Videogiochi su Jackie Chan (guest post)

Torna Moreno Pavanello di Storie da birreria, che ci regala uno dei suoi viaggi a tema nello sconfinato mondo dei videogiochi: stavolta il protagonista è il nostro Jackie Chan.
L.


Salve a tutti, è Il Moro che vi parla!

Ho già collaborato in passato con il Zinefilo durante il suo ciclo su vita, morte, miracoli e calci rotanti di Chuck Norris scrivendo per lui questo articolo su tutti i videogiochi di cui è stato protagonista l’invincibile barbuto.

Come ho già specificato quella volta, se escludiamo quelli dedicati a personaggi sportivi o storici i videogiochi dedicati a persone reali sono abbastanza rari. Io avevo il videogioco per PS1 dedicato ai Wu-Tang, c’è qualcos’altro dedicato a qualche cantante, forse uno per Isaac Asimov ma è qualcosa di divulgativo. Per quanto riguarda gli attori, gli unici tre che mi risultano avere dei videogiochi dedicati a loro come persone e non come personaggi dei loro film sono per l’appunto Chuck Norris, Bruce Lee e Jackie Chan, tutti attori marziali.
Ora il Zinefilo sta pubblicando, un post a settimana, un’eccezionale biografia di Jackie Chan, la cui vita abbiamo scoperto essere più interessante di qualsiasi film abbia mai interpretato.
Non potevo resistere alla tentazione di ripetere la mia ricerca e raccogliere in un unico posto tutti i videogiochi dedicati a Jakie Chan, nel quale comunque entreranno anche i tie-in dei suoi film.

Andiamo quindi a iniziare.

1984: Kung-Fu Master, sviluppato da Irem per la sala giochi.
Kung-Fu Master fu un gioco di grande successo, fu convertito per laqualunque ed è piuttosto noto anche in occidente, anche perché si tratta in pratica del primo picchiaduro a scorrimento della storia videoludica. A leggere il plot sembrerebbe non c’entrare nulla con Jackie Chan, ma pochi sanno che il gioco fu inizialmente rilasciato in giappone con il titolo di Spartan X, ed era un tie-in del film omonimo, distribuito in occidente con il titolo Wheels on Meals e in Italia con i titoli Il mistero del conte Lobos e Cena a sorpresa.


1984: Cannonball run II, per MSX
Si vocifera di questo videogioco basato sul film La corsa più pazza d’america 2, nel quale compare anche Jackie Chan. Dovrebbe essere il primo di una serie di giochi sviluppati da Pony Canyon come tie-in di diversi film, dei quali parliamo subito sotto, ma per questo non ho trovato video né immagini, quindi non sono nemmeno sicuro che esista davvero.


1984: Project A, sviluppato da Pony Canyon per MSX.
Ho trovato solo questo video in cui nella schermata iniziale compare il nome dell’autore del video, ma dalle immagini trovate in giro lì dovrebbe esserci il nome di Jacke Chan, in seguito intento a menare gente vestito da marinaio. E’ il tie-in del film Project A – Operazione pirati


1984: Spartan X, sviluppato da Pony Canyon per MSX.
Ispirato allo stesso film del Kung Fu Master di cui sopra, è un rozzo picchiaduro con sezioni di corsa. Nel senso che il personaggio corre verso lo sfondo impegnandosi a schivare le moto che gli vengono addosso.


1985: The Protector, sviluppato da Pony Canyon per MSX.
Tie-in del film con lo stesso titolo, si tratta di un platform/picchiaduro a schermata fissa. Fa un po’ strano pensare a Jackie Chan in un contesto alla Puzzle Bobble, vero?


1985: The Police Story, sviluppato da Pony Canyon per MSX.
E il tie-in del film Police Story, un picchiaduro strutturato a stanze: per ogni stanza ci sono uno o più nemici da combattere, e bisogna sconfiggerli per passare alla successiva. Utilizza quello che viene definito “due D e mezzo”, perché il personaggio può muoversi anche sull’asse verticale, come se si allontanasse dal giocatore, ed è probabilmente il primo o uno dei primi a sfruttare questa caratteristica.


1987: Project A 2, sviluppato da Pony Canyon per MSX.
Si tratta di un picchiaduro ibridato con un platform, tie-in del film Project A 2 – Operazione Pirati 2.


1990: Jackie Chan’s Action Kung Fu, sviluppato da Now Production per NES. Nel 1991 ne è uscita anche una versione per TurboGrafx-16.
E’ un platform con elementi picchiaduro nel quale controlliamo Jackie, in un’ambientazione da classico film di kung-fu, nel viaggio per salvare la sorella rapita.


1991: Spartan X 2, sviluppato da Irem per NES.
E’ il seguito del primo Spartan X, o Kung-Fu Master che dir si voglia, ed è sempre un picchiaduro a scorrimento orizzontale. Non mi risulta che siano usciti seguiti di Il mistero del conte Lobos, quindi presumo che si riferisca allo stesso film o racconti una storia nuova con gli stessi personaggi.


1995: Hong Kong ’97, sviluppato da Happy Soft per SNES.
Si tratta di un gioco indipendente creato da un solo sviluppatore, una roba abbastanza bizzarra: si tratta di uno sparatutto a schermata fissa nel quale il personaggio deve sparare verso l’alto a persone che gli vanno incontro. E’ noto per essere uno dei videogiochi più brutti di sempre, e contiene anche un mistero: la schermata di game over contiene la foto di un vero cadavere, che si è poi scoperto essere un fotogramma preso da un documentario. L’autore non ha mai voluto spiegare perché l’abbia inserita.
Vengono usate immagini di Jackie Chan digitalizzate da film per caratterizzare il protagonista. Dubito che Jackie lo sapesse.

1995: The Kung-Fu Master Jackie Chan, sviluppato da Kaneko per la sala giochi.
Si tratta di un picchiaduro uno contro uno con grafica digitalizzata in stile Mortal Kombat e un sistema di mosse simile a quello dei picchiaduro SNK. I combattenti digitalizzati sono attori comparsi nei film di Jacke Chan, che è anche produttore. Nello stesso anno ne è uscita una versione aggiornata con nuovi personaggi, nuove mosse e affinamenti del gameplay, intitolato Jackie Chan in Fists of Fire: Jackie Chan Densetsu, che è quello a cui si riferisce il video. Jackie Chan è selezionabile in tre diverse versioni, che usano diversi stili di combattimento.


2000: Jackie Chan Stuntmaster, sviluppato da Radical Entertainment per PS1.
E’ un picchiaduro a scorrimento tridimensionale, nel quale controlliamo Jackie intento a farsi largo a suon di pugni tra la malavita di New York, che gli ha rapito il nonno.


2001: Jackie Chan Adventures – Legend of the Dark Hand, sviluppato da Torus Games per GameBoy Advance.
Ne ho già parlato qui, quindi ci limito a ripetermi:
Ispirato all’omonima serie animata, si tratta di un picchiaduro banale, con un solo personaggio con poche mosse a disposizione, che non mostra un’oncia dell’agilità dell’attore che gli da il nome. Evitabilissimo, interessante solo per la possibilità di imparare nuove mosse man mano che si avanza.


2004: Jackie Chan Adventures, sviluppato da Atomic Planet Entertainment per PS2.
Anch’esso è ispirato alla serie animata dedicata a Jackie, ma a differenza del precedessore per GBA si tratta di un action game tridimensionale, realizzato con grafica in cel shading.


2004: Around the World in 80 Days, sviluppato da Saffire per GBA. Esiste anche una versione per cellulari sviluppata da Pick Up & Play, ma non ho trovato ulteriori info al riguardo.
E’ ovviamente il tie-in del film Il giro del mondo in 80 giorni con Jackie Chan come protagonista, e si tratta di un altro platform/picchiaduro.

2005: Jackie Chan J-Mat Fitness.
E’ sviluppato per XaviXPORT, che è in pratica una specie di tappetino per fare fitness che si può collegare alla tv. Nel “gioco”, se così si può chiamare, si controlla Jackie Chan con lo scopo di allenarsi: facendo esercizi sul tappetino, Jackie li esegue sullo schermo. In questo video si può vedere in azione.

2010: FLASH Little Big Soldier, sviluppato da Chinese Folks.
Tie-in del film Little Big Soldier, è un gioco realizzato in flash da giocare online via browser, con tutte le caratteristiche di un MMORPG: si va in giro, si accettano e si compiono missioni, si parla e/ si combatte con altri giocatori, il tutto nel mondo descritto nel film. Non ho trovato filmati.


E finisce qui, almeno per il momento! Ovviamente, segnalatemi giochi che potrei aver dimenticato.

In caso vi stiate chiedendo quale sia il migliore di questi giochi, dobbiamo innanzitutto riconoscere il valore storico del seminale Kung Fu Master, ma è Jackie Chan’s Action Kung Fu quello che ha ricevuto in genere valutazioni migliori.

Bisogna ammettere che la grande maggioranza di questi giochi sono tratti dai molti film di Jackie. Questo significa che per il momento Chuck Norris è ancora l’attore con più videogiochi dedicati direttamente a lui come persona! Grande Chuck!

Ed ecco le altre compilation sui videogiochi pubblicate in “Storie da birreria”:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Guest Post, Videogiochi e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Videogiochi su Jackie Chan (guest post)

  1. Willy l'Orbo ha detto:

    Come già scritto in tempi non sospetti i “post-carrellata” mi rendono felice! Se poi la carrellata è sui videogiochi la felicità si eleva al quadrato! E se si parte da nostalgici videogiochi anni ’80 – ’90 la medesima felicità si sublima al cubo!!! 🙂
    Grazie al moro! 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.