Lavalantula (2015)

Il nostro caro vecchio canale Cielo ha finalmente portato in Italia un film che da anni volevo vedere ma non avevo alcuna voglia di mettermi a cercare i sottotitoli: molto meglio vedere Lavalantula doppiato in italiano (il 21 agosto 2019), così si possono fare altre cose nel frattempo. Tipo uscire e andare a fare la spesa…

Sembra un ciclo di film da tenere d’occhio…

Trasmesso originariamente il 25 luglio 2015 sul famigerato canale Syfy, il film è prodotto dalla nostra vecchia conoscenza CineTelFilms, che ogni tanto ci regala qualche bella chicca divertente.
Siamo nell’anno in cui la casa ci ha regalato  Fire Twister, I Spit on Your Grave 3, Sharkansas Women’s Prison Massacre e Stormageddon: direi che è in piena forma!

Il film è disponibile su Prime Video.

Quando vedete questo marchio, preparatevi alla Z di qualità!

A firmare l’opera, sia come regista che come co-sceneggiatore, c’è Mike Mendez, che abbiamo conosciuto con il geniale Big Ass Spider! (2013) ma che non dirige più film dal delirante e dimenticabile Don’t Kill It (2016). Qualcuno forse gli avrà detto che dovrebbe limitarsi al suo lavoro fisso di montatore cinematografico.
Ad aiutarlo nella sceneggiatura c’è il fido produttore Neil Elman e una tizia di nome Ashley O’Neil. Non un grande aiuto…

Non si sono impegnati molto per il titolo

Dopo essersi divertito a giocare con gli stereotipi di genere e con la metanarrativa in Big Ass Spider, Mendez pensa bene di continuare sulla stessa linea e seguire alcune regole base di un buon seguito (anche se questo tecnicamente non è un seguito): uguale ma di più. E soprattutto, stavolta arriva la Regina Madre: Cameron docet.

Che ci faccio in un film di ragnacci? Ve li ricordate i tempi di Scuola di polizia?

Amico, ricordiamo solo quelli!

Malgrado non sia rilevato dai radar italiani, Steve Guttenberg non sembra mai andato via dal mondo del cinema, sebbene appunto da noi siano replicati unicamente i suoi film anni Ottanta. Però così sembra vecchio, facciamo che qui interpreta una star del cinema… anni Novanta. E come vuole lo stereotipo, è in crisi per motivi megalomaniaci e soprattutto perché… deve combattere con il regista Leigh Whannell!

Nuoooooooooooooooooooooooooooooo!!!

Sì, proprio lui, Leigh Whannell, che dovrei odiare… ma come si fa?

Uff, sbrighiamoci che ho Saw 12 da scrivere

L’autore della saga di Saw e di Insidious (dove interpreta un acchiappa-fantasmi 2.0) oltre che di quella cyber-bomba di Upgrade (2018), si ritaglia il delizioso ruolo di regista stronzo che caccia il famoso Colton West dal set.

Scuola di polizia 1 va bene, ma gli altri cinque… per favore!

Vogliamo parlare di tutti quei Saw? Ce n’era bisogno?

Almeno Corto circuito 2 potevi farlo!

Intanto a casa West troviamo la moglie Olivia, interpretata da un’altra gloria del passato… anche se in splendida forma. Sembra strano pensare che Nia Peeples faceva “Saranno famosi” negli anni Ottanta e l’abbiamo già incontrata per Creatura degli abissi (1989): anche lei è una diva anni Ottanta eppure… sembra la figlia di Guttenberg!
Il fatto che per tutto il film reciti con il davanzale di fuori credo sia uno spot pubblicitario al chirurgo plastico…

Ma anche tu negli anni Ottanta stavi sempre con il davanzale in mostra?

Bei tempi…

Siamo a Los Angeles, c’è un terremoto al minuto, ma questo è grosso.

Steve non è abituato ai film catastrofici

L’eruzione fa uscire ragnoni di lava. Altre spiegazioni mi sembrano superflue.

Mica l’ho capito, questo guizzo di sceneggiatura

Mentre tutti si fanno prendere dal panico, gli attori sono abituati a ben altro: c’è gente che ha passato anni in TV con Chuck Norris!

Vuoi vedere cosa ho imparato sul set di “Walker, Texas Ranger”?

Sono cresciuta con i ninja anni Ottanta, baby!

Vi prego, guardate il finto poster alla parete: geniale!

Non so quanti permessi abbia dovuto chiedere questo film, né quanto abbia pagato, ma si va tutti per le celebri strade di Los Angeles a combattere i ragnoni giganti. E già che ci siamo, incontriamo pure Ian Ziering direttamente da Sharknado!

Non posso restare: ho già un problema di squali…

Le autorità sono inermi quindi sta ai tecnici di Hollywood salvare la città: con il classico discorso alla Enrico IV, tipico di ogni film pomposo (ma qui ovviamente fatto a parodia), il vecchio eroe d’azione Colton West fomenta tutti i lavoratori del cinema a darsi da fare. C’è una città da salvare.

That’s entertainment!

Non mi stanco mai di far notare come Alien (1979) ha creato se stesso: Aliens (1986) ha creato tutto il resto. Da allora nel cinema è nata l’idea di una Regina Madre, anche se solo da quella roba di The Great Wall (2016) arriva l’assurda (e paracula) idea che basti ammazzare la Regina perché TUTTI i mostri si fermino immediatamente. Comodo, eh? Va be’, c’è da capire: mica tutti sono James Cameron degli anni Ottanta. (Neanche Cameron è più lui, dai Novanta!)

La Regina Ragnona

La situazione ovviamente è gestita con totale assenza di serietà e plausibilità, è un grande gioco metanarrativo che omaggia stili e tematiche d’un tempo: come la redenzione dell’eroe che salva la città guardandola dai tetti.

Dovunque ci saranno ragni… lì ci sarà Steve Guttenberg!

È un film delizioso e divertente, che appartiene a quella minuscola finestra di tempo in cui il cinema di serie Z aveva capito che più cazzeggio, più citazioni e più metanarrativa era la formula vincente. Purtroppo è durata poco, ed è prevalsa la linea “seria”: un giorno gli storici del cinema capiranno il perché…

L.

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Bestiacce e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

57 risposte a Lavalantula (2015)

  1. Cassidy ha detto:

    La formula è quella di “Sharknado” (infatti il cameo del biondo protagonista non poteva mancare) fin dal titolo del film e dall’idea di usare una vecchia gloria nel ruolo principale. Una scemenza che si guarda facendo altro, che però diverte proprio per gli spunti che hai segnalato, per altro l’abbondante uso di immagini e didascalia reste questo post uno spasso 😉 Il problema che per fare film così, ci vogliono comunque delle idee, per quello forse il cinema di serie Z è tornato presto alle vecchie formule, troppa fatica. Cheers!

    Piace a 2 people

  2. Austin Dove ha detto:

    Che triste. A me piace scuola di polizia

    Piace a 1 persona

  3. MisterZoro ha detto:

    Ma che spettacolo, devo assolutamente vederlo!
    Maledetta Minerva e consorelle, pubblicate porcate immonde e poi la roba divertente no? Direct-to-video?
    Spero in un’edizione DVD, adoro vedere vecchi eroi della mia infanzia fare i pirla in parodie wathev.

    E comunque ce lo ricordiamo tutti che Guttenberg è una star grazie ai Tagliapietre.
    GRAZIE TAGLIAPIETRE!

    Piace a 2 people

  4. Conte Gracula ha detto:

    Dai, mezzo cast di scuola di polizia, davvero?
    Mancava Tuckleberry, o come si scrive, per fare tombola XD
    Comunque, una scemenza tipo far fuori la mamma per tirar giù tutti i figli c’era anche nel primo Avenger (lì tiri giù la nave madre e cascano tutti gli alieni invasori)… sarei curioso di sapere chi sia stato il primo a pensare a questa pigrata ^^

    Piace a 1 persona

  5. nik96 ha detto:

    io ti confesso che quando l’hanno trasmesso io l’ho visto tutto fino alla fine.

    Piace a 1 persona

  6. The Butcher ha detto:

    Ragni di lava? A quanto i ragni di ghiaccio o di antimateria?

    Piace a 2 people

  7. Willy l'Orbo ha detto:

    Ho visto in tv parte del 2 e mi sa che sono partito col pied…ehm, con la zampa (in omaggio ai ragni magmatici 🙂 ) sbagliata; visto distrattamente ma il seguito non mi ha intrattenuto troppo.
    Tuttavia, dopo aver letto la tua rece, mi incuriosirebbe vedere il primo, darò un occhio alla guida tv così da poter fare un percorso Z…a ritroso! 🙂

    Piace a 1 persona

  8. Pingback: I ragni culoni e vomita lava di Mike Mendez | Malastrana VHS

  9. gioacchino di maio ha detto:

    Non so se chi ha scritto la sceneggiatura si sia ispirato a Bug – Insetto di fuoco (1975) , dal romanzo Urania, La piaga Efesto di Thomas Page. Anche qui alcuni “scarafaggi” uscivano dal sottosuolo e avevano la capacità, con il loro addome, di bruciare qualunque cosa gli capitasse a tiro, essendo piccoli e non giganteschi come questi ragni, mi ricordo una scena clou quando una di queste bestie appoggiata in una cornetta del telefono si infila nell’orecchio della malcapitata. Comunque Lavantula è divertente con la banda di raccattati da Scuola di polizia, citando Alien dopo i morsi dei terribili ragni, nel secondo film l’azione si sposta in Florida con bagnanti in costume sulla spiaggia che soccombono e concordo che non mi pare all’altezza del primo.

    Piace a 1 persona

  10. Zio Portillo ha detto:

    Pur odiando la Z (scusa Lucius…) questo non me lo voglio perdere! Sia per l’affetto verso “Scuola di Polizia”, sia perché la Z caciarona e che non si prende sul serio è quella buona da vedere!
    Terrò d’occhio il palinsesto di Cielo.

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Se fosse tutta così, la Z, sarebbe un sogno: purtroppo è una delle divertenti rare eccezioni.

      "Mi piace"

      • Zio Portillo ha detto:

        Ah, volevo fare mea culpa davanti a tutti per esorcizzare la cappellata gigante che ho fatto. Chissà che il mal di cuore passi in fretta.

        Lucius, siediti perché per te potrebbe essere un botta bella grossa da assorbire. Vado?



        Vado. Ho formattato una chiavetta USB. Peccato fosse la gemella sbagliata e dentro c’erano gli UNDISPUTED 2 e 3 con sottotitoli in italiano. E’ da ieri che bestemmio e smanetto per trovarli ma zero. Per fermare l’acidità di stomaco ho dovuto andare su Amazon e comprarli in blueray.

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        ahahah sai che stasera Boyka in persona verra a casa a picchiarti? 😀
        Scherzi a parte, dovrei ancora averli da qualche parte, i sub ita che feci per il terzo. Comunque alla fin fine sono film che in Blu-ray meritano. Certo, se volevi fare le cose fatte bene, all’indirizzo della pagina Amazon dovevi aggiungere &tag=zinefilo-21 e poi cliccare su “acquista”, o “metti nel carello”, così aiutavi la Causa Zinefila con una minuscola percentuale 😛

        "Mi piace"

  11. Giuseppe ha detto:

    Avendolo visto ieri sera pure io, sottoscrivo pienamente sia il “delizioso” che il “divertente”, con quei due impagabili Steve Guttemberg e Michael Winslow impegnati nel citare/metanarrare/parodiare a destra e a manca -trascinandosi dietro l’intero cast- con risultati spassosi, comprendendo ovviamente nel divertito guazzabuglio i loro ruoli in Scuola di Polizia 😉

    Piace a 1 persona

  12. SAM ha detto:

    In realtà l’idea di uccidere la Regina Madre per far fuori tutta la covata , viene niente meno da “assalto alla Terra ” di Stuart Gordon !
    Il film delle formiche giganti del 1954 e capostipite di tutti i film con i mostroni insettiformi !
    50 e passa anni che riciclano la stessa idea !

    "Mi piace"

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Essendo passato parecchio tempo dall’ultima volta che l’ho visto, mi sono rigustato quel grande classico: le formiche prima vengono uccise con le bombe, poi si dà la caccia alle due regine superstiti prima che possano deporre le uova e vengono uccise. L’ultima nella metropolitana di Los Angeles. MAI viene detto che basta uccidere le regine perché tutte le altre formiche si immobilizzino, quindi non c’entra nulla con il discorso che stavamo facendo.
      Prima di scrivere commenti con un tono sgradevole che mi costringe a cancellarli (non siamo nei social, dove l’insulto è la regola) magari riguardati i film in questione.

      "Mi piace"

      • SAM ha detto:

        Il fatto è che tu citi Alien come il capostipite delle Regine Madri , quando in realtà anche lì copia da Gordon , lui si il vero archetipo di tutti i film con invasioni di mostri .

        A volte rigirano la frittata come ne ” Il regno del fuoco ” , quello coi draghi, dove sono tutte femmine e bisogna accoppare l’unico maschio in modo che non possa ingravidarle, ma sempre lì siamo .

        "Mi piace"

      • Lucius Etruscus ha detto:

        No, io ho detto che Lavalantula si comporta come un seguito (anche se non lo è) e come Cameron usa l’idea di fare un seguito con Regina. (Forse hai scritto male, ma do per scontato che sia noto come non esista alcuna Regina in “Alien”.)
        Di film con i mostri ne esistono da ben molto prima dei formiconi, mentre l’idea di una Regina dei mostri che alla fine arrivi ad affrintare fisicamente i protagonisti è molto meno usata. Questo post è una recensione di Lavalantula, non uno studio sul fenomeno “Regine dei mostri”, sicuramente l’elemento esisterà altrove ma “Aliens” di Cameron è leggermente famoso ha lanciato parecchi semi.

        "Mi piace"

  13. Pietro ha detto:

    Davvero c’è Ian? wow! Comunque non ci tengo 😉

    Piace a 1 persona

  14. Kuku ha detto:

    Ah menomale che è un film parodico, perché il titolo mi faceva pensare a una tarantola lavandaia, più che lavica.
    Vedo che Ian Ziering ha il suo seguito. Non pensavo.

    Piace a 1 persona

  15. nik96 ha detto:

    come mai su alcune immagini sotto Cielo c’è scritto Prima Visione e sulle altre no hai per caso registrato questo film 2 volte.

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Proprio così! Mercoledì ho registrato gran parte – credo poco più di un’ora – poi però avevo altre registrazioni, così il resto l’ho preso domenica pomeriggio in replica. Quello che mi premeva era il titolo e l’inizio con la scritta “Prima visione”, poi non faceva niente 😉

      "Mi piace"

  16. nik96 ha detto:

    io ti confesso che Tafanos non l’ho nemmeno visto tutto talmente era ridicolo e pessimo Lavalantula in confronto a Tafanos è decisamente meglio

    Piace a 1 persona

  17. nik96 ha detto:

    pure io non credevo che fosse un film italiano

    Piace a 1 persona

  18. nik96 ha detto:

    pure io come te aspettavo da molto tempo che qualche nostro canale mandava in onda in prima TV Lavalantula e finalmente Cielo ha deciso di trasmetterlo non credo che Italia 1 Italia 2 o DMAX lo avrebbero trasmesso.

    Piace a 1 persona

  19. Pingback: film (agosto 2020) – Le cose minime

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.