Eruption: LA (2018) Los Angeles di fuoco

Ma quei bei filmacci fetenti di cui Cielo è sempre prodigo? Che fine hanno fatto? Qui a forza di parlare di filmoni ci si è dimenticati delle radici zinefile del blog, così appena il canale differenziato per eccellenza il 13 febbraio 2019 ha trasmesso finalmente una nuova fetenzia catastrofica, in mezzo a raffiche di repliche, ne approfitto per riassaporare un po’ di vera Z verace.
Figuriamoci poi la mia contentezza quando scopro che alla produzione c’è una nostra vecchia amica: la famigerata MarVista Entertainment, che tante emozioni di serie Z ci ha regalato.

Un logo che promette il peggio del peggio

Stavolta la nostra amata casa non si è sporcata le mani nella produzione, si limita a distribuire un filmucolo, Eruption: LA, di cui non si sa molto se non che è uscito in spagna nel gennaio 2018: di sicuro è stato trasmesso da Cielo con il titolo Los Angeles di fuoco.
La scritta “Prima visione” fa supporre che non esistano apparizioni italiane in TV prima del citato 13 febbraio 2019: non esistono tracce di altra distribuzione in home video.

Grafica delle grandi occasioni!

Il film è scritto, diretto, montato, proiettato e visto unicamente da Sean Cain, il “grande autore” di Jurassic City (2015). Probabilmente avrebbe anche interpretato il film, ma ha preferito affidarsi al faccino giovane di Matthew Atkinson, sul quale ha cucito un personaggio che guadagna mille punti ancora prima di aprire bocca.
Josh infatti è un giovane sceneggiatore di film catastrofici – ogni riferimento è puramente voluto! – che si presenta a colloquio dalla Variant Pictures, casupola specializzata in filmacci di serie Z… tipo film sui dinosauri! Fra i poster alla parete leggiamo anche un intrigante Killer Kart, che è un vero film, scritto e diretto nel 2012 da James Feeney.

Vi prego, qualcuno mi procuri una copia del Carrello assassino!

La casa è nei guai, deve riscrivere completamente il film che sta producendo, Earth Crisis, hanno già sette sceneggiatori al loro servizio ma hanno molta fiducia in Josh, autore di un film che sta incassando molto bene: vuole essere l’ottavo? Quando Josh chiede di leggere la sceneggiatura, per sapersi regolare, lo guardano incuriositi: chi se ne frega della sceneggiatura! Riscrivi qualcosa e via.
Il personaggio di Stern (Tom Parker) è una geniale versione filmica di quello che immagino sia il produttore medio di filmacci: in pochi secondi ci fa capire l’intero cinema di genere, votato al concetto filosofico per eccellenza del “chisenefreghismo”.

Indovina quanto è grande il budget per il film?

Come ogni filmaccio catastrofico, anche questo ha la figura dello scienziato che ha capito tutto in anticipo e ha scritto un libro, senza che nessuno gli creda se non quando è troppo tardi. (È un format fisso.) Qui dunque abbiamo il dottor Irwin (Harry Van Gorkum), idolo personale di Josh: proprio a lui e alle sue teorie si è rifatto per scrivere la sceneggiatura di Angeli di lava, il film che l’ha lanciato.
La Variant gli organizza un incontro con Irwin in pratica per ripetere l’operazione: rubacchiare altre idee da usare in film catastrofici sui terremoti. Peccato che il dottore sarà un osso duro.

Il solito scienziato che ha capito tutto ma a cui nessuno crede

La parte divertente purtroppo finisce presto, perché poi si passa alle supercazzole terremotanti da Meteo Apocalypse, alle faglie e a tutte quelle cose che sicuramente interessano gli abitanti della California, che vivono su un eterno terremoto, ma rendono il film poco interessante.
Però ci informa su una teorica cospirazionista molto curiosa: i terremoti di quella parte di mondo sono causati… dai dinosauri presenti sotto la terra!

Effettoni specialoni delle grandi occasioni

Insieme all’attrice Kat Rivers (Lexi Johnson), il nostro Josh dovrà salvare la California da solo, bombardando il centro del terremoto. Perché si sa che se chiodo schiaccia chiodo… esplosione schiaccia esplosione. Questa è scienza? No: QUESTA È SPARTA!

Come fermi un terremoto? Lo bombardi!

L’inizio metanarrativo con il giovane scrittore di stupidate apocalittiche calato in una stupidata apocalittica è delizioso, ma il bonus del film finisce qui: i successivi tre quarti di storia è una normalissima e noiosissima stupidata apocalittica “vera”, quindi priva di qualsiasi interesse, essendo un copia-e-incolla di qualsiasi altro film del genere.
Peccato, dopo vent’anni di buffonate catastrofiche sono andati vicini a farne una divertente…

L.

amazon

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Meteo Apocalypse e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

22 risposte a Eruption: LA (2018) Los Angeles di fuoco

  1. Zio Portillo ha detto:

    Nooooo! Che peccato! L’idea meta-cinematografica era geniale e potevano cavalcarla alla grandissima. Magari buttando veramente tutto in caciara con terremoti, esplosioni, dinosauri, robottoni, invasioni aliene, bombardamenti, scienziate/modelle e scienziati/pazzi. Via, tutto nel calderone col produttore che continuava a volerne di più perché non gli bastava e il giovane sceneggiatore che doveva fare i salti mortali a far quadrare tutto.

    E invece è il solito noioso film di serie Z fatto col copia&incolla. Ennesima occasione sprecata.

    Piace a 1 persona

  2. Cassidy ha detto:

    La frase di lancio di “Killer Kart” («Don’t push it») è abbastanza geniale bisogna dirlo 😀 Il vecchio principio scrivi di quello che conosci, e Sean Cain conosce i film di serie Z, peccato che la parte meta cinematografica sembri essere la più interessante del film. Ora tutti a dare la caccia ad una copia di “Killer Kart” 😉 Cheers

    Piace a 1 persona

  3. Conte Gracula ha detto:

    Quindi parte come una docufiction e finisce al solito – con una soluzione finale presa come minimo da Sharknado, peraltro 😦

    Piace a 1 persona

  4. Kuku ha detto:

    Peccato per una volta che avevano fatto il passo giusto!!! Ma come si fa, dico io, a sprecare così!!
    Ma non può esistere davvero Killer Kart. Ma è un film serio? O qualcosa alla Silenzio dei prosciutti?

    Piace a 1 persona

  5. Anonimo ha detto:

    “Qui a forza di parlare di filmoni ci si è dimenticati delle radici zinefile del blog, così appena il canale differenziato per eccellenza il 13 febbraio 2019 ha trasmesso finalmente una nuova fetenzia catastrofica, in mezzo a raffiche di repliche, ne approfitto per riassaporare un po’ di vera Z verace”. Amen. 🙂
    E poi, recensione e film spassosissimi.
    E poi…i dinosauri!
    E poi…Killer Kart (peccato sia solo un corto)!
    🙂

    Piace a 1 persona

  6. Anonimo ha detto:

    io l’ho visto domenica 17 febbraio, i prossimi film che Cielo trasmette sono Airplane Vs. Vulcano poi Disaster Zone vulcano a New york e Uragano di Fuoco ma per fortuna che tu li hai gia recensiti.

    Piace a 1 persona

  7. Giuseppe ha detto:

    Nooo, ma perché non hanno mantenuto l’autoironica impostazione meta-cinematografica fino in fondo? Per il (misero) resto, va detto che almeno i dinosauri terremotanti sono una trovata da serie Z di quella buona 😉

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Chissà, magari è un inside joke e il regista ha già pronto un filmaccio con i dinosauri che smangiucchiano la crosta terrestre dall’interno!
      Spero comunque di aver assistito al primo paso verso una nuova frontiera della Z: i nuovi eroi protagonisti non saranno più muscolari avventurieri o scienziati pazzi, bensì… sceneggiatori di serie Z! 😀

      "Mi piace"

  8. Pingback: [Italian Credits] Il meglio del 2019 (2) Febbraio | Il Zinefilo

  9. AlbertM ha detto:

    e noiosissima stupidata apocalittica

    Piace a 1 persona

  10. Pingback: Terror Birds (2016) Uccelli da paura! | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.