Super Shark (2011)

Finalmente i canali nostrani si sono ricordati dei filmacci con bestiacce e sono tornati a tradurre le porcate squalose lasciate finora inedite: siete contenti?
Così Cielo il 17 luglio 2019 presenta in anteprima (o così afferma una scritta in sovrimpressione) il film di cui proprio non potevamo fare a meno: Super Shark.

Una delle tante forme del vuoto

Siamo ancora lontani dal fenomeno Sharknado (2013) ma gli squali tirano sempre e addirittura pare che questo film sia stato portato nelle sale americane dalla CineTelFilms, sebbene sia prodotto da minuscole casupole.
L’unico motivo di nota del film è la regia di Fred Olen Ray, il decano della Z, in un periodo più “volatile”: ha appena fatto Turbulent Skies (2010) e sta per presentare Collision Course (2012) – filmoni da applauso, in confronto a questa stupidata squalosa – ma parliamo di ispirate parentesi nella sua filmografia: ogni anno il grosso della sua produzione prevede donnine in bikini che fanno cose stupide in video, e probabilmente è più per questo che il regista è noto in America: altro che per filmacci con bestiacce!

Una produzione tipica di Fred Olen Ray

Nel bel mezzo di un periodo creativo che va da Bikini Frankenstein (2010) a The Teenie Weenie Bikini Squad (2012) passando per Bikini Jones and the Temple of Eros (2010), il regista 57enne sta conoscendo un novello risveglio dei sensi o più semplicemente ha capito cos’è che vende in questo genere di intrattenimento, cioè l’equazione “meno squali + ragazze in bikini”.
Così chiama due tizi di passaggio a far finta di scrivere una sceneggiatura, in realtà assente, e fa ciò che sa fare meglio: chiama una secchiata di ragazze da mostrare in bikini. Perché? Non capisco la domanda…

Ragazze in bikini contro Super Shark!

Siamo in un periodo in cui si alternano gli squali “seri” di The Reef (2010) e Dark Tide (2012) con quelli più cialtroni di Shark Night 3D (2011) e quelli demenziali di Sand Sharks (2012): ci siamo scordati della Asylum con il capolavoro Mega Shark vs Crocosaurus (2010), diretto dal figliol prodigo Christopher Ray?
Insomma, Ray senior sta nuotando in acque infestate quindi va tranquillo, ma al contrario di tutti gli altri film… a lui dello squalo non frega una stra-mazza. Lui sta lì a mostrare ragazzine svestite, lo squalo è una comparsa da mettere in copertina per vendere il film.
Così abbiamo donnine in bikini che sono troppo vestite per risultare interessanti – e ovviamente sono attricette senza copione, in un film senza trama – e abbiano uno squalo che cammina sulla terra ferma senza alcuna spiegazione, combattuto da un carro armato con i piedi. Troppo stupido per essere un film stupido.

Non cerco neanche di capire cosa stia succedendo…

Teoricamente la trama del film è un frullato insipido di roba classica: un’industria poco attenta riversa in mare rifiuti tossici che creano il mostrone, una dottoressa fotomodella snocciola supercazzole scientifiche mentre uno squalone si mangia la gente. Fine del film.
A riempire gli spazi vuoti, cioè tutto il film, ci pensano sfilate di donnine in bikini, amori adolescenziali fra bagnini e stupidate varie. Insopportabile, tenendo conto che il “super squalo” si vedrà sì e no dieci secondi.

Tipica scienziata scienziosa…

Ray non aveva voglia di dirigere questo film e io non avevo voglia di vederlo: siamo perfettamente sintonizzati!

L.

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Squali e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

27 risposte a Super Shark (2011)

  1. Evit ha detto:

    Abbiamo il nostro sottotitolo per il DVD: “Troppo stupido per essere un film stupido.”

    Ma davvero Fred Olen Ray lavora ancora? Chi ha il coraggio di dargli ancora soldi?

    Piace a 2 people

  2. Zio Portillo ha detto:

    Non so nè come nè perché ma la settimana scorsa scanalando mi sono imbattuto in Cielo e ho beccato sto film. Attratto dal titolo e dal logo “Shark Attack” ne ho guardato una quindicina di minuti sapendo che prima o poi ne avresti parlato. A parte che lo squalo l’ho intravisto (“E’ previsto che si vedano degli squali nel vostro film sugli squali?” – semicit.), il resto della pellicola era da cavarsi gli occhi! Io veramente non so come fate a sorbirvi ste ciofeche allucinanti. Un po’ vi invidio, un po’ vi schifo.

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Devo essere onesto, l’entusiasmo per le schifezze che anni fa mi animava comincia seriamente a scemare, anche perché siamo lontani dai film dove si ride di pancia – tipo quelli Asylum intorno al 2010 – zero ironia, zero mostri e 100% immondizia hanno seriamente compromesso la mia voglia di vedere queste porcate. Non parliamo dei Meteo Apocalypse, tutte schifezze fatte col copia e incolla. Ormai mi limito a segnalarne l’esistenza così che il mondo sappia i crimini commessi dai canali televisivi, ma li vedo molto velocemente.
      Non mancano certo le porcate in giro, ma almeno quando hanno attori che ci fanno sghignazzare – dai Baldwin a Forsythe – sono più piacevoli da vedere 😉

      "Mi piace"

  3. Cassidy ha detto:

    No no, fermate tutti, qui siamo davanti all’uomo che ha fatto diventare maiuscola la Z, la filmografia di Fred Olen Ray è la quadratura del cerchio: ha un’infinità di titoli dedicati a mostri e bestiacce, altrettanti film del filone film natalizio televisivo (che tu mi insegni essere molto prolifico) e non so se esiste la definizione “Bikini Movies” ma per Fred Olen Ray dovrebbe essere coniata. Non avevo idea che il regista di “Non entrate in quella casa…” (1992) fosse ancora così attivo, e forse avrei fatto meglio a continuare a non saperlo 😉 Cheers!

    Piace a 1 persona

  4. Austin Dove ha detto:

    ma non ha senso ecologicamente: un leone non va a cacciare le lepri
    perke uno squalo di quelle dimensioni dovrebbe cacciare una ragazza scheletrica seppur con le tette grosse?

    Piace a 3 people

  5. marco1946 ha detto:

    Insomma un film squalido che si aggiunge ad altri squalori…

    Piace a 2 people

  6. Willy l'Orbo ha detto:

    Ahahaha! Recensione strepitosa (“Troppo stupido per essere un film stupido”), immagini strepitosamente inenarrabili, commenti sopra altrettanto degni di strepito (“squalido”!!!)…considerando la melmosa pellicola di partenza, ho assistito ad un’evoluzione capolavoro! 🙂

    Piace a 1 persona

  7. Pietro Sabatelli ha detto:

    Di certo non si può negare il buon gusto in fatto di donne..

    Piace a 1 persona

  8. Emanuele ha detto:

    Mi è capitato per caso domenica pomeriggio. Ho mollato dopo qualche minuto, dopo i primi attacchi con CGI fatta con tecnologia anni 90. La TV è rimasta accesa ma non ho seguito per niente (mentre leggevo Horror Comics #1, decisamente meglio). Mamma mia che schifo di film!
    Concordo con tutto ciò che hai scritto, sopratutto sulle donne in bikini ma troppo coperte!

    Piace a 1 persona

  9. Conte Gracula ha detto:

    Quindi, lo squalo va a zonzo per la spiaggia senza crepare, il carro armato ha le gambe… gli aerei nuotano sott’acqua e i sommergibili volano come elicotteri?
    Mi chiedo cosa facciano le auto, con questi presupposti.

    Piace a 1 persona

  10. nik96 ha detto:

    comincio ad avvisarti che su Cielo ad agosto la maratona Monster Night non so ancora la data ma te lo faro sapere

    Piace a 1 persona

  11. nik96 ha detto:

    era ora che Cielo mandava in onda un nuovo film sugli squali visto che continuava a trasmettere sempre i soliti Mega Shark o lo squalo con 2 o 3 teste che cominciavano un po a stufarmi spero che nella maratona Monster Night trasmettera qualcosa di nuovo

    Piace a 1 persona

  12. nik96 ha detto:

    credimi anch’io voglio vederlo

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.