Lance Henriksen ricorda Terminator

Nel maggio 2011 il mitico e mitologico Lance Henriksen presenta un libro che, per molti fan, è uno scrigno di autentici tesori: l’autobiografia di uno dei più prolifici caratteristi della storia del cinema.
Per il mio particolare Ciclo Terminator presento il ricordo dell’attore del periodo in cui per un attimo non fu lui il protagonista del film di James Cameron.

Il testo “normale” che traduco è a firma di Joseph Maddrey, che ha raccolto le dichiarazioni di Henriksen nel corso di anni mettendole in ordine all’interno di un vero e proprio saggio di cinema di genere.
Il testo fra virgolette è parola di Lance…


Lance voleva aiutare il suo amico James Cameron a chiudere il contratto per produrre The Terminator: era così ansioso di farlo che letteralmente buttava giù le porte.

«Jim mi chiese di entrare alla Hemdale e incontrare il produttore John Daly. Mi disse. “Voglio che ti presenti prima che io inizi a parlare del film. Arriva quindici minuti prima, fai la tua cosa e mostra loro a cosa somiglierà un Terminator”. Io strappai la carta stagnola dorata da un pacchetto di sigarette e me la applicai ai denti, perché sembrassero d’oro. Indossai una camicia da punk, tutta strappata, e mi rasai i capelli cortissimi sulla fronte. Mi impomatai all’indietro il resto dei capelli e indossai stivali di pelle. Andai alla Hemdale, aprii la porta con un calcio e dissi “Voglio vedere Daly!”. La segretaria andò così fuori di testa che si fece cadere addosso la propria macchina da scrivere: era davvero terrorizzaata. (ride) Andai direttamente nell’ufficio di quel tizio, mi sedetti e mi limitai a fissarlo per cinque o dieci minuti, o qualcosa del genere. Alla fine Jim arrivò e mio semplicemente me ne andai. Semplicemente mi alzai ed uscii.

Lance Henriksen in Terminator (1984)

James Cameron firmò il contratto. Da allora è nato un acceso dibattito fra i fan, se sia vero o meno che originariamente Cameron avesse scelto Henriksen per il ruolo del Terminator, prima di ripiegare su Arnold Schwarzenegger. Per anni Henriksen ha detto di no, mentre la produttrice Gale Anne Hurd recentemente ha detto di sì. Comunque l’attore non ha rimpianti. «Non credo sia stato un errore ingaggiare Arnold», dice, «è un perfetto bulldozer.»

Quando è pressato un po’ di più sull’argomento, Henriksen ammette che sarebbe stato divertente interpretare quel ruolo, ed aggiunge che invece di un bulldozer lui avrebbe interpretato il Terminator come «un personaggio machiavellico». Si affretta ad aggiungere che l’unico “ruolo” che lui ricopriva all’epoca era quello dell’amico di Cameron. «Volevo semplicemente vederlo avere successo, perché sentivo che l’avrebbe avuto. E quando mi sto impegnando per un amico non riesco ad avere doppi fini.»

Paul Winfield e Lance Henriksen (© AVG 2017)

Cameron lo premia con un ruolo nel film: il detective Hal Vukovich, che incrocia Sarah connor ed anche il bulldozer Arnold. Molte delle sue scene sono girate al fianco di Paul Winfield, che interpreta il suo capo nel film. Henriksen ricorda il tempo che hanno passato insieme: «Qualcuno ha detto che dovrebbero fare una serie TV comica con quei due personaggi. Eravamo davvero affiatati e ci siamo divertiti. Il mio personaggio era come un cane delle praterie, sempre con la testa dritta in alto a vedere cosa succede.»

I due poliziotti fanno la loro ultima apparizione quando il Terminator entra sparando nella stazione di polizia. Il personaggio di Henriksen non ha una sola chance di finire la barzelletta che stava raccontando. Magari, succerisce l’attore, se fosse tornato anche nel sequel… «Jim ad un certo punto mi parlò del far riapparire il mio personaggio [in Terminator 2] sulla sedia a rotelle: un poliziotto amareggiato. Mi sarebbe piaciuto farlo sul serio.»


L.

– Ultimi post simili:

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Fantascienza, Interviste e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Lance Henriksen ricorda Terminator

  1. Denis ha detto:

    Alla fine Cameron l’ha fatto fare il cyborg a Lance solo che erano 2 anni più tardi il Bishop in Aliens.
    Buona Pasqua Lucius

    Piace a 2 people

  2. Zio Portillo ha detto:

    Con Lance a fare un Terminator “machiavellico” chissà che film avrebbero fatto… Resteremo con la curiosità! Certo che se ti si presenta Henriksen vestito da pazzo in ufficio sfondandoti la porta a calci e resta là 10 minuti buoni a fissarti…

    Buona Pasqua a tutti! 😃

    Piace a 2 people

  3. Cassidy ha detto:

    Jimmy pur di non avere Schwarzenegger e dare il ruolo a Lance le ha tentate tutte, compreso cercare di litigare con Arnold (storia vera), ma alla fine è andata benissimo così, Lance sarebbe stato grande, ma avrebbe regalato un Terminator completamente diverso, per fortuna si è ampiamente rifatto con Bishop, lì davvero Lance era insostituibile 😉 Cheers!

    Piace a 2 people

  4. Conte Gracula ha detto:

    Meno male che non ha beccato una segretaria texana, magari gli avrebbe sparato! XD
    Bella storia 😀

    Auguri, Lucius e Zinefili tutti, buona Pasqua 😉

    Piace a 2 people

  5. Willy l'Orbo ha detto:

    Aneddoto interessante e ideale antipasto per il pranzo di Pasqua! 🙂
    Auguri a tutti! 🙂

    Piace a 2 people

  6. Pingback: [2004-11] AVP su “Hot Dog” | 30 anni di ALIENS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.