[Il Zinnefilo] Una calda notte ai tropici (1993)

Nuova puntata del “Zinnefilo”, la rubrica con una N in più che presenta i momenti migliori del “cinema di petto”: quello in cui attrici o comparse mostrano il meglio di sé. E non si tratta della bravura recitativa…

Il film di questa settimana è Una calda notte ai tropici (Tropical Heat, 1993).

Nei primi anni Novanta le VHS iniziavano come iniziano i film al cinema: preceduti dai trailer. Così digitalizzando un vecchio film marziale mi sono gustato gli altri film che la Prisma Video (Fox) presentava in contemporanea in videoteca nel 1993 circa, fra cui questo filmaccio con Rick Rossovich in India.
Per chi fosse troppo giovane o per chi non lo ricordasse, Rossovich era lo strappamutande di serie B dell’epoca: quando serviva un giovanotto piacente per fare filmucoli finti-thriller pieni di donnine nude, Rick era la scelta quasi obbligata. Qui è invischiato in una torbida storia d’amore e morte in India, una trama buffonesca che serve solo a giustificare donne nude: ignoro le anoressiche biondine bianchicce che si vedono nel trailer e presento questa irresistibile bellezza locale, che immagino sia Asha Siewkumar.

Attenzione! Cliccando qui appariranno foto di seni nudi: siete avvisati!

L.

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

11 risposte a [Il Zinnefilo] Una calda notte ai tropici (1993)

  1. Willy l'Orbo ha detto:

    Non è che la bellezza locale mi ispiri troppo ma le zinne sono sempre approved 😉

    Piace a 1 persona

  2. Cassidy ha detto:

    india india quante volte ti ho vista sulla cartina e ti ho sottovalutata, direi che è proprio uno di quei casi dove posso giocarmi la citazione ad Elio 😉 Cheers

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Non so quanto l’attrice sia rappresentativa delle indiane, però 😛

      "Mi piace"

      • Conte Gracula ha detto:

        È come per le italiane od ogni altro posto al mondo: grasse, magre, snelle, belle, brutte, “un tipo”…
        Lei ha tratti molto caratteristici, ma non il massimo dell’armonia, ma credo che in generale, in India, apprezzino tratti più marcati che da noi – credo, per esempio, che le sopracciglia filiformi non vadano troppo e che apprezzino visi più espressivi che perfetti.
        La danza tradizionale indiana, che di solito ti tocca in ogni hit di Bollywood, ha dei canoni anche per le espressioni facciali, non se la cavano con un sorriso 😛
        Questo da un’osservazione superficiale, da noi passano poca roba indiana – e con buoni motivi, per i nostri canoni è davvero strana XD

        Piace a 1 persona

  3. Pietro Sabatelli ha detto:

    Di indiane in topless vorrei vedere solo Priyanka Chopra 😉

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.