Kaw (2007) L’attacco dei corvi imperiali

Non dimentico mai le radici del blog, che affondano nei filmacci con bestiacce, quindi mi sembra il momento giusto per rispolverare un DVD preso chissà quando su bancarella e che giaceva da tempo sullo scaffale in attesa di spiegare le sue nere ali.

Presentato al Festival du Film Fantastique de Gérardmer nel febbraio 2007 e in home video americano nell’aprile successivo, Kaw – verbo che scopro significare “piangere come un corvo” (cry as a crow)! – arriva in Italia in DVD Eagle Pictures nell’agosto del 2008 con il titolo Kaw. L’attacco dei corvi imperiali.
Stando a FilmTV.it non esistono passaggi televisivi noti.

Il film è disponibile su Prime Video.

Addirittura un titolo in italiano nel DVD

Il regista Sheldon Wilson è appena esploso nel mondo della Z con il terrificante Shallow Ground (2004) e si appresta ad una fulminante carriera nei filmacci: da Super Storm (2001) a Shark Killer (2015). Mi sa che Screamers 2 (2009) rimarrà il suo capolavoro, non foss’altro per la presenza di Lance Henriksen.
Esordiente è invece lo sceneggiatore dal nome impronunciabile, Benjamin Sztajnkrycer, che per fortuna non ha fatto molti altri danni al cinema.

Teneri e coccolosi, come i Pinguini del Madagascar

Dopo Gli uccelli (1963) di Hitchcock sembra impossibile fare un film con un altro tipo di stile e di ritmo. È come per Lo Squalo (1975): tutti dicono di rifarcisi perché in realtà non sanno in che altro modo affrontare una storia con bestiaccia.
Così si inizia lentamente, con un contadino che per errore schiaccia un corvo col trattore e arrivano frotte di parenti del defunto che iniziano a gracchiare: la morte alata è atterrata in città.

Mi sa che quel fucile non ha abbastanza cartucce per tutti i corvi…

Non esistendo altra trama se non un gruppo di corvi che ammazza persone ed animali, gli autori si buttano su Stephen McHattie: la sua faccia di cuoio e il suo stile da rozzo contadino sono perfetti per il ruolo di rozzo contadino. E poi è canadese come la produzione del film: probabilmente in patria è una gloria nazionale.
Così McHattie interpreta Clyde, quello che sebbene rozzo ha capito subito che i corvi sono pericolosi ma ovviamente non gli crede nessuno finché non è troppo tardi.

Quando serve un rozzo contadino, Stephen McHattie è l’uomo giusto

Abbiamo Wayne (Sean Patrick Flanery), lo sceriffo di cuore che fa da protagonista lanciandosi in mille scene per salvare i ragazzini – cioè il buono ad oltranza – e pochi altri personaggi stereotipati che non vale la pena citare.
Rimaniamo così, asciutti asciutti? Va be’, buttiamoci in mezzo degli Amish dalla barba lunga: vestiti di nero, sembrano già loro dei corvi!

Lo sceriffo salva il ragazzino… ma un corvo in primo piano rovina l’inquadratura!

Senza ulteriore trama se non i corvi che gracchiano, troviamo scene di panico posticcio, effetti speciali di grana grossa e tanti sbadigli.
Per fortuna a risvegliarci dal torpore arriva la super-spiegazione del perché d’un tratto i corvi si siano fatti così violenti e vendicativi: occhio che arriva, eh? Eccola, eh? Farà male, siete avvisati…
Mangiando carne di mucche malate, i corvi… hanno contratto la mucca pazza!!! Basta, per me il film può anche finire qui…

Malgrado la genialmente buffonesca trovata, Kaw rimane un filmucolo di noia infinita, fatto solo di primi piani di corvi che fissano incuriositi l’obiettivo, chiedendosi chi sia così scemo da vedersi una roba del genere.
Pessimi corvi fatti al computer e una sceneggiatura assente: un mix davvero esplosivo.

L.

amazon

– Ultimi film con bestiacce:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Bestiacce e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

20 risposte a Kaw (2007) L’attacco dei corvi imperiali

  1. Austin Dove ha detto:

    Questi sono i film che spero di vedere smontati: divertenti e trashoni 💙

    Piace a 1 persona

  2. Cassidy ha detto:

    Non ho mai sentito l’espressione “piangere come un corvo”, ma forse perché non ho mai visto questo film. Ma se uno mangia un corvo che ha mangiato carne di mucca pazza che virus contrae? Ma soprattutto, finirà a fissare in macchina con la faccia da corvo di Madagascar? Troppe domande per un film solo 😉 Cheers

    Piace a 1 persona

  3. Conte Gracula ha detto:

    Quindi ai corvi non frega nulla del compagno morto, è che hanno mangiato un cavolo di hamburger sbagliato. Tutti quanti, tra l’altro…

    Piace a 1 persona

  4. Kuku ha detto:

    Credo che i corvi sarebbero troppo intelligenti per partecipare a un film del genere. Di sicuro scriverebbero una sceneggiatura migliore.
    Comunque non può mancare la camicia a quadri del contadino!

    Piace a 3 people

  5. Pietro Sabatelli ha detto:

    Sfortunatamente ricordo perfettamente questo film, proprio perché memore del capolavoro di Hitchcock di cui voleva essere forse omaggio, ma anche se guardabile non c’è partita 😉

    Piace a 1 persona

  6. Celia ha detto:

    Peccato. Io amo i corvi. Sono La Donna che Piangeva coi Corvi (Kaw-woman) 😀

    Piace a 2 people

  7. Zio Portillo ha detto:

    Che “Kawgata”! (Ok, vado a picchiarmi da solo…)

    Piace a 3 people

  8. Willy l'Orbo ha detto:

    Mammini, che filmaccio dev’essere ma ho ben quattro motivi di consolazione che, anzi, mi portano a elevarlo a status di mito:
    1) Non me lo sono dovuto sorbire (mi spiace per te, Lucius) e, letto attraverso la recensione, fa molto meno male.
    2) La spiegazione della mucca pazza!
    3) Sztajnkrycer! Sztajnkrycer! Sztajnkrycer! (se lo dici tre volte sul cesso secondo me spunta fuori! 🙂 )
    4) Un filmaccio, per noi zinefili, è pur sempre un quasi filmone, noe? 🙂

    Piace a 1 persona

  9. Kukuviza ha detto:

    Oddio i corvi pazzi. Ecco spiegato che Kaw è in realtà Cow.
    Ti stavo per chiedere se avevi già parlato di un film simile, perché mi ricordavo qualcosa… mi era venuto perfino il dubbio di averlo visto. Invece il mio pannello di lettura di blogger mi ha ripescato questo tuo post!

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Purtroppo il film esiste, malgrado sarebbe stato meglio di no 😀
      Proprio ieri ho aggiornato il post inserendo il link a Prime Video, chissà che sia stata questa operazione a riportare alla luce il testo nei lettori in giro.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.