Maximum Force (1992)

Cover d’annata di VHS Collector.com

Lascio la parola ad un mio lettore – che ha scelto di firmarsi Willy l’Orbo – che ci parlerà di un film vintage… anzi, Zintage!
L.

Questione di punti di vista. Ah, scusate, mi spiego meglio e, per farlo, cito testualmente Wikipedia:

«il fallimento critico e al botteghino di Flash Gordon minò profondamente la carriera di Jones nel cinema americano. Da allora il suo lavoro è stato in gran parte in televisione e in film d’azione a basso budget».

Come come come? I più avveduti di voi avranno capito che stiamo parlando di Sam J. Jones, gli ancor più avveduti avranno intuito che la mia rivendicazione dei personali punti di vista parte da quell’affermazione per cui la decadenza del nostro sarebbe rappresentata dal suo cimentarsi nell’action di serie Z. Quale affronto per noi zinefili patentati che sputiamo sangue e mandiamo alla malora ogni singolo neurone per difendere il genere!

Sam J. Jones

L’adesione di Jones al cinema trash è una sublimazione che solo in pochi possono capire. Ma, per allargare la cerchia degli ammiratori, proviamo a guardare un suo film disgraziato. E a recensirlo.
Trattasi di Maximum Force, opera di inizio anni ’90: titolo e data non lasciano dubbi sulla qualità, balorda, della pellicola in oggetto. Neppure l’inizio: un poliziotto di nome Carver, dalla cima di un palazzo, osserva uno scambio illecito di bazooka (!) ed esordisce così «Cristo, sorridete ragazzi, questa è la candid camera». Dunque, un’imprecazione gratuita ed una battuta che non fa ridere, ottimo.

Di lì a poco la situazione precipita perché si avvicina un barbone chiedendo alcuni spiccioli: vi ricordo che saremmo sulla sommità di un caseggiato, evidentemente il senzatetto ha deciso di debellare il suo status standoci sopra, al tetto. Non solo, il nuovo arrivato, pur intuendo il contesto di grave pericolo, non si smuove e descrive in dettaglio l’armamentario del poliziotto: allora te pensi che si stia superando il segno e che sia qualcuno sotto copertura… e invece no. Poco dopo muore, il clochard più strampalato della storia.
Intanto i cattivi si sono accorti dell’agente, lo inseguono con un elicottero muniti di mitragliatore, non lo prendono MAI, mentre il buono ha il tempo di fermarsi, sproloquiare  («Bastardi, mi avete rovinato la giornata, statemi bene») e con un colpo, uno solo, far esplodere il mezzo nemico. Mah.

Quando il capitano della polizia è John Saxon, non promette bene

Nel frattempo conosciamo l’agente Crews, il nostro Jones, che si introduce in un locale dove si combatte clandestinamente; la sua specialità sarebbero le arti marziali: difatti, dopo aver mollato due calcioni e averne presi almeno il triplo, pensa bene di tirare fuori la pistola. Bella figura amico mio, bella figura. Infine, ecco la poliziotta Cody che cerca di confondersi tra prostitute verisimili che ammiccano i clienti con frasi tipo «Pissi pissi baby» (brrr) e che, nonostante ciò, riesce a far scoprire la sua vera identità in un nanosecondo. Insomma, un bel trio di sciamannati.
Eppure il capo della polizia mette proprio questi tre sulle tracce del boss più pericoloso della città, tale Tanabe (Richard Lynch): l’unica spiegazione che mi do è che i loro colleghi siano al livello “barzellette sui carabinieri”. O che il loro superiore sia in realtà corrotto. O che il copione l’abbiano ripreso, in modo assai fedele, dall’etichetta dei Bastoncini Findus.

Quando c’è Richard Lynch, c’è sempre da divertirsi

Torniamo al terzetto meraviglia la cui esercitazione, prima di entrare in azione, è lunghissima, noiosa e patetica: ci fanno vedere anche mentre costruiscono modellini, si buttano acqua sul viso o, come nel caso di Jones, fumano al livello di una ciminiera. Il capitano però non perde tempo e, per vedere se sono preparati, li fa aggredire da alcuni ninja mascherati. La cosa è già abbastanza assurda di per sé ma il quadro sarà completo solo quando saprete che i nostri eroi ne buscano cospicuamente ma il loro superiore li ritiene comunque pronti. In base a quale parametro non è dato sapere. O forse sì: il copione ricalcato dai Bastoncini Findus.

Ad un certo punto, tra gli alti graduati delle forze dell’ordine, compare pure Mickey Rooney: evidentemente l’età ormai avanzata aveva inibito le sue capacità di discernimento tra film da fare e da NON fare. Discerne molto bene, invece, le sue emozioni il protagonista che prima chiama l’ex moglie, in piena notte, per dirle che teme per la sua vita e, subito dopo, in un voltafaccia emotivo davvero notevole oltre che strambo, se la spassa a letto con la collega Cody. Come si dice? Prima il dovere, poi il piacere.

La grintosa (e inutile) Sherrie Rose

In ogni caso questo è il film delle comparse bislacche perché anche nella resa dei conti finale, dal nulla, Jones si porta dietro, per dargli man forte, un energumeno soprannominato “panzer” che si eleva ad assoluto one man show. E il nostro “esperto di arti marziali”? Fuffa. D’altronde, queste scandalose anomalie sono proprio ciò che rende speciali i film marchiati Z e che ci porta a rivendicare punti di vista diversi per cui toccare il fondo è una nota di merito, un atto di eroismo, una sublime esegesi. Capito, Wikipedia?

P.S.
Ringrazio Willy l’Orbo per aver recensito il film.
L.

– Altri post di Willy l’Orbo:

– Ultimi post di action:

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Action e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

17 risposte a Maximum Force (1992)

  1. Cassidy ha detto:

    Facevo fatica a riconoscerlo Sam Jones senza il caschetto biondo da Nino D’ang… Ehm Flash Gordon 😉 Inoltre mi piace la presa di posizione di Willy, cavolo è la nostra serie Z, solo chi la ama e la capisce può parlarne, anche male se è il caso 😉 Cheers!

    Liked by 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Che poi non solo è un commento del tutto personale, che non dovrebbe esistere in Wikipedia, ma è anche sbagliato, visto che il successo di Flash Gordon è stato lungo e profondo. Magari non avrà guadagnato quanto preventivato, ma definirlo un insuccesso non è corretto, soprattutto dopo il Duemila in cui i più grandi film della storia vengono dimenticati dopo venti giorni…

      Mi piace

      • Cassidy ha detto:

        Verissimo, è un film che ancora tutti ricordano anche se è costato più di quello che ha incassato, ma davvero molto meglio di tanta roba che esce oggi tra fanfare e squilli di tromba e viene dimenticata subito. Cheers!

        Liked by 1 persona

      • Willy l'Orbo ha detto:

        Vi ringrazio per la solidarietà sulla mia presa di posizione e, ovviamente, concordo con le aggiunte/precisazioni: è sbagliato perchè troppo soggettivo per wikipedia, non del tutto veritiero e, ribadisco, osa sminuire la nostra serie Z!!! 🙂

        Liked by 1 persona

    • Willy l'Orbo ha detto:

      Molto male eh 🙂

      Liked by 1 persona

  2. Denis ha detto:

    Infatti la garanzia di qualità Zintage la da la produzione di Richard Pepin,ma se è un film meraviglioso Flash Gordon con tutti che volevano trombare e Ornella Muti dove la metti? e Ming era un grande ,tra l’altro il regista Hodges aaveva diretto pure Italian Job.
    Pensa Willy ho trovato in offerta Rogue One in bluray a 4,90 € quello si un film meritevole della saga e Donnie Yen viene usato come uno Zatoischi

    Liked by 1 persona

  3. Conte Gracula ha detto:

    In questo bagno di sangue della logica, farò solo una domanda su uno svarione marginale: perché il cattivo, occidentale, si fa chiamare con un cognome giapponese (Tanabe)?
    Fan dei manga? 😛

    Liked by 1 persona

    • Willy l'Orbo ha detto:

      Ti dirò che anche io mi ero posto la questione…senza trovare, tra l’altro, alcuna soluzione…se non l’illogica natura di questo film di azione! (spero che qualcuno apprezzi la rima 🙂 )

      Liked by 2 people

  4. Zio Portillo ha detto:

    Continuo a pensare che gli elementi di queste pellicole siano estratti a sorte da un sacchetto pieno di elementi. Non può esserci altra spiegazione per far combaciare poliziotti incapaci, ninja, Mickey Rooney, esperti di arti marziali che non fanno nulla e un tizio chiamato “panzer”.
    Chiudo ricordando quando Sam Jones fece baldoria a casa di Mark Wahlberg in TED:

    Liked by 2 people

  5. Giuseppe ha detto:

    Michael/Jones che un attimo prima si preoccupa per la VITA dell’ ex-moglie per poi occuparsi un attimo dopo dei FIANCHI della sua collega Cody/Rose, proprio uno che sa sempre il da farsi, anzi il chi farsi. Lui lo prende sul serio il suo mestiere, anzi le prende sul serio nel suo mestiere. Ma non solo, ha dei colleghi talmente modello da costruire modellini (le miniature per il film, forse?), così efficienti, duri e astuti che per ingannare meglio gli avversari fingono di sudare freddo per la paura gettandosi acqua in faccia: la messinscena è così realistica che i ninja, credendo alla loro paura, li gonfiano come zampogne (e il fumo da ciminiera? Niente, lì Sam Jones stava solo metaforizzando sulla trama del film)… certo che, tornando all’antefatto, se penso a cosa m’han fatto qua diventare il Jason Lively/ Chris Romero di “Dimensione Terrore”! Lì combatteva contro alieni parassiti mentre qui è costretto a battersi, prigioniero di una sceneggiatura da parassiti, per cercare di far affezionare il pubblico al suo NON action-cop Rick Carver dalla battuta facile… che è sempre, irrimediabilmente quella sbagliata 😀
    P.S. Pare pure a me che qui, Willy, Wikipedia abbia discretamente toppato (parziale, tendenziosa, poco informata) 😉

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...