Guida TV in chiaro 3-5 aprile 2020

Se avete recensito qualcuno di questi film, fatemi avere il link che lo aggiungo alla scheda, così che sarete citati.

Venerdì 3 aprile 2020

Ore 21.05 – 20 Mediaset – Austin Powers 2. La spia che ci provava (Austin Powers: The Spy Who Shagged Me, 1999) di Jay Roach, con Mike Myers e Heather Graham
Il matrimonio del “controspione” Powers (Mike Myers) dura ben poco, e subito dovrà difendere il mondo dai piani malvagi del Dottor Male (Mike Myers): irresistibile parodia del genere spy story.

Ore 21.10 – Paramount – Sherlock (1×01) Uno studio in rosa
Il detective Sherlock Holmes (Benedict Cumberbatch) e l’ex medico di guerra in Afghanistan John Watson (Martin Freeman) si incontrano tramite un amico comune e decidono di condividere un appartamento al 221b di Baker Street. Holmes sta indagando su una misteriosa successione di suicidi seriali e coinvolge Watson nelle complicate investigazioni.

Ore 21.25 – Italia1 – Run All Night. Una notte per sopravvivere (Run All Night, 2015) di Jaume Collet-Serra, con Liam Neeson e Ed Harris
Jimmy Conlon (Liam Neeson) è un ex killer professionista, amico fedele del boss mafioso Shawn Maguire (Ed Harris), tormentato da innumerevoli sensi di colpa per i suoi crimini passati. Il figlio Mike (Joel Kinnaman) non vuole avere nulla a che fare con lui, ma il destino complica le cose.

Ore 21.30 – Spike – Criminal Activities (id., 2015) di Jackie Earle Haley, con Michael Pitt e Dan Stevens
Quattro giovani, amici da tanti anni, a causa di un investimento sbagliato si ritrovano con un debito di 400 mila dollari nei confronti di Eddie (John Travolta), un boss molto pericoloso. Per pagare il debito, Eddie chiede loro di rapire un uomo di nome Marques (Edi Gathegi) che sta tenendo in ostaggio sua nipote.

Ore 23.10 – Paramount – Sherlock (1×02) Il banchiere cieco
Sherlock (Benedict Cumberbatch) e Watson (Martin Freeman) lavorano alla decifrazione di simboli mortali apparsi misteriosamente sui muri in giro per Londra. Chiunque abbia la sfortuna di incappare nella loro vista, è destinato a morire nell’arco di poche ore.

Ore 23.30 – RaiMovie – Città violenta (1970) di Sergio Sollima, con Charles Bronson e Jill Ireland
Film lentissimo ma non privo di qualche momento ispirato: più che altro è una pellicola concepita e cucita addosso alla coppia (anche nella vita) Bronson-Ireland. I due interpretano rispettivamente un assassino professionista e una femme fatale che fuggono insieme, ma ovviamente il loro passato li insegue e non li lascerà mai in pace. Comparsate di Telly Savalas nel ruolo del big boss e di Umberto Orsini come amico sibillino, ma tutto il film si basa sui corpi dei due protagonisti. Le musiche di Ennio Morricone strizzano tutti e due gli occhi ai più celebri temi sonori alla Spaghetti Western.

Ore 23.35 – Italia1 – Bait. L’esca (Bait, 2000) di Antoine Fuqua, con Jamie Foxx e David Morse
Un piccolo truffatore, Alvin Sanders (James Foxx), viene utilizzato dalla polizia come esca per attirare il pericoloso criminale John Jaster (Robert Pastorelli) in trappola.

Sabato 4 aprile 2020

Ore 21.05 – 20 Mediaset – The Transporter Legacy (The Transporter Refueled, 2015) di Camille Delamarre, con Ed Skrein e Loan Chabanol
Lo specialista del rischio Frank Martin (Ed Skrein) agisce secondo tre semplici regole: niente nomi, nessuna domanda, nessuna rinegoziazione. Durante una delle sue missioni, Frank si ritrova coinvolto in una faida combattuta da quattro giovani donne che non hanno nulla da perdere. Impegnato in una corsa contro il tempo per risolvere questioni molto personali, l’uomo avrà una sola scelta: rinunciare alla sue regole… Per un approfondimento sul film, si rimanda al blog Il Zinefilo.

Ore 21.10 – Cine34 – Mannaja (1977) di Sergio Martino, con Maurizio Merli e John Steiner
Un cowboy chiamato Mannaja (Maurizio Merli), deciso a vendicarsi dell’assassino del padre, finisce per aiutare il ricco McGowan (Philippe Leroy) a liberare la figlia rapita da alcuni malviventi. «Sagra sadica di violenza efferata, vietato ai minori di 18 anni, una volta tanto a ragione. C’è persino un demagogico risvolto populista. Gli attori si adeguano facendo la faccia feroce.» (dal “Dizionario dei film western” di Farwest.it)

Ore 21.10 – IRIS – Red Dragon (id., 2002) di Brett Ratner, con Edward Norton e Anthony Hopkins
Tratto dal romanzo “Il delitto della terza luna” (Red Dragon, 1981) di Thomas Harris (Mondadori 1984). Dopo la cattura del celebre Hannibal Lecter, Will Graham si ritira dall’FBI. All’arrivo di nuovo serial killer, “il lupo mannaro”, viene richiamato di corsa.

Ore 21.20 – Rai4 – Braveheart. Cuore impavido (Braveheart, 1995) di e con Mel Gibson, e con Sophie Marceau e Patrick McGoohan
Nel tardo XIII secolo, William Wallace (Mel Gibson) torna in Scozia, la sua terra, dopo molti anni passati lontano. Il re di Scozia è morto e re Edoardo I d’Inghilterra (Patrick McGoohan) si è insediato al suo posto. Dopo la morte del padre e l’assassinio della moglie, Wallace tiene testa agli oppressori inglesi guidando la sua patria attraverso la lunga e sanguinosa guerra di liberazione.

Ore 21.25 – Nove – L’amore bugiardo. Gone Girl (Gone Girl, 2014) di David Fincher, con Ben Affleck e Rosamund Pike
Sceneggiato da Gillian Flynn partendo dal suo romanzo “L’amore bugiardo” (Gone Girl, 2012; Rizzoli 2013). Nick (Ben Affleck) ed Amy Dunne (Rosamund Pike) sono giovani e brillanti, una coppia apparentemente invidiabile. In realtà, i due mal si adattano alla vita della cittadina di provincia, dove sono stati costretti a trasferirsi a causa della malattia della madre di Nick e dopo aver perso il lavoro e la casa di New York. Soprattutto Amy, piuttosto viziata e capricciosa, fatica ad abituarsi alle ristrettezze economiche. Poi, nel giorno del loro quinto anniversario di matrimonio, Amy scompare…

Ore 21.30 – TV8 – Agente 007: Vivi e lascia morire (Live and Let Die, 1973) di Guy Hamilton, con Roger Moore e Yaphet Kotto
Dal romanzo omonimo del 1954 di Ian Fleming (Garzanti 1956). James Bond deve fermare un diabolico magnate dell’eroina che sta creando una vasta organizzazione criminale.

Ore 22.55 – Cine34 – Shango, la pistola infallibile (1970) di Edoardo Mulargia, con Anthony Steffen ed Eduardo Fajardo
Shango (Anthony Steffen) è un ranger del Texas in lotta contro un possidente messicano e un bandito che gli fa da sicario.

Ore 23.25 – Rete4 – Palmetto. Un torbido inganno (Palmetto, 1998) di Volker Schlöndorff, con Woody Harrelson ed Elisabeth Shue
Dal romanzo “Mossa decisiva” (Just Another Sucker, 1961) di James Hadley Chase (Mondadori 1961). Un ex giornalista da poco scarcerato riceve una proposta da una bionda fatale: per 50mila dollari deve organizzare il falso rapimento della figliastra della donna, allo scopo di ottenere un cospicuo riscatto dal marito. Ma qualcosa non va come dovrebbe…

Ore 23.35 – IRIS – Ipotesi di complotto (Conspiracy Theory, 1997) di Richard Donner, con Mel Gibson e Julia Roberts
Jerry Fletcher (Mel Gibson) guida un taxi per le strade di New york e con i clienti parla in modo ossessivo dei complotti che crede di scorgere dietro ogni cosa. Sembra un matto qualunque, ma intanto continua a raccogliere informazioni su tutto e a riferirle alla sola persona che ritiene disponibile ad ascoltarlo, Alice Sutton (Julia Roberts), procuratore al Ministero di Giustizia. La situazione si complica quando l’insistente e fastidioso Jerry viene rapito…

Ore 24.00 – Rai4 – Escape, conosciuto anche come Dagmar. L’anima dei vichinghi (Flukt, 2012) di Roar Uthaug, con Isabel Christine Andreasen e Ingrid Bolsø Berdal
Norvegia 1363. Rapita dai banditi durante un viaggio con la famiglia, la giovane Signe (Isabel Christine Andreasen) stringe amicizia con la piccola Frigg (Milla Olin), figlia della spietata capobanda Dagmar (ngrid Bolsø Berdal). La bambina l’aiuterà a fuggire. Dagmar e i suoi uomini si lanciano però al loro inseguimento. Per un approfondimento sul film, si rimanda al blog Il Zinefilo.

Domenica 5 aprile 2020

Ore 12.30 – Colombo: Un delitto pilotato

Ore 13.05 – 20 Mediaset – Rush Hour. Due mine vaganti (Rush Hour, 1998) di Brett Ratner, con Jackie Chan e Chris Tucker
Viene rapita la figlia dell’ambasciatore cinese. Il peggior agente americano e il miglior agente cinese si gettano sul caso, sebbene nessuno li voglia.

Ore 15.05 – 20 Mediaset – Rush Hour 2. Colpo grosso al Drago Rosso (Rush Hour 2, 2001) di Brett Ratner, con Jackie Chan e Chris Tucker
I due agenti peggio assortiti di sempre si prendono una meritata vacanza ad Hong Kong, ma finiscono subito nei guai. Un pericoloso criminale vuole allargare il proprio raggio di potere anche agli USA e starà ai nostri due eroi fermarlo… senza rimanere uccisi nel tentativo.

Ore 17.00 – 20 Mediaset – Rush Hour 3. Missione Parigi (Rush Hour 3, 2007) di Brett Ratner, con Jackie Chan e Chris Tucker
La coppia di simpatici poliziotti combinaguai si ritrova invischiata in una missione per sventare un pericoloso criminale cinese in azione a Parigi. In realtà è tutta una scusa per mostrare Carter e Lee di nuovo in azione.

Ore 21.05 – 20 Mediaset – Survivor (id., 2015) di James McTeigue, con Milla Jovovich e Pierce Brosnan
Un’impiegata del dipartimento di Stato, appena inviata all’ambasciata americana a Londra, è incaricata di fermare l’entrata dei terroristi negli Stati Uniti. La nuova missione la mette però sotto i riflettori e ben presto si ritrova accusata di crimini che non ha commesso. Screditata, è costretta a mettersi in fuga e a cercare di fermare un attacco terroristico previsto per la vigilia di Capodanno a Times Square.

Ore 21.10 – IRIS – Salvate il soldato Ryan (Saving Private Ryan, 1998) di Steven Spielberg, con Tom Hanks
Durante lo sbarco in Normandia un gruppo di soldati americani salta le linee nemiche nel tentativo di ritrovare il loro compagno disperso.

Ore 21.20 – Rai4 – Straw Dogs. Cani di paglia (Straw Dogs, 2011) di Rod Lurie, con James Marsden e Kate Bosworth
Remake del film “Cane di paglia” (1971) di Sam Peckinpah, a sua volta tratto dal romanzo “Cane di paglia” (The Siege of Trencher’s Farm, ribattezzato Straw Dogs, 1969) di Gordon Williams (Lupetti 2010). Lo scrittore di Los Angeles David Summer (James Marsden) si trasferisce con la moglie Amy (Kate Bosworth) nel paese natale di lei, nel profondo sud. Le tensioni tra marito e moglie lasceranno presto il passo a una lotta per la sopravvivenza contro gli abitanti del posto.

Ore 21.25 – Rete4 – The Next Three Days (id., 2010) di Paul Haggis, con Russell Crowe e Liam Neeson
La vita dei coniugi John (Russell Crowe) e Lara Brennan (Elizabeth Banks), brillanti ricercatori, viene sconvolta quando lei viene accusata di omicidio e subisce una pesante condanna. John farà di tutto per scagionarla e, pur di riaverla, elaborerà un piano di evasione apparentemente folle.

Ore 23.30 – Spike – True Justice 3. Guerriglia urbana (Street Wars, 2011) di Wayne Rose, con Steven Seagal e Meghan Ory
Unione degli episodi 5 e 6 della serie televisiva. Elijah Kane (Steven Seagal) e il suo team hanno nel mirino una fabbrica di ecstasy che ha messo sulla strada una versione killer dello stupefacente, già responsabile di una dozzina di vittime tra i consumatori abituali. Intanto deve tenere a bada uno spavaldo film-maker che intende girare un documentario sul suo lavoro, rischiando di far saltare la copertura.

Ore 0.15 – IRIS – The Courier (id., 2012) di Hany Abu-Assad, con Jeffrey Dean Morgan e Josie Ho
Un corriere (Jeffrey Dean Morgan), specializzato in consegne ad alto rischio, viene ingaggiato per portare una valigetta a un misterioso assassino di cui si conosce solo lo pseudonimo. Per un approfondimento sul film, si rimanda al blog Il Zinefilo.

L.

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Guida TV in chiaro 3-5 aprile 2020

  1. Sam Simon ha detto:

    Braveheart ce l’ho! L’ho recensito un annetto fa dopo averlo riguardato una domenica pomeriggio… :–)

    La prima stagione di Sherlock è l’unica che mi sento di consigliare. Dalla seconda è una rapidissima discesa verso la Z più assoluta, la quarta stagione sembra una parodia do una parodia ma che si prende pure sul serio…

    Piace a 2 people

  2. Sam Simon ha detto:

    Ah, ho recensito anche Gine Girl sul mio blog! :–)

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.