[Eroi Z in TV] Jeff Wincott

Un’altra iniziativa che è “colpa” di Sam Simon, del blog VengonoFuoriDalleFottutePareti: è leggendo un suo post che mi è venuta un’idea malsana. Perché non fare una retrospettiva sugli Eroi dei film di serie Z che nel corso degli anni hanno fatto comparsate in serie TV a sfondo fantastico?

L’eroe di oggi è Jeff Wincott.

Il mio primo incontro con Wincott è stato il 18 luglio 1992, quando Rai2 manda in prima serata Codice marziale 2 (1992) all’interno di un ciclo di anteprime comprate fresche fresche: torna la grintosa poliziotta marziale Cynthia Rothrock, dal primo Codice marziale (1990), ma stavolta invece di quel ciocco del figlio di Steve McQueen c’è un atleta decisamente migliore. Un tizio con l’atteggiamento da coatto di periferia ma che combatte per la legge e l’ordine: un Wincott in stato di grazia come purtroppo non vedremo più.

Devo indagare menando e menare indagando?

In quei pochi anni Jeff infila una serie di spettacolari film marziali, qualitatimente superiori ai tanti dell’epoca – basti citare Deadly Bet. Per vincere o morire (1992), grande anteprima di Italia1 che sfoggiava una regia che altri si sognavano – e sicuramente i suoi vari Martial Law sono il prodotto con cui viene principalmente ricordato. L’ultimo dei quali, l’apocrifo quarto (che in realtà non ha alcun legame con i titoli precedenti), contiene una maledizione: il protagonista Wincott deve vedersela… con suo fratello cattivo!

Jeff, Matthias Hues e Brigitte Nielsen: una spremuta di action anni Novanta!

Già abbiamo visto con Eric Roberts che i fratelli sono sempre problematici, quando si parla di carriera: ci vuole un attimo che gli spettatori si mettano a fare i confronti. Così nel 1993 Jeff Wincott affronta nella finzione un fratello malvagio, e l’anno dopo la morte di Brandon Lee rende immortale Il Corvo (1994), in cui il cattivo è Michael Wincott, fratellino di Jeff e uno dei cattivissimi di Cassidy.

Non mi rassegnerò mai che questo sarebbe il Wincott giusto…

Da quel momento la stella di Jeff comincia a spegnersi sempre di più mentre Michael, che fa l’attore dal 1979 senza che nessuno se ne sia accorto, d’un tratto diventa il Wincott giusto: con un numero spaventosamente esiguo di film dove si limita a guardare in camera, Michael riesce dove Jeff, che ha sputato anima e sangue, non è riuscito. Da allora potete trovarlo in piccoli ruoli Z come in Paper Bullets (1999), ma vi assicuro che non è bello vedere un grande atleta nel suo declino.

Mi piace ricordare Jeff quando regalava oro a noi fan marziali

Tolto il suo ruolo da “soldato universale” nella versione televisiva di Universal Soldier (1998), roba brutta che solo un pazzo come me poteva vedersi, ogni tanto Jeff è apparso in serie a tema fantastico, anche se non certo di prima grandezza. Ecco qualche titolo.


Code Name: Eternity

Episodio 1×03 The Hunter (28 maggio 2000, in Italia dall’agosto 2002 con il titolo “Minaccia dallo spazio”)

La serie racconta dell’alieno Ethaniel caduto sulla Terra, che con l’aiuto della dottoressa Keating deve ritrovare suo fratello, “caduto” insieme a lui, ma soprattutto fermare i piani di distruzione del perfido Benning.
Visto che il braccio armato di quest’ultimo, la macchina mutaforma Dent, nelle prime due puntate non è riuscito ad acciuffare Ethaniel, è il momento di rivolgersi ad un cacciatore professionista: Breed.

Professione: cacciatore del futuro

Wincott si presenta con la giusta dose di tracotanza anni Duemila, con tanto di occhialetti scuri che non si toglie mai e un completo di pelle. (O che lo sembra.) In pratica è un miscuglio fra Terminator e Matrix!

Atteggiamento da Terminator in tutto e per tutto

Com’era facile immaginare Breed fa la figura del buffone, siamo ancora fermi allo standard classico del super esperto che non può fallire e fallisce, “ma la prossima volta andrà meglio”. Non ci sarà però una prossima volta, per Breed.

Jeff ci regala addirittura un paio di tecniche marziali!

Questa breve comparsata permette al nostro Jeff di tirare addirittura qualche tecnica, visto comunque che la serie è martial friendly e lo stesso attore protagonista (il giovane Cameron Bancroft, pronto ad una sterminata carriera in TV) in ogni episodio si lancia in gradevoli scontri fisici, in un periodo in cui strascichi dell’epoca marziale sono presenti nelle serie televisive di genere.


Pianeta Terra. Cronaca di un’invasione
(Earth: Final Conflict)

Episodio 4×09 Phantom Companion (27 novembre 2000, in Italia dal maggio 2008 con il titolo “Il compagno fantasma”)

Nel 1997 la moglie di Gene Roddenberry, morto nel 1991, si alza e grida: “Ho degli appunti di mio marito per una serie televisiva”. Va be’, diciamo che è una serie “creata” da Roddenberry, anche se la qualità è ben lontana dalle sue storiche opere televisive.
In questa rielaborazione di “Visitors” gli alieni venuti in pace sono glabri come in Alien Nation (1988) e ovviamente il loro essere pacifici è solo una facciata. Intrighi e loschi piani riempiono – non so proprio come – ben cinque stagioni.

Mezzo alieno, mezzo Wincott

Nell’episodio in questione il nostro Wincott interpreta il tenente Jack Malley, umano che tutti credevano morto e che invece è stato salvato dall’astronave aliena, che ha cercato di “riassemblarlo” alla meglio. Rimasto un fantasma a bordo della nave, ignoto a tutti, si palesa solo per salvare la protagonista Palmer (Jayne Heitmeyer), rivelando dunque la propria esistenza e dando il via ad una caccia all’uomo. O meglio… al fantasma!

Che cosa non si fa per le bionde…

Non si dovrebbe giudicare una lunga serie TV da un solo episodio, ma di certo non cercherò di recuperare una serie che non mi sembra abbia lasciato il segno.
Pur con un personaggio non certo memorabile, Wincott comunque ha una parte fondamentale nell’episodio e seppur truccato “strano” alla fin fine porta a casa il risultato.


Mutant X

Episodio 2×04 Whose Woods These Are (26 ottobre 2002, in Italia dal dicembre 2005 con il titolo “Salvate Shalimar”)

Lo spunto della serie è scopiazzare il più possibile gli “X-Men” della Marvel, ma per evitare accuse di plagio facciamo che i superpoteri dei protagonisti non sono apparsi alla nascita bensì generati dal solito professorone, a fin di bene. Ma se l’ha fatto uno, allora ci può essere un altro professore che ha cercato di “migliorare” la natura umana, come esce fuori da questo episodio.

Due eroi belli e magri… e Jeff Wincott!

I bellocci Jesse Klimartin (Forbes March) e Shalimar Fox (Victoria Pratt) sono mandati in missione a vedere cosa succede in un bosco, perché una strana creatura che potrebbe essere un umano mutante sta mietendo vittime. Sul posto arrivano anche dei cacciatori pronti a risolvere la questione a suon di cartucce ma arriva anche Grady Colt (Wincott), un appassionato di criptozoologia.

Fidatevi di me, sono un criptozoologo

Ben presto Kilmartin e Fox scoprono che la sorta di licantropo che infesta il bosco è sì un umano potenziato ma in pratica è un esperimento fallito scappato dal laboratorio, ma mentre cercano di gestire la situazione scoprono che Colt non era chi sembrava.
Questi infatti non è lì per fotografare il Bigfoot di turno, è lì per trovare e neutralizzare quell’esperimento fallito, visto che lavora per il dottore che l’ha creato. Dopo una zuffa con Kilmartin, Colt fugge nei boschi ed esce di scena.

Se sapeste che ho visto nel laboratorio del dottore matto…

Il personaggio di Wincott è attivo e presente nella trama, peccato che nello scontro con l’aitante Kilmartin non ci scappi neanche una tecnica marziale.

L.

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in SerieTV e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

13 risposte a [Eroi Z in TV] Jeff Wincott

  1. Willy l'Orbo ha detto:

    Grande Jeff, il Wincott giusto per noi zinefili e a man bassa!
    Tra l’altro, parte l’effetto nostalgia, essendo l’attore che aprì e chiuse il mio ciclo zintage! 🙂 🙂 🙂

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      E’ vero! Avevi beccato quel suo film rarissimo, ad inizio ciclo: non so dove mai possa averlo trovato in italiano, già trovarlo in lingua originale è un’impresa 😛
      Purtroppo il fratellino cattivo di Jeff l’ha surclassato, ma solo perché ha avuto la fortuna di trovarsi in film diventati poi di culto, non certo grazie a lui. Dopo il ciclo marziale Jeff invece si è infilato in produzioni sempre più invisibili ad occhio nudo finché è evaporato completamente.

      "Mi piace"

      • Willy l'Orbo ha detto:

        Se non ricordo male (e con tutti i film che mi affastellano casa non mi stupirei ricordassi male 🙂 ), comprai la vhs, dunque dovrei possederlo su tale, romantico, formato. Su Jeff, mi premuro di ricordare che effettivamente è diventato col tempo invisibile fino ad evaporare, per tutti…ma non per noi zinefili! 🙂 🙂

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Mi tremano le vene ai polsi a pensare ai tesori inestimabili che hai in casa ^_^
        Non dimentichiamo che se il più grande collezionista di film in italiano con Huclk Hogan! Già solo per quello casa tua dovrebbe diventare Museo nazionale e ricevere fondi 😀 (fondi da investire in altre cassette di film marziali, ovviament)

        "Mi piace"

      • w ha detto:

        La nomea di più grande collezionista della Z filmica targata Hulk Hogan mi inorgoglisce assai! 🙂
        …anche se ciò non si tradurrà in fondi da reinvestire marzialmente…per ora! 🙂 🙂

        Piace a 1 persona

  2. Zio Portillo ha detto:

    Ogni volta che leggo un post come questo che rievoca vecchie gloriose pellicole mi accorgo di quanto mi manca il cinema che vedevo da ragazzino.
    Prodotti che una volta definivamo minori (tipo “Codice Marziale 2”) e trovavamo pure dentro l’uovo di Pasqua da quanti ne facevano, se uscissero ora ci farebbero fare la ruota dalla felicità!

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Magari in futuro le centinaia di filmetti televisivi che oggi riempiono i palinsesti saranno tutti persi e dimenticati: ma onestamente… a chi mancheranno??? 😀
      Vuoi mettere con i film di menare che prima Italia1 e Rai facevano a botte per trasmettere? 😛

      "Mi piace"

  3. Cassidy ha detto:

    “Mutant X” era davvero una furbata per sfruttare l’onda degli Uomini-Pareggio, peccato essermi perso l’episodio con il Wincott giusto. Quella foto poi, urla anni ’90 fortissimo! 😉 Cheers

    Piace a 1 persona

  4. Giuseppe ha detto:

    A questo giro, privilegiando il fantastico, hai saggiamente evitato un paio di sue sprecatissime apparizioni: nelle sue due uniche apparizioni in Relic Hunter, infatti, non solo il nostro non faceva granché, ma in un episodio alla fine le prendeva pure di santa ragione…
    P.S. Riguardo a “Earth: Final Conflict”, ti dico senza remore (avendo resistito finché ho potuto) che puoi lasciarla tranquillamente perdere del tutto 😉

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Già con altri Eroi Z mi è capitato “Relic Hunter” e l’ho evitata: se ricordo quei pochi episodi che ho visto all’epoca, non è una serie a tema fantastico. A parte rifarsi a Lara la Tombarola, è una normale serie su un’eroina frizzante ma senza trovate “paranormali”. O ricordo male?
      La puntata che ho visto con Wincott sicuramente non sarà rappresentativa, ma l’aria era più da telenovela che da fantascienza, onestamente non mi ha fatto venir voglia di iniziare la serie 😛

      "Mi piace"

      • Giuseppe ha detto:

        Beh, in fin dei conti quella serie non è mai stata altro che una telenovela (appunto) lunga cinque stagioni 😛
        Quanto a “Relic Hunter”, diciamo che come altre colleghe nate in epoca X-Files pagava pegno alla moda del momento infilandoci antiche vampiresse, immortali sacerdotesse egizie, demoni sigillati nella pietra da armi consacrate, potentissimi laser di epoca egizia, secolari fac-simili di reattori atomici e altre misteriose amenità sparse… in divertente stile “paranormal-caciarone”, visto che quasi sempre ogni minaccia di questo e altri mondi si risolveva facilmente nell’arco di una puntata 😉

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Mmmm forse ho visto meno episodi di quanto ricordassi, mi sa che la devo inserire nelle “serie a tema fantastico” per questa rubrica 😛

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.