[Italian Credits] Terminator 2 (1991)

Altro regalo della nostra amica Vasquez, che vince tutto rispolverando la videocassetta dove ha registrato Terminator 2. Il giorno del giudizio (1991) nel suo primo passaggio televisivo in chiaro il 2 maggio 1994 su Canale5. Avrei potuto “battere” questa registrazione se avessi conservato la mia, risalente all’anno prima su Tele+ l, ma il mio Impero delle Cassette è da tempo caduto in disgrazia, a causa dei ribelli del Tempo e dello Spazio.

Di nuovo ringrazio di cuore Vasquez per l’ammazzata di fotografare il suo televisore per il gusto di regalarci una preziosa testimonianza di cosa abbiamo perso per sempre: nei suoi rarissimi passaggi televisivi più recenti, il capolavoro di James Cameron ha perso ogni traccia di scritte italiane, con un titolaccio scritto a mano che grida vendetta a Skynet.

Ecco invece la splendida versione italiana di Terminator 2 che probabilmente è presente anche nelle VHS Penta Video del film: se qualcuno le avesse e sapesse confermare, gliene sarei grato, come sono grato a Vasquez per essere sempre pronta all’impegno… come una Colonial Marine!


Titoli di testa


Titoli di coda


L.


– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

18 risposte a [Italian Credits] Terminator 2 (1991)

  1. Vasquez ha detto:

    Grazie a te Lucius! Sapevo che saresti riuscito a risalire alla data di quella trasmissione. E farmi così sapere che passarono ben tre anni prima di avere la possibilità di rivedere questo film. Preistoria proprio!
    E comunque, anche adesso che lo so a memoria, ci vedo un solo difetto: quello svarione nel doppiaggio, quel “Ti amo, John” che ogni volta mi fa digrignare i denti come la nuke tagliata male. Per il resto, che gli vuoi dire? Parte col botto: un teschio di metallo cromato che, mano a mano che esce dalle fiamme, diventa di un enorme che gli schermi di adesso se lo sognano…e poi continua: due terminator che pesano (minimo) una tonnellata l’uno in un corpo a corpo spaccamuri, un terminator nuovo di zecca (in amicizia “il lucido”) che fa “cose” che solo il Jim di allora poteva immaginare, e che non vedi l’ora che torni su schermo per vederlo fare altre “cose”, effetti speciali funzionali alla storia, le giuste citazioni del primo film, i Guns,  Michael Biehn a torso nud…ah no. Due, i difetti sono due.

    P.S. Se non ho sentito male, anche qui come nel primo Terminator, ci sono buchi di doppiaggio, non così clamorosi ma comunque seccanti. Pessimismo e fastidio. 😑

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Un film epico, uno degli ultimi girati in un’epoca ormai persa per sempre, quando la meraviglia era “vera” e non uno screensaver fatto al computer di casa.
      Quel giorno in sala lo scheletro del T800 che usciva dalle fiamme mi schiacciò completamente sulla poltroncina: era puro mito in diretta, stavo assistendo al parto di una montagna – per citare “Stati di allucinazione” di Ken Russell – e mentre le percussioni di Brad Fiedel squarciavano il mondo, non potevi che rimanere schiavo per sempre di un film fatto con una cazzutaggine d’altri tempi.
      Pensandoci, poi, nelle prime scene c’è Jenette Goldstein, la mamma adottiva di John: che effetto ti ha fatto al cinema vedere un’altra Vasquez? 😀
      Non so come sia il doppiaggio del film, so solo che non ci ho fatto caso: segno che è roba buona ^_^

      Piace a 1 persona

      • Vasquez ha detto:

        Sì, sì, il doppiaggio è fatto benissimo, anzi, hanno anche corretto quel “Sistemi cibernetici” che si sentiva nel primo. È solo che “Ti amo” tra genitore e figlio in italiano secondo me andrebbe corretto.
        Aspetta: la Goldstein qui fa anche il T1000, con un cambio di espressione in diretta che mi fece gelare! E poi la ritroviamo a bollire anche lei nell’acciaio fuso, nelle ultime metamorfosi del lucido… Il fatto sai qual è? Chi diavolo la riconobbe all’epoca?!? Semplicemente fantastica!
        “Stati di allucinazione” ce l’ho da qualche parte. Urge un ripasso…

        Piace a 1 persona

      • Vasquez ha detto:

        Per buchi di doppiaggio, intendevo nella versione digitale del film, dove a volte si sente la voce di Joe Morton, e almeno in un caso clamoroso, perdiamo Alessandro Rossi…

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Dài, non l’ho mai notato! Sarebbe da chiedere ad Evit un articolo in proposito ^_^

        "Mi piace"

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Vedere un film di Terminator con la Goldstein fu quello che ora chiamano “nerdgasm”, un po’ come ritrovare l’attrice seduta al pannello delle comunicazioni dell’Enterprise di “Star Trek: GenerazionI”. (Film che disprezzo profondamente, per questo ci ho messo trent’anni a cogliere la Goldstein in cabina di comando!)

        “Stati di alluciazione” l’ho visto da ragazzino, sicuramente ero troppo piccolo e oggi sarebbe vietatissimo, ma mi ha segnato profondamente: sia perché è uno dei pochi film che m’ha messo una paura fottuta, ma paura vera, altro che barzellette tipo Nightmare o Venerdì 13! Sia perché va a toccare alcune corde profonde che hanno a che fare con l’origine della coscienza che ancora oggi mi dànno i brividi.
        Non ho mai preso alcuna sostanza allucinante, non ho idea se Russell abbia reso bene l’effetto psicotropo, ma di sicuro quelle immagini metto addosso un’inquietudine profonda da starci male. Oggi probabilmente verrebbe considerato un film datato e privo di fascino, ma per fortuna l’ho visto nel momento giusto: il pensiero che le camere di privazione sensoriale esistano sul serio e ci siano dei pazzi che le usano per rilassarsi… mi fa rabbrividire!

        "Mi piace"

      • Giuseppe ha detto:

        Eh, io invece la nostra Jenette Goldstein -post Terminator 2- seduta al pannello delle comunicazioni sulla plancia dell’Enterprise NCC-1701-B l’ho riconosciuta all’istante fin dalla prima volta, e cioè quando vidi il mio amato (pure se assai tagliato, anche se ai tempi ancora non ne ero sicuro al cento per cento) Generazioni al cinema 😛
        E riguardo a un film come “Stati di allucinazione” cosa potrei dire, se non che ancora oggi per il sottoscritto è tutto fuorché datato o privo di fascino: il viaggio -in tutti i sensi- di William Hurt verso l’origine della vita/coscienza e le regressioni/mutazioni che ne seguono non hanno perso un minimo del loro impatto originale…
        Tornando a quella meraviglia epocale di Terminator 2, di cui tra l’altro ho ovviamente e pienamente condiviso le sensazioni che hai (ho) provato in sala, non si può non provare nostalgia per quest’altra chicca di perduta titolazione italica recuperata da Vasquez (Furlong? Sì, è vero, in American History X non se l’è cavata male, ma forse è dovuto solo al fatto che ha potuto brillare di luce riflessa da un grande Edward Norton) 😉

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        “Star Trek VI” è l’unico che ho visto in sala, non so come mai una famiglia di fan sperticati della serie come eravamo noi non è mai andata in sala, pur avendo assistito all’uscita dei film sin dal primo titolo. Andavamo al cinema spesso, in famiglia, non saprei dire perché abbiamo saltato i vari Trek, pur se attendevamo con ansia l’uscita in VHS. (Il quarto l’abbiamo visto in cassetta pirata!)
        “Generazioni” l’ho visto appena arrivò su Tele+ ed è stato un dolore fisico: rivederlo quasi trent’anni dopo ha rinnovato il dolore e il disprezzo di quel giorno. Sicuramente sarà stato penalizzato dai tagli, ma per me il problema è la sceneggiatura (quel poco che se ne trova) e i personaggi, E’ un film scritto solo, unicamente ed esclusivamente per i fan più appassionati della serie TNG, fatto apposta per allontanare chiunque non ami quella serie: io non la amo, e vedo solo un film su un vecchio triste che passa l’intera trama a parlare con un vecchio pazzo, e ogni tanto parla con un vecchio morto. Diciamo che non è la storia-tipo della saga di Star Trek…
        Almeno nei film di Kirk c’è avventura e fantascienza, con personaggi al di fuori della saga così anche i non fan possano gustarsi il film: all’arrivo di Picard è rimasto solo il fan service – niente viene spiegato, perché si dà per scontato che i fan puri sappiano tutto – quindi essendo io l’unico al mondo a detestare TNG posso benissimo ignorare i film dal 7 in poi 😛

        "Mi piace"

      • Giuseppe ha detto:

        A dire il vero pure “Insurrection” e “Nemesis” avevano provato a spiazzare i fan di TNG con personaggi di cui non erano assolutamente a conoscenza -di fatto, quindi, fuori saga- come i Son’a, i Ba’ku e i mostruosi schiavi dei Romulani (i Remani, mai citati prima in nessuna serie) ma la cosa non andò benissimo…
        Forse lo sai già, ma nemmeno lo stesso Patrick Stewart agli inizi riponeva una poi così ferrea fiducia sul successo di TNG 😉
        https://www.tomshw.it/culturapop/picard-chi-e-jean-luc-picard/ (vedi “La nascita di Picard”, in particolare il testo che precede di poco le ultime tre foto)

        "Mi piace"

  2. Willy l'Orbo ha detto:

    Vasquez – ribelli del Tempo e dello Spazio 2-0!!! 🙂
    (e comunque la parte in cui il Terminator emerge dalle fiamme nello sfondo ai credits fa sempre il suo notevole effetto!)

    Piace a 2 people

  3. Cassidy ha detto:

    Secondo voi è normale che io abbia fatto scorrere le immagini con in testa il Para PA PA PA! Della colonna sonora? (storia vera). Vasquez ci sta viziando con tutti questi regali! Per altro penso che fosse la stessa registrazione da canale 5 che ricordo anche io, un ricordo condiviso di tanti di noi oltre che ai titoli Italiani del film! Cheers

    Piace a 2 people

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Dopo un anno su Tele+1 in esclusiva, quando finalmente è arrivato sulla TV in chiaro erano tutti lì con il videoregistratore pronto ^_^
      Ah, se avessi conservato la mia registrazione dalla pay-TV… (comunque credo proprio fosse la stessa versione di Canale5)

      "Mi piace"

    • Vasquez ha detto:

      Come ho già detto, per me è davvero un piacere condividere queste cose (ciao mamma! 👋 Hai visto che le videocassette non stavano solo lì per prender polvere?)
      E poi: ma quanto è triste vedere “and introducing…”, e invece quanto è più figo “e per la prima volta sullo schermo Edward Furlong”?
      Sarebbe stato meglio prima e ultima XD. No, vabbe’, in American History X non se l’è cavata male, dai…

      Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Furlong è insalvabile, mi spiace: lo ricordo pure in “Cimitero vivente 2” e recentemente l’ho rivisto nel “Corvo 4”. Per me dovrebbe chiedere i danni a Cameron, perché gli ha fatto credere di avere speranze nel cinema 😀
        AH, per mamma Vasquez: grazie per non aver buttato quei tesori inestimabili ^_^

        "Mi piace"

  4. Sam Simon ha detto:

    E dopo aver scorso questo post inevitabilmente mi sto canticchiando il tema di Brad Fiedel… :–D

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.