[Cover Story] Una spia non basta (2012)

Dopo aver letto il Locandinescion del blog di Kukuviza dovevo per forza rispondere con questa nuova puntata della rubrica.

Una spia non basta (This Means War, 2012) è un film terrificante, una roba di moralismo becero che fa male agli occhi: cerca di fingersi commedia frizzante a tema spy-action ma in realtà è un video propedeutico di moralismo sessuale da proiettare in scuole e parrocchie. L’assunto è che una donna promiscua è la prostituta di Satana, e questa è la parte più “moderna” del film…
Questa pernacchia filmica che non merita neanche il fiato per concretizzarla, la pernacchia di cui sopra, ci regala però un lavoro grafico alle spalle che merita assolutamente di essere mostrato.

Tie’, locandina pulita, elegante, sobria, protagonisti ben visibili e pure due pistole che hanno un motivo d’esserci, visto che stiamo parlando di due agenti segreti molto attivi sul campo. Però… mi viene un dubbio: ma Chris Pine non è più alto di Tom Hardy?

Eh sì, parecchio più alto, perché allora non prendere questa foto più “onesta” e lavorarla un po’? Un po’… parecchio?

Ehhhh, ma avete esagerato! Va bene una locandina stuzzicante, ma qui è troppo. Reese Witherspoon con un sorriso malandrino e ammiccante stretta fra due omaccioni, mentre stringe la pistola di Pine e viene pressata dal pistolone esagerato di Hardy… Ragazzi, un po’ più sottile, eh? Un po’ più di classe…

Ahh, ora sì che possiamo lanciarci in battutine e simpatici doppi sensi, cercando di stabilire a chi piacciano le pistole che puntano in giù e a chi quelle che puntano in su: avevo chiesto un po’ più di eleganza, si può?

Ecco, una composizione più elegante. Va be’, Pine e Hardy sono alti uguali, accettiamolo, ma certo che ora la Witherspoon da fatolona è finita a fare da tappezzeria… con due pistole che le puntano i capezzoli! Non la si può portare avanti?

Oh, visto? Basta cambiare l’ordine di Pine e Hardy e le pistole puntano fuori dalla locandina e la Witherspoon può fare la fatalona in primo piano. Però ora… boh… mi sembra che siano i poveri attori a fare da tappezzeria. Alti uguali, poi… non mi ci so rassegnare.

Hai capito che furbacchioni? Hanno inclinato la foto così l’altezza dei due attori è rispettata ma non è impietosa nei confronti del povero Hardy più basso. Solo che quelle gambe sembrano finte: non è che l’hanno rifatte al computer? E poi il personaggio della Witherspoon è ritratto come Madre Teresa di Calcutta: quel rosso passione stona parecchio…

Mi sa che questo è il meglio che si può ottenere. Altezza leggermente livellata, tubino nero più sobrio, più distanza fra gli attori così le pistole non puntano alle tette: sì, direi che può andare.
Quando la 20th Century Fox ha portato il film in Italia ha scelto questa locandina in alto, ma al momento di presentare il DVD ci ha ripensato ed è tornata alle origini:

Aggiungere elicotteri ed esplosioni rende molto meno elegante l’immagine, ma alla fine ci possiamo accontentare.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

15 risposte a [Cover Story] Una spia non basta (2012)

  1. Austin Dove ha detto:

    https://wordpress.com/view/austindoveblog.wordpress.com
    a me il film era piaciuto perke faceva ridere, poi secondo me è proprio il moralismo che fa ridere perke da come me lo ricordo alla fine era dettato solo dall’amica e quindi perde valore^^
    ti ho messo il link al mio per dimostrare quanto mi fosse piaciuto! anche se rileggendo il mio superbreve e riassuntivo commento lo ho bollato come leggerino xD

    Piace a 1 persona

  2. Kukuviza ha detto:

    Ahahah ma è divertentissimo! 😀 Quella di lei tra loro due con Hardy e quell’arma gigante che non so definire è di una trashata pazzesca! Altro che messaggi subliminali.
    Geniale l’inclinazione per rispettare ma non calcare la mano sulla differenza di altezza dei due attori.
    Ste esplosioni con elicotteri. Sti locandinatori di tutte le case di produzione avranno una cartella condivisa su google drive chiamata Explosions/helicopters con foto per tutti gli usi.
    Grazie per la/il citalink.

    Piace a 2 people

  3. Zio Portillo ha detto:

    Io avrei messo quella che faceva passare il film per una pellicola hard. Magari qualche incasso in più l’avrebbe garantito! Quella finale con elicotteri ed esplosioni fa tanto “disaster movie” della domenica pomeriggio.

    Comunque rubrica geniale. Bravo Lucius!

    Piace a 1 persona

  4. Conte Gracula ha detto:

    Dopo questo giro di articoli, penso che farò più attenzione alle locandine 😛 soprattutto quando esistono più locandine che fotogrammi di un film!

    Piace a 1 persona

  5. Pietro Sabatelli ha detto:

    Certo però che la Whiterspoon qui fa comunque la sua “bella” figura 😉

    Piace a 1 persona

  6. Cassidy ha detto:

    Cento volte meglio la tua analisi delle locandine che questa porcheria di film, ho riso di più con il tuo post che con tutta la pellicola 😉 Cheers!

    Piace a 1 persona

  7. Giuseppe ha detto:

    Sempre più interessante il botta e risposta Locandinescion/Cover Story: un conto è avere legittimi sospetti riguardo alla scarsa genuinità di una locandina, un altro è averne la certezza con tutta questa dovizia di particolari 😉

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.