The Dinosaur Project (2012) The Lost Dinosaurs

Ho addirittura riprogrammato il decoder digitale per assicurarmi di prendere Italia2, che recentemente ha cambiato frequenza per far spazio alla nuova Focus TV (nettamente migliorata nei contenuti), e il risultato è la scoperta che non solo il canale trasmette in una qualità inferiore alla media, ma che il suo palinsesto è davvero da rifuggire tenendosi gli occhi chiusi.
La constatazione nasce dal fatto che il 18 giugno 2018 ho visto The Dinosaur Project, trasmesso con il titolo The Lost Dinosaurs, e devo ancora riprendermi dallo shock…

Il film è disponibile su Prime Video.

Una scritta che già doveva farmi scappare a gambe levate

Non so se questo immondo filmaccio sia nato dall’eco dei dinosauri di Spielberg – possibile anticipasse di ben tre anni Jurassic World (2015)? – comunque è abbastanza evidente che Italia2 lo abbia trasmesso in omaggio all’uscita al cinema di Jurassic World. Il regno distrutto (2018).
Che questo non confonda le idee: questo prodotto della Moonlighting Films non contiene alcun dinosauro, malgrado la locandina ingannevole.

Eppure è più credibile del quarto Indiana Jones! (che non esiste)

La casupola britannica, che di solito lavora per case più grandi, manda un gruppo di… va be’, chiamiamoli attori per comododità… in Sud Africa a fare un giro, e il 10 agosto 2012 fa uscire in Gran Bretagna qualcosa che assomiglia ad un film.
Essendo noi italiani sempre attenti alla spazzatura, la fenomenale Eagle Pictures nel gennaio 2014 porta questo liquame in Italia sia in DVD che Blu-ray, perché al peggio noi dedichiamo sempre i trattamenti migliori.

Attenzione, può contenere tentativi di recitazione

Il film (va be’, chiamiamolo film per comodità) usa un soggetto nuovissimo, di cui sicuramente non avete mai sentito parlare: si apre con il ritrovamento di un video registrato da una spedizione dispersa, e quello che vediamo è tutto ciò che è stato ripreso dai protagonisti. Ammazza che novità esplosiva!
L’idea geniale, concepita dal regista-sceneggiatore-folle Sid Bennett, ha l’unico scopo di creare immagini sporche che permettano di NON mostrare dinosauri. Vi ricordate Blood Monkey (2007) e le sue scimmie assassine che non appaiono mai? Ecco, qui è la stessa cosa ma con i dinosauri.

Ecco l’illuminazione media di tutto il film

L’Indiana Jones dei poveri Jonathan Marchant (Richard Dillane) parte a caccia di dinosauri con un’allegra brigata di decerebrati e la sfiga gli fa capitare le peggio cose, che coinvolgono dinosauri sempre invisibili all’obiettivo.
L’intero film – non sto scherzando, l’intero film – è fatto di scene mosse e confuse ad imitare una ripresa da videocamera, con immagini scure che non fanno capire una mazza. Fine del film.

Ah sì, per qualche secondo sembra di vedere dei dinosauri…

The Blair Witch Project (1999) ci ha insegnato che immagini confuse possono creare un film che fa epoca, Blair Witch (2016) ci ha insegnato che a rifare per la millesima volta le stesse scene hai rotto il cazzo. Ecco, The Lost Dinosaurs si affida al concetto per cui è impossibile sbagliare un film coi dinosauri, dimostrando che invece è possibile sbagliare un film coi dinosauri: e non mostrare dinosauri è il primo passo in questa direzione.

Datevi una martellata su un dito, e quel che uscirà dalla vostra bocca sarà sempre meno di quanto merita questo film come commento…

L.

amazon

– Ultimi post simili:

GUARDA IL FILM A € 3,99

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Bestiacce e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

28 risposte a The Dinosaur Project (2012) The Lost Dinosaurs

  1. Zio Portillo ha detto:

    “The Blair Witch Project” fu una paracula assurda ma fu fatta con cervello. Fecero sparire gli attori per un paio di mesi imbucandoli in un hotel in culo al mondo, girarono un finto documentario sulle streghe di Blair con finti esperti, finte riprese in loco, finte interviste e finti reperti storici,… Solo in seguito fecero uscire il film che, giustamente, fece il botto. I due registi/sceneggiatori (Sanchez e… Boh! Non mi ricordo il nome dell’altro e non c’ho voglia di cercarlo) fecero questa operazione per primi e tanto di cappello a loro. Quelli che fanno la stessa cosa DOPO di loro o hanno tra le mani un’idea talmente geniale e accattivanete che ti permette di distinguerti, oppure diventi la copia sbiadita dell’originale. Se poi vuoi fare la stessa cosa a 20 anni di distanza allora sei solo un deficiente e meriti solo il peggio!
    Non è che se adesso mi metto a casa e taglio delle tele al posto di dipingerle divento Fontana. E non è che se la Moonlight Films manda quattro disperati nel parchetto dietro casa automaticamente diventa la Warner. Eppure chissà perchè questa merd@ riesce pure ad avere un dvd e un blu-ray tutto suo…

    Vi auguro il peggio!

    Piace a 2 people

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Per carità, l’horror è fatto a compartimenti stagni e tutti copiano cose già fatte, però poi sta ai singoli autori aggiungere qualcosa che giustifichi il film: in fondo “Paranormal Activity” è un Blair Witch 2.0 ma ha saputo trovare uno stile personale che ha sfondato, dando vita a mille seguiti totalmente inutili.
      Questo film sui dinosauri non appartiene ad alcuna categoria se non a quella degli escrementi lasciati al sole troppo a lungo… E il fatto che gli italiani lo abbiano trattato così bene, in videoteca e in TV, la dice lunga sul palato fine della nostra distribuzione…

      "Mi piace"

      • Zio Portillo ha detto:

        Appunto, “Paranormal Activity” (che però vorrei cancellarmi dalla mente!) è la classica eccezione che ce l’ha fatta. “Rec” (il primo) è un altro che si salva. Ma per uno o due che ce la fanno quanti sono quelli che fanno cilecca?
        Che poi questi prodotti qua da noi vengono trattati con i guanti bianchi ed è un mistero più misterioso del dinosauro scomparso in questo “The dinosaur project”…

        Senti se ti piace sta idea: ti prendi un mese di ferie. Ti vestiamo da giornalista freelance (con smanicato mille tasche d’ordinanza) e con un cameraman finto (Willy?) andate in giro ad indagare per le varie case di distribuzione sul perché certe pellicole vengono distribuite mentre altre più meritevoli non vedono la luce. Andate in ufficio da Cassidy (che si finge A.D. della Eagle), al lavoro dal Conte (che farà uno degli eredi della Warner), andate in Inghilterra a intervistare Adkins e gli chiedete un’opinione sul perché i suoi “Undisputed” non escono in Italia,… E via così. Alla fine tu e Willy fate una brutta fine venendo assassinati da dei ninja (che essendo ninja non si vedono!) inviati dalle case di produzioni e tutto ciò che resta di voi è la cinepresa di Willy nel quale è tutto registrato. Filmiamo due vecchie per strada e facciamo finta che siano vostra madre e vostra zia,…
        Montiamo tutto alla buona e mettiamo una bella didascalia “Tratto da una storia vera” e poi un’altra “Tutto ciò che vedete non è stato manipolato. Sono le registrazioni originali ritrovate nella videocamera accesa”.
        Ai vari festival indipendenti facciamo il botto. E’ garantito!

        Piace a 2 people

      • Lucius Etruscus ha detto:

        ahahah sento odore di dollaroni fruscianti! ^_^

        "Mi piace"

      • Conte Gracula ha detto:

        Se non fosse per il soggetto dell’indagine – troppo polemico – farebbero a gara per produrlo, le case XD

        Piace a 1 persona

  2. Conte Gracula ha detto:

    Forse volevano farne uno horror, e nei film dell’orrore, il mostro funziona meglio se si intravvede e basta.
    O forse sono dei pasticcioni senza speranza, perché un film così scuro non è piacevole da vedere 😛
    E comunque, ormai manca solo il found footage de I promessi sposi con interviste all’Innominato (tipo quella del Trio? XD ) e poi abbiamo fatto tombola… dal manoscritto alla ripresa, ci si inventa un trucco per portare una telecamera nel passato e via, verso nuove nefandezze!

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Hai ricordato un grandissimo escamotage del passato, a cui il found footage si rifà: il manoscritto ritrovato. (Nella bottiglia, se si tratta di un romanzo sui pirati!) Anche in questo caso è stato usato per secoli da chiunque, ma non c’era problema se poi l’opera in questione aveva un suo carattere: il found footage purtroppo sembra essere usato solo da chi non ha nulla da dire, non sa come dirlo e non è capace di dirlo, risultando quindi orribile perché è una ripetizione pigra e quindi parte male a priori.

      Piace a 1 persona

  3. Willy l'Orbo ha detto:

    Che delusione…quando mi apprestavo a guardarlo pensavo “Farà schifo sicuro ma è pur sempre un film coi dinosauri (per cui nutro insana passione) dunque qualche interesse me lo desterà”. Macché. Come hai ben spiegato, pare impossibile, ma questi toppano anche i film coi dinosauri! Come sbagliare un gol a porta vuota nell’area piccola… 🙂

    Piace a 2 people

  4. Kukuviza ha detto:

    Io già non sopporto l’originale Bleaaaah Witch perché secondo me è il nulla travestito da quasi nulla, figuriamoci i cloni che manco l’idea originale hanno più.
    Bello il disclaimer “questo film non contiene dinosauri”! Haha è solo un suggerimento di presentazione.

    Piace a 2 people

  5. Cassidy ha detto:

    Io spero, ma proprio di cuore, che chiunque abbia avuto il fegato di scrivere sulla locandina di sta roba “Il miglior film di dinosauri dai tempi di Jurassic Park e poi quattro stellette”, da allora abbia passato ogni notte a svegliarsi in lacrime per i sensi di colpa di tale, insano gesto, me lo voglio augurare 😉 Cheers

    Piace a 2 people

  6. Giuseppe ha detto:

    Quando si parla di dinosauri VOGLIO perlomeno poterli vedere (piaciuto o meno che fosse, almeno Jurassic World non lesinava sull’argomento), quelli solo intuiti e sottintesi per totale mancanza di budget e affini non fanno per me. Di certo NON in versione mockumentary, genere di cui quello che mi sento di poter salvare davvero si conta sulle dita di una mano… questo, in particolare, lo sto evitando da anni e continuerò a farlo vita natural durante 😉

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Io sono stato ingannato dalle locandine dinosauresche, e visto che era tanto che non trattavo un filmaccio con bestiacce ho pensato di cogliere l’occasione del passaggio televisivo: quante scelte sbagliate… 😛

      "Mi piace"

  7. Pietro Sabatelli ha detto:

    Che poi brutto brutto non è, però definirlo “Il miglior film sui dinosauri dopo Jurassic Park” ce ne vuole di coraggio e stupidità 😀

    Piace a 1 persona

  8. nik96 ha detto:

    in che senso Italia 2 ha cambiato frequenza non ho capito

    Piace a 1 persona

  9. nicholas ha detto:

    Lucius Etruscus appena puoi guarda questo video con i dinosauri https://www.youtube.com/watch?v=ea_yraByJ54

    Piace a 1 persona

  10. nicholas ha detto:

    giusto hai ragione visto che Triassic Attack ogni tanto passa su italia 1

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.