2009) con Val Kilmer.
Qui il nostro Cuba interpreta Ray Carver, americano nella finta Praga ricostruita in Romania per il suo “lavoro”: cioè l’assassino prezzolato.

Se faccio fuori tutti i grandi attori, magari si libera posto per me in serie A

Carver è un professionista ma ha commesso un errore: si è invaghito della figlia di una delle sue vecchie vittime. Tranquilli, è una sottotrama del tutto inutile.

Salve, sono Louis Mandylor e sono inutile…

Bla bla bla tradimenti di mafiosi russi di qua e di là e Carver si ritrova nel mirino del più pericoloso degli assassini russi…

Chiudete il film, che ora siamo pieni!

Entra in scena il vero ed unico protagonista del film, l’unico motivo per vederlo: Aleksey Andreev detto “Il Lupo”, ma non chiamatelo così che non gli piace molto, come soprannome.

Volete vedere come morde il Lupo?

Se Cuba si muove a disagio nel mondo della Z, l’arrivo in scena di Dolph Lundgren – nel periodo in cui sta girando anche I Mercenari 2 e Universal Soldier 4 – dimostra chi è che comanda. Chi è che nella Z si è sempre sentito a casa e sa come ci si diverte creando dell’ottimo intrattenimento.

Portatemi un altro 50enne cazzuto come me

Dolph è il primo a divertirsi da matti, a fare il cazzone in scena e ad emanare gagliardiaggine da ogni suo poro: questo vogliamo da lui, non trame complesse.

Fermo Dolph, io sono Cuba e ho un coltello

Coltello?

Io sono Dolph… e questo è un coltello!

Già quando ho visto il film la prima volta – per recensirlo il 17 settembre 2012 nel mio vecchio blog – pur essendo chiara la sua serie Z mi sono divertito parecchio, a vedere quella vecchia pellaccia di Dolph fare il mattatore assoluto.

Nessuno crede che questo sia davvero Cuba…

Rivisto oggi, confermo l’impressione: la trama e Cuba sono roba inutile che è meglio ignorare, perché lo spazio se lo prende tutto il nostro svedesone preferito e sa comandarsela a dovere.
Tanto per insegnare a questi quattro ragazzini come si fa a sembrare grandi in un film piccolo.

L.

amazon

– Ultimi post simili:

GUARDA IL FILM AD € 2,99

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Action e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

27 risposte a One in the Chamber (2012) Due killer is megl’ che uàn

  1. Denis ha detto:

    Cuba Gooding jr avrà preso la maledizione dell’Oscar vinto in Jerry Maquire,pure Halle Berry ne è stata vittima,quando arrivi il picco sbagli il film post Oscar e scendi miseramente.
    Ma Lundgren c’era pure ieri su Cielo diretto da Woo in Blackjack e subito dopo un film con Cuba…

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Lundgren c’è sempre, lavora molto per le case con cui Cielo ha un contratto 😉

      "Mi piace"

      • Denis ha detto:

        Peccato che non ho trovato un personaggio spendibile in più film,comunque essendo una persona molto intelligente non si è scoraggiato come altri,hai visto che nel post che ti ho mandato la sfiga che porta Norris

        Piace a 1 persona

      • Giuseppe ha detto:

        Io l’ho visto e, stranamente, me lo ricordo anche piuttosto bene (certo merito più suo che non del fu Cuba Gooding)…
        Proposta per l’emittente: lanciare un’imminente programmazione di tutta la sua filmografia con un breve spot, dove si vede Dolph a letto con una ragazza mentre improvvisamente il marito di lei irrompe nella stanza esclamando: “Cielo! Dolph Lundgren!” (E si danno il cinque come se niente fosse)… un istante dopo li vediamo tutti e tre a letto -con Dolph in mezzo- muniti di telecomando, birre, popcorn e patatine. La macchina da presa stringe progressivamente sullo svedese che, rivolto al pubblico, dice: “Amico, lo spettacolo sta per iniziare… c’è posto anche per te!” nel medesimo istante in cui appiono in sovraimpressione le parole “Sempre… comunque… CAZZUTO!!” 😀

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        ahahahha la televisione non è ancora pronta per uno spot così geniale! 😀

        "Mi piace"

      • Giuseppe ha detto:

        Ah, il clone di cui parlavate era Mark Pillow 😉

        Piace a 1 persona

  2. Cassidy ha detto:

    Come hanno fatto a presentarlo al festival di Cannes? Potenza di Dolph! 😉 Derek Kolstad (grazie per la citazione!) sta facendo carriera, mi fa piacere vedere che pure lui ha fatto la gavetta!
    Dolph che rifà la scena del coltello di Crocodile Dundee è da applausi! 😀 Cheers

    Piace a 1 persona

  3. Willy l'Orbo ha detto:

    Mi pare di averlo visto ma non ricordo nulla. Tutto nella norma? O mi devo dolere per non ricordare nemmeno Dolph? 🤔

    Piace a 1 persona

  4. Zio Portillo ha detto:

    Cuba Gooding Jr. è un attore che, a pelle, mi è sempre stato sulle palle. E vederlo recitare in film di serie Z non mi dispiace affatto. Se poi si becca pure qualche pizza in faccia da Dolph mi fa ulteriormente piacere!

    P.S.: per chi si offende o si scandalizza, non ho mai conosciuto Cuba. Magari è la persona più buona, gentile e simpatica del mondo ma a me sta sulle palle ugualmente.

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Cuba mi piaceva ad inizio carriera, mi piaceva ai tempi de “I gladiatori della strada” e “Boyz in da Hood”, poi però in “Jerry Maguire” diventa macchietta e quella patina mi sembra gli sia rimasta attaccata troppo a lungo, tanto che lo ricordo in pochissimi altri film di un minimo di notorietà. Forse aveva bisogno di maggior tempo per diventare “simpatico” ma non ne ha avuto: la Z l’ha fulminato subito…

      "Mi piace"

  5. Conte Gracula ha detto:

    Ormai Cielo è tutto Masterchef, filmacci e reality sul porno? XD

    Piace a 1 persona

  6. Pingback: Black Water (2018) Quando Van Damme incontra Lundgren | Il Zinefilo

  7. Pingback: Hollow Point (2019) Vigilanti urbani | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.